27 luglio 2020

«Vaccini contro il COVID» e «Umani geneticamente modificati»

Nel video seguente, la dottoressa Carrie Madej si chiede cosa significhi essere umani. Perché? 
Perché i cosiddetti vaccini "COVID" utilizzano la tecnologia DNA/RNA che "ricompone" il codice genetico, così come la Monsanto, ad esempio, ricompone il codice genetico di molti semi (tra cui pomodori, mais, ecc.), per non parlare dell'applicazione della biotecnologia genetica agli animali:
"La biotecnologia può essere classificata come la clonazione di animali con identica composizione genetica o ingegneria genetica (attraverso la tecnologia del DNA ricombinante e l'editing del gene) per produrre animali o microrganismi geneticamente modificati. La clonazione permette di conservare le specie e le razze, in particolare quelle con eccellenti caratteristiche biologiche ed economiche. La tecnologia del DNA ricombinante combina materiale genetico proveniente da diverse fonti in una singola cellula per generare proteine. (Journal of Animal Science and Biotechnology)
Gli organismi geneticamente modificati possono essere brevettati e soggetti a diritti di proprietà. La Monsanto possiede i semi OGM. Una volta che i vaccini a base di DNA sono usati sull'uomo - e questo non è mai stato fatto prima - l'uomo potrebbe alla fine diventare "proprietà intellettuale" [sulle variazioni dei geni umani]. Noi [come esseri umani] potremmo teoricamente essere "brevettati".

Nulla di tutto ciò è stato discusso a sufficienza e il pubblico ne è a conoscenza molto poco.

Non ci sono stati studi randomizzati e controllati con placebo. I produttori di vaccini sono esenti da queste protezioni e altro ancora.

Nel 2010, la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) ha ammesso che questo tipo di tecnologia può essere utilizzata per "migliorare e modificare" geneticamente gli esseri umani.

La nanotecnologia dell'idrogel viene iniettata sotto la pelle. Può interfacciarsi con i telefoni cellulari e l'intelligenza artificiale per monitorare praticamente tutto nel corpo umano, comprese le ansie, le emozioni, l'ovulazione, le vitamine, ecc.

Una volta impiantata, la tecnologia si diffonde in tutto il corpo. Gli scienziati non sanno come questo influisca sul nostro DNA.

Secondo la dott.ssa Madej, la tecnologia dell'RNA ricombinante e del DNA porterà a cambiamenti genetici permanenti e sconosciuti nel corpo di una persona.

Questo creerà una nuova specie e quindi distruggerà il vecchio Homo sapiens?

1 commento:

  1. TUTTO QUESTO E' ABERRANTE E OGNUNO DI NOI UMANI APPARTENENTI ALL'HOMO SAPIENS MA SOPRATTUTTO ANCORA PENSANTI E NON CONDIZIONATI DAL SISTEMA DOMINANTE, DEVE DIVULGARE QUESTA NOTIZIA IN MODO DA CREARE UN ESERCITO DI RESISTENTI IN MODO DA DIFENDERE I NOSTRI FIGLI, NIPOTI E DISCENDENTI DALLA CIVILTA' GRECO-ROMANA.

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)