12 luglio 2020

L’abisso del male: pedofilia e satanismo

11 luglio 2020

Ghislaine Maxwell era a Parigi protetta dal Mossad: Trump ha ordinato una extraordinary rendition?

C’è qualcosa che non torna nella storia dell’arresto di Ghislaine Maxwell, la donna ricercata per sfruttamento della prostituzione minorile e già compagna del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein morto in circostanze ancora da chiarire lo scorso agosto.

La versione ufficiale fornita dagli Stati Uniti, e riportata dai media internazionali, vuole che la 58enne si trovasse al momento dell’arresto, avvenuto il 1 luglio, in una lussuosa villa nello Stato del New Hampshire, nella parte nord-occidentale degli Stati Uniti che affaccia sull’Oceano Atlantico.
Il quotidiano americano Insider, così come altri media, racconta che gli agenti dell’FBI si sarebbero presentati davanti all’ingresso della villa, ricevuti da una donna di servizio.

L’Economist ha annunciato la catastrofe globale che porterà al nuovo ordine mondiale?

A volte dare uno sguardo al settimanale britannico The Economist può essere un esercizio utile.
Non certo per ascoltare il consumato verbo del neoliberismo anglosassone, ma per comprendere meglio quale sarà la prossima mossa delle élite.

Dal momento che i principali azionisti di riferimento dell’Economist sono gli Elkann e i Rothschild, una delle famiglie di banchieri più potenti al mondo, ciò che appare sulla pagine di questo settimanale non va affatto trascurato.

Questa rivista è nota soprattutto per le sue copertine spesso cariche di simboli che annunciano quali saranno gli scenari che hanno in mente gli ambienti del mondialismo che contano.

10 luglio 2020

Ghislaine Maxwell avrebbe "una scorta segreta di sex tape" e "copie di tutto quello che aveva" Jeffrey Epstein

Un ex amico della coppia sostiene che tali registrazioni coinvolgerebbero persone potenti e che se l'accusata cade "porterà tutti con sé"
Ghislaine Maxwell, l'ex partner di Jeffrey Epstein, avrebbe "una scorta segreta" dei sex tape del defunto miliardario americano e userebbe il materiale se dovesse negoziare la sua uscita di prigione, ha detto al Daily Mail un anonimo ex amico.
I nastri avrebbero coinvolto personaggi noti e la celebrità britannica li avrebbe conservati perché "è sempre stata molto astuta" e non avrebbe passato così tanto tempo con Epstein senza avere una certezza: "se Ghislaine va giù, porterà tutti con sé", ha detto l'amico di lunga data della sospetta.

9 luglio 2020

Tv libera svizzera denuncia i piani diabolici dietro al coronavirus!

Un operazione strategica gestita da dietro le quinte dall'elite per schiavizzare l'umanita'.
Questo è in poche parole il coronavirus. Il mondo dopo questo avvento non sarà più lo stesso saranno imposte leggi liberticide come nelle peggiori dittature. Bisogna reagire a questa onda di oppressione! Non dovete permettere ad un politico, giornalista, attore, cantante, virologo di turno di andare in televisione e minacciare TSO, quarantene ed altro ancora. Noi siamo esseri umani ed abbiamo il diritto all'autodeterminazione nessuno può imporci nulla!

Il coronavirus può diventare un affare…

La cura della pandemia e l’interesse delle società farmaceutiche
Chi si aspetta un vaccino contro il coronavirus o una cura rapida per il Covid-19 dovrà rivolgere le sue aspettative o preghiere a qualche laboratorio universitario o statale, uno di quelli che ancora ci sono al mondo.  Se i primi ad arrivare a questo nuovo “Graal” saranno i laboratori commerciali internazionali, quelli grandi, avremo parecchi problemi.
Il fatto è che queste società (farmaceutiche) si preoccupano della nostra salute quanto McDonald si preoccupa della nostra pancia e sono società che hanno come obiettivo il far felici i loro azionisti con buoni dividendi.
I problemi, allora, possono essere il prezzo del vaccino o della cura ed una serie di ritardi deliberati nella distribuzione.

U€: Qui comandano i lobbisti !

Giusto in tempo per l'inizio della presidenza tedesca del Consiglio dell'UE, un rapporto delle ONG in Germania e a Bruxelles mostra quanto sia grande l'influenza dei lobbisti sul governo tedesco e quindi anche sulle leggi dell'UE.
Dal 1° luglio la Germania assumerà la presidenza del Consiglio dell'UE per sei mesi. Uno dei compiti principali sarà quello di combattere le conseguenze economiche della pandemia della corona. Ma devono essere prese anche altre decisioni innovative - dal Green Deal europeo alla tassazione delle imprese. Diverse ONG tedesche e di Bruxelles hanno indagato su quanto sia probabile che l'influenza dei lobbisti sia grande e su quanto sia stata grande in passato. Il rapporto è stato pubblicato da Corporate Europe Observatory e LobbyControl con il titolo "Tainted Love".

8 luglio 2020

Israele aumenta le demolizioni delle case palestinesi nonostante l'emergenza Covid-19

Il regime israeliano ha demolito lo stesso numero di case in Cisgiordania a giugno rispetto ai primi cinque mesi dell'anno in corso, lasciando centinaia di palestinesi senza casa, nel mezzo della pandemia da COVID-19, e in coincidenza con i piani per l'annessione israeliana di questaa zona, -  già occupata dal 1967 dopo la fine della guerra dei sei giorni -, come denunciato lunedì scorso dall'ONG israeliana Betselem.
Come riportato da questa organizzazione, 30 case sono state demolite nell'area C della Cisgiordania occupata, amministrate militarmente dalle forze israeliane, provocando lo sfollamento forzato di un centinaio di palestinesi, 53 dei quali minorenni.

"Li denunciamo: hanno ucciso le persone con i loro protocolli sbagliati" ► Dott. Bacco

7 luglio 2020

M€S: Il gioco tedesco

Ci siamo già occupati della virulenta campagna politico-mediatica a favore del Mes che imperversa ormai da settimane nel nostro Paese. Abbiamo spiegato come la volontà di attivare questo meccanismo niente abbia a che fare con le enormi necessità economiche dell’Italia. Cosa c’è allora dietro a tanta foga, a tante falsità diffuse a piene mani dalle forze sistemiche? Ecco una domanda che può portarci lontano.
Ricapitoliamo anzitutto i termini della questione. Qualora attivato il Mes può fornire all’Italia un prestito pari al 2% del Pil, in soldoni 36 miliardi di euro. La propaganda vorrebbe farci credere che, a differenza di quello “vecchio”, il “nuovo” Mes sia privo di stringenti condizioni, ma – come abbiamo spiegato qui – ciò è falso. Al “nuovo” Mes si accede sì incondizionatamente, ma le regole statutarie di questa trappola ammazza-Stati scatteranno per statuto subito dopo.

3 luglio 2020

Un disegno di legge più pericoloso della legge Mancino

Il Paese è allo stremo, lavoratori senza cassa integrazione e autonomi che non incassano, ma i giallo-rossi pensano all’omotransfobia e si apprestano ad iniziare la discussione in sede di commissione parlamentare alla Camera. Il disegno di legge in esame prende il nome dal relatore del testo, il deputato dem Alessandro Zan. La versione originaria veniva presentata alla Camera il 4 luglio 2018 con esame in commissione iniziato nell’autunno 2019, e reca modifiche agli articoli 604-bis e 604-ter del codice penale.

Di cosa si tratta? Nel 2018, prima delle elezioni politiche, la maggioranza Pd-Ncd, cioè Renzi-Alfano (governo Gentiloni), con D. Lgs. 01/03/2018, n. 21, introdusse nel codice penale gli articoli 604 bis e ter. Il primo punisce la propaganda e l’istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa, il secondo prevede le circostanze aggravanti.

2 luglio 2020

L'occupazione militare di Israele deve essere discussa nel contesto coloniale

Nel giugno 1967, Israele ha sfollato oltre 400.000 palestinesi a seguito della Guerra dei Sei Giorni. La Naksa (battuta d'arresto) è l'ondata più importante di espulsione dei palestinesi dopo la Nakba del 1948, con la conseguente presa della Striscia di Gaza, di Gerusalemme e della Cisgiordania da parte di Israele.

Decenni dopo, il Consiglio di sicurezza dell'Onu sente ancora di aver compiuto il suo dovere attraverso la Risoluzione 242 che considera il ritiro di Israele dai territori occupati un "principio", piuttosto che un obbligo.
Naksa è sinonimo di occupazione militare di Israele - un termine che ha eclissato il colonialismo e che protegge Israele dalla responsabilità.

1 luglio 2020

Transumanesimo: la nuova religione della prossima Tecnocrazia

In un recente saggio del Wall Street Journal, "In attesa della fine dell'umanità", Adam Kirsch rappresenta una spinta tecnologica, spinta dalla pandemia globale di coronavirus, che abolirebbe la morte:
"La vita eterna attraverso la tecnologia avanzata sembra un sogno irrealizzabile per una società che, fino a poco tempo fa, aveva difficoltà a produrre abbastanza maschere per salvare la vita di medici e infermieri. Eppure Covid-19 potrebbe rivelarsi proprio il tipo di crisi necessaria per sovralimentare gli sforzi per creare quello che i suoi sostenitori chiamano un futuro "transumano". Con la nostra fragilità biologica più ovvia che mai, molte persone saranno pronte ad abbracciare il messaggio della Dichiarazione transumanista, un programma in otto punti pubblicato per la prima volta nel 1998: “Immaginiamo la possibilità di ampliare il potenziale umano superando l'invecchiamento, le carenze cognitive, involontario sofferenza e il nostro confinamento sul pianeta Terra".

30 giugno 2020

“L’uomo è antiquato“?

Per soffocare in anticipo ogni rivolta, non bisogna essere violenti. I metodi del genere di Hitler sono superati. Basta creare un condizionamento collettivo così potente che, l’idea stessa di rivolta, non verrà nemmeno più alla mente degli uomini. L’ideale sarebbe quello di formattare gli individui fin dalla nascita, limitando le loro abilità biologiche innate.

In secondo luogo, si continuerebbe il condizionamento riducendo drasticamente l’istruzione, per riportarla ad una forma di inserimento professionale. Un individuo ignorante ha solo un orizzonte di pensiero limitato e più il suo pensiero è limitato a preoccupazioni mediocri, meno può rivoltarsi. Bisogna fare in modo che l’accesso al sapere diventi sempre più difficile ed elitario ad accrescere la distanza tra il popolo e la scienza.

29 giugno 2020

La Geobiologia, studio delle malattie ambientali. E il MORA (test geopatico) come terapia di biorisonanza

Sono ormai molti anni che il problema degli inquinamenti elettromagnetici dovuti a cause artificiali o naturali sta al centro dell’attenzione di chi si occupa di diagnosi biocibernetiche dei malati cronici. In effetti in Italia si è iniziato a parlare di questo importante argomento nel primo Convegno Nazionale di Bio-architettura e Geo-patologia organizzato dalle ditte Guna e Manas a Milano nel 1989

In tale occasione, infatti, per la prima volta, si confrontarono i pionieri di queste due discipline. La Geobiologia, nata negli anni ’50 in Germania, studia l’influenza che le radiazioni cosmo-telluriche producono sugli esseri viventi, mentre la Bioarchitettura si occupa di progettare in chiave bio-ecologica le abitazioni moderne, avendo ben presente anche le antiche tradizioni come il Feng-Shui. Il problema serio ed importante nasce dal fatto che il corpo umano si comporta come una vera e propria antenna ricevente nei riguardi dei campi EM a bassa, media, alta e altissima frequenza.

28 giugno 2020

Ugo Mattei: “Il 5G è lo strumento del capitalismo della sorveglianza, un attacco ai diritti civili”

5G tra controllo digitale delle masse, intelligenza artificiale e conflitti di interessi negli Stati generali sull’economia. L’insolita task force post Covid 19 autrice del documento “Iniziative per il rilancio – Italia 2020-2022”, firmato da Vittorio Colao, ex CEO di Vodafone e membro del Consigliere d’Amministrazione di Verizon, colosso statunitense del 5G. Di questo e non solo, per la rubrica I lati oscuri del 5G Maurizio Martucci ne parla su Pandora TV con il Prof. Avv. Ugo Mattei, noto giurista, avvocato, editorialista, accademico di diritto internazionale e presidente del Comitato Popolare di Difesa Beni Pubblici e Comuni Stefano Rodotà.

27 giugno 2020

Rapporto ufficiale tedesco sulle perdite definisce il Covid-19 "Un falso allarme globale"

Il governo federale tedesco e i media mainstream sono impegnati nel controllo dei danni dopo un rapporto che mette in discussione la storia del Coronavirus trapelata dal ministero dell'Interno.
Di seguito alcuni dei passaggi chiave del rapporto.
  • La pericolosità di Covid-19 è stata sopravvalutata: probabilmente in nessun momento il pericolo rappresentato dal nuovo virus è andato oltre il livello normale.
  • Le persone che muoiono a causa di Coronavirus sono essenzialmente quelle che statisticamente morirebbero quest'anno, perché hanno raggiunto la fine della loro vita e il loro corpo indebolito non è più in grado di far fronte ad alcuno stress quotidiano casuale (compresi i circa 150 virus attualmente in circolazione).

26 giugno 2020

La profezia di Malvezzi ► “Aboliranno il contante: così potranno bloccare i soldi in modo virtuale”

Il privilegio di vivere in una società interconnessa, dove i tempi di attesa sono aboliti e i tempi di reazione sono istantanei, impone una riflessione sui rischi che ne conseguono. Da giorni in questa sede si discute sugli abusi di potere che i giganti del web, in parte, già si sono presi.
Se è vero che “da grandi poteri derivano grandi responsabilità“, sembra arrivato il momento di ricalibrare, verso il basso, la forza che i vari Google, Amazon, YouTube hanno acquisito.
Altrimenti? L’onda della rete rischierebbe di travolgerci con tutte le conseguenze del caso. E l’abolizione del contante, con il trasferimento del denaro sul web, sarebbe uno degli effetti più evidenti.
Sull’argomento ha manifestato tutte le sue perplessità l’economista Valerio Malvezzi, insieme a Fabio Duranti e Francesco Vergovich.
Questo il pensiero di Valerio Malvezzi a “Un Giorno Speciale”.

Colao in conflitto d’interessi: perché non ne parlano?

Abbiamo parlato per anni di conflitto d’interessi nel mondo politico e poi il mondo politico chiama un signore che è in palese conflitto d’interesse economico. Come mai questa questione non la solleva nessuno in politica? A me sembra una roba fuori dal mondo.

Quali sono le ragioni vere per le quali si vuole abolire il contante? C’è evidentemente un interesse nazionale a fare in modo che le persone siano semplicemente schiave. Hanno bisogno che i giovani disoccupati rimangano in Italia a prendere un reddito di cittadinanza e le persone che vanno in pensione non possano riprendersi il capitale investito in titoli di Stato.
Un sessantenne che si è comprato i titoli di Stato e tra cinque anni vuole prendere il capitale per andare a godersi la pensione in Portogallo, Marocco e altre parti. Forse non ve ne siete accorti, ma gli italiani stanno scappando”.

Potranno bloccare alla gente i soldi in modo virtuale

Per quanto riguarda l’eliminazione del contante, cancellerebbe il rischio di corse allo sportello che conoscono tutti quelli che sanno di finanza. Tu non puoi andare a prendere i soldi da sotto il materasso alla gente. Ma puoi bloccare alla gente i soldi in modo virtuale.
Cioè fanno alla gente, questa è la mia previsione, esattamente quello che è successo a Radio Radio. Quello che hanno fatto Google e YouTube nei vostri confronti, lo possono fare con il contante. Questo è quello che stanno cercando di fare e ci riusciranno.

Faranno scrivere a tutti i giornali che questo è il modo per combattere la mafia e l’evasione fiscale. Ma se vuoi combattere l’evasione fiscale chiedetevi dove pagano le tasse Amazon, Google e le banche.

Ogni volta mia nonna mi diceva: ‘arriverà il momento in cui metteranno la tassa sull’aria che respiri’. Io ridevo. Salvo che poi nel 2020 ho scoperto che devo mettere la mascherina”.

NATO 2030: Come peggiorare una cattiva idea

Proprio quando si pensava che i leader della NATO non potessero spingere oltre i limiti della follia, viene annunciato qualcosa come NATO 2030.
Dopo aver contribuito a far saltare in aria il Medio Oriente e il Nord Africa, aver diviso i Balcani in zone di guerra e di tensione, aver messo sottosopra l'Ucraina usando armate di neonazisti, e aver circondato la Russia con uno scudo missilistico balistico, i leader di questa reliquia della Guerra Fredda hanno deciso che il modo migliore per affrontare l'instabilità del mondo è... più NATO.

In un evento online dell'8 giugno, co-sponsorizzato dal Consiglio Atlantico, il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg ha annunciato il lancio di un progetto di riforma della NATO chiamato NATO 2030.

25 giugno 2020

La previsione di Montanelli era giusta ► L'Italia non ci sarà: Gli italiani non difendono l'identità

Bambini reclutati nel Regno Unito per la sperimentazione del vaccino COVID-19

Il Jenner Institute dell'Università di Oxford e l'Oxford Vaccine Group dell'Università di Oxford nel Regno Unito hanno annunciato che i suoi ricercatori hanno iniziato a reclutare bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni per gli studi clinici di fase II e fase III che testano un vaccino sperimentale COVID-19 che l'università sta sviluppando in collaborazione con AstraZeneca plc.

Il vaccino ricombinante ChAdOx1 nCov-19 di Oxford ("adenovirus di scimpanzé Oxford 1" nuovo coronavirus-19) è costituito da un adenovirus geneticamente modificato che infetta gli scimpanzé usato come vettore virale in cui il genoma COVID-19 è inserito in modo che le cellule del corpo umano esprimano la nuova proteina Spike Protein (S) del coronavirus e inducano anticorpi che dovrebbero prevenire l'infezione.

I rapporti del braccio destro di Zaia, Andrea Crisanti cona la Bill & Melinda Gates


Secondo Andrea Crisanti, consulente scientifico della Regione Veneto durante l'emergenza, c'è il rischio di una seconda ondata molto forte in autunno. Ma chi è Andrea Crisanti? Noi di Byoblu abbiamo scoperto nel suo cv i finanziamenti ricevuti da note agenzie e fondazioni internazionali. I dettagli nel servizio di Francesco Capo.

24 giugno 2020

Parlamento di Bruxelles, dossier sul 5G: Legami con strutture militari e clamorosi conflitti di interessi

Un dossier di 98 pagine è stato prodotto nel Parlamento dell’Unione Europea di Bruxelles dagli Europarlamentari verdi Michéle Rivasi (Francia,Europe Écologie) Klause Buchner (Germania, Ökologisch-Demokratische Partei), entrambi del gruppo internazionale Greens/EfA. Il dettagliato rapporto con tanto di nomi, cognomi e sigle di associazioni coinvolte, denuncia i legami con strutture militari, l’industria e i clamorosi conflitti di interessi della cosiddetta Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni Non Ionizzanti (ICNIRP), il controverso organismo privato di non medici né biologi che stila le linee guida sulla sicurezza ambientale dell’elettrosmog e su cui si basa la presunta ma non dimostrata non nocività del 5G e su cui pesa il pesante verdetto di condanna della Corte d’Appello di Torino. E ora rincarano l’affondo Rivasì e Buchner: “le nuove linee guida ICNIRP sono state fortemente influenzate dalle grandi società di telecomunicazioni e persino dai militari degli Stati Uniti.”

Vaccino anti-influenzale obbligatorio, ricorso al Tar contro Zingaretti

Ricorso al Tar da parte del Movimento Roosevelt contro l'ordinanza del Lazio. "Assurdo, pericoloso e incostituzionale imporre il vaccino antinfluenzale"
«Assurdo, rischioso e ingiusto, perché incostituzionale». Gioele Magaldi condanna il "trattamento sanitario obbligatorio" imposto dalla Regione Lazio, che dispone da ottobre l'obbligo del vaccino antinfluenzale per gli over-65, i medici e gli infermieri. Attraverso l'avvocato "rooseveltiano" Vanni Oddino, il Movimento Roosevelt (presieduto da Magaldi) ha presentato ricorso al Tar del Lazio, unendosi alle analoghe iniziative dei medici laziali rivoltisi all'autorità giudiziaria per fermare l'ente guidato da Nicola Zingaretti. Non è tutto: in una circolare che programma le campagne vaccinali per l'autunno - spiega la giornalista Monica Soldano, esponente di primo piano del Movimento Roosevelt - lo stesso ministero della sanità si affretta a recepire la "forte raccomandazione" del Lazio affinché il vaccino antinfluenzale sia somministrato anche ai bambini, dai 6 mesi compiuti fino ai 6 anni, nonostante il fatto che a sconsigliarlo (come scrive lo stesso ministero) siano autorevoli voci della stessa comunità scientifica.

23 giugno 2020

Vi presento BlackRock, la nuova grande piovra vampiro

BlackRock è un gigante finanziario globale con clienti in 100 paesi e i suoi tentacoli nelle principali classi di attività in tutto il mondo; e ora gestisce i rubinetti a miliardi di dollari di salvataggio della Federal Reserve. Il destino di gran parte delle società del paese è stato messo nelle mani di un'entità privata megalitica con il mandato del capitalismo privato di fare più soldi possibile per i suoi proprietari e investitori; e questo è ciò che ha proceduto a fare.
Per la maggior parte delle persone, se lo conoscono bene, BlackRock è un gestore patrimoniale che aiuta i fondi pensione e i pensionati a gestire i loro risparmi attraverso investimenti "passivi" che seguono il mercato azionario. Ma lavorare dietro le quinte è molto di più. BlackRock è stato definito "l'istituzione più potente del sistema finanziario", "la società più potente del mondo" e "il potere segreto".

22 giugno 2020

5G, la prova genotossica nello studio americano: Rottura del DNA

Basta bufale, basta fake news, basta depistaggi complottisti confezionati su misura dai negazionisti. “Ecco la prova provata della tossicità delle radiofrequenze che provocano rottura del DNA negli animali (ratti e topi) sottoposti alle radiofrequenze nell’esperimento del National Toxicology Program, tanto criticato insieme al nostro condotto all’Istituto Ramazzini“, afferma la ricercatrice Fiorella Belpoggi appena pubblicato l’importante studio statunitense sulla genotossicità dell’elettrosmog: “non siamo nè visionari, nè allarmisti, nè diffusori di ingiustificate paure per un’effimera visibilità, come qualcuno ha detto in parlamento, ma svolgiamo il nostro lavoro con serietà ed onestà: diffondiamo la verità”.

Le dichiarazioni della scienziata italiana, impegnata nella denuncia dei gravi rischi del 5G e dell’elettrosmog anche in sede parlamentare, arriva con la pubblicazione dello studio in peer review sulla “Valutazione della genotossicità delle radiazioni di radiofrequenza del telefono cellulare in ratti e topi maschi e femmine a seguito di esposizione subcronica“.

21 giugno 2020

Durante il Lockdown meno neonati morti: Niente vaccini?

“Durante il lockdown, in Usa c’è stato un calo del 30% delle morti dei bambini (oltre la metà dei neonati). La Sindrome di Morte Improvvisa (SIDS) scompare magicamente quando i bambini perdono le visite “benessere del baby” per essere vaccinati”.

“A partire dai primi di marzo, i decessi hanno iniziato a diminuire drasticamente [rispetto al tasso di mortalità atteso per i bambini], passando da un livello previsto di circa 700 morti alla settimana a ben meno di 500 a metà aprile e per tutto il mese di maggio. Mentre i decessi prematuri aumentavano tra gli anziani nelle case di cura di Manhattan e in ambienti simili in tutto il Paese, qualcosa di misterioso stava salvando la vita dei bambini. Con l’arrivo della primavera in America, con i massicci sconvolgimenti della vita familiare in un periodo di quasi totale isolamento, sono morti circa il 30% in meno di bambini.

19 giugno 2020

CoViD-19: Svezia e Tanzania disobbedienti, a chi?

Qualunque sia l'origine di SARS-COV-2: naturale (con la complicità del dissesto ecologico causato dall'uomo) o artificiale (colposa o dolosa), è sempre più evidente che questo nuovo coronavirus è la "false flag", il pretesto per una guerra totale, senza quartiere e senza esclusione di colpi, fra un coacervo di attori che, a seconda dei diversi campi di battaglia, si trovano ad essere alleati o nemici.
Ma più si scava in profondità, più si delineano alleanze persistenti fino a due blocchi del capitalismo mondiale post-caduta del muro di Berlino, che io credo di poter così individuare:
  • - da un lato il neoliberismo radicale, quintessenza del pensiero occidentale analitico, cartesiano, deterministico, che interpreta la realtà in bianco o nero, in una competizione estrema che avrebbe fine solo con l'annientamento di ogni potenziale nemico (mors tua vita mea). Campione di questo schieramento è il Deep State degli USA, lo Stato Profondo trasversale ai partiti democratico e repubblicano.

Digital Service Act: L’Europa prepara le nuove regole per le piattaforme online

La Presidente della Commissione europea, Ursula Von Der Leyen, a fine gennaio ha pubblicato le linee guida politiche per il periodo 2019-2024, nel quale sono riassunti gli obiettivi da raggiungere. Tra questi “un’Europa adatta all’era digitale”. I documenti confermano che la Commissione è impegnata nella stesura di norme: per i servizi digitali (Digital Service Act), per l’intelligenza artificiale (il Libro biancoqui un commento di Fabio Chiusi), un quadro per la governance dei dati, un piano d’azione per i media, la revisione delle norme sulla concorrenza, nuove norme in materia di tassazione e così via. Infine, la Commissione ha pubblicato la Comunicazione "Shaping Europe's digital future".
Una delle questioni che si propongono con sempre maggiore forza riguarda la regolamentazione delle piattaforme online e quindi la regolamentazione dei contenuti pubblicati da tali piattaforme o semplicemente immessi sui loro server dagli utenti.

18 giugno 2020

La Norvegia blocca la sua App contro Covid: Violava la privacy...

La Norvegia era stata uno dei primi paesi ad introdurre una APP per il tracciamento che avrebbe dovuto combattere la diffusione del COVID-19. Questa applicazione, chiamata Smittestopp, “Ferma l’infezione” era stata predisposta dal ministero della Sanità norvegese con la finalità di raccogliere i dati delle singole persone ed i loro spostamenti in modo da poter ripercorrere, se necessario, in modo più attento i passi ed i contatti di chi fosse risultato positivo ai test. Venerdì scorso però le autorità di tutela della privacy norvegesi hanno definito la app “Troppo invasiva” e quindi il ministero da ieri ha interrotto la APP.

Pandemia, app e tecnologia: Lo spettro della sorveglianza digitale

Mentre gli Stati si preparano a misure di contrasto prolungate per il nuovo Coronavirus, i governi si interrogano sull’utilità e la necessità dell’uso delle nuove tecnologie.
Le misure di sanità pubblica sono sempre dipese da forme di sorveglianza. Lo stesso contact tracking, anche se effettuato personalmente dagli operatori sanitari, alla fine non è altro che una forma di sorveglianza a ritroso, un’indagine approfondita sui comportamenti, le abitudini e i contatti del singolo individuo. Ma oggi si pone il problema di far fare un salto tecnologico a queste forme di invasione nella vita privata dei cittadini.
La popolazione mondiale sta affrontando misure restrittive e limitazioni ai diritti fondamentali senza precedenti, mai viste nei paesi democratici. I confini legali vengono ogni giorno messi in discussione come dei retaggi del passato che impediscono un’efficace lotta al virus. La paura dell’ignoto innesca false notizie, teorie della cospirazione e diffonde panico. E i cittadini risultano, quindi, sempre più aperti a ogni possibile cambiamento.

17 giugno 2020

Tutta la verità sul 5G: risorsa o pericolo?

Marco Cedolin intervista Marco Pizzuti
È opinione comune che l’avvento del 5G rappresenti la pietra miliare sulla strada di una rivoluzione epocale in ambito tecnologico, in grado di cambiare in profondità le nostre vite, abbracciando svariati campi, dalla domotica all’industria 4.0, dall’intrattenimento all’ambito medico e diagnostico, dal nuovo “internet delle cose” alla sfera militare.
L’introduzione di questa nuova tecnologia non sta creando solamente aspettative, ma anche tutta una serie di timori e contestazioni, che spaziano dalla pericolosità per la salute dei cittadini e dell’ambiente all’ingerenza nella privacy della persona, fino all’ipotesi tutt’altro che peregrina che in campo occupazionale il 5G segni l’inesorabile sostituzione dell’uomo con la macchina.

Unione Europea:
Repressione e galera per chi denuncia i pericoli sanitari del 5G

La notizia che farà tremare il movimento internazionale Stop 5G arriva da Bruxelles: la Segreteria Generale del Consiglio dell’Unione Europea ha inviato a tutti i delegati le conclusioni intitolate Dare forma al futuro digitale d’Europa“, approvate con procedura scritta il 9 giugno 2020.

Tra le 24 pagine del documento, che parzialmente riportiamo in esclusiva assoluta su OASI SANA, al punto 36 si “sottolinea che, nell’ambito della diffusione di nuove tecnologie come 5G/6Gè importante preservare la capacità delle forze dell’ordine, dei servizi di sicurezza e della magistratura per esercitare efficacemente le loro legittime funzioni; tenendo conto delle linee guida internazionali per gli effetti sul campo elettromagnetico sulla salute; rilevando che è importante combattere la diffusione di disinformazione sulle reti 5G, in particolare per quanto riguarda le affermazioni secondo le quali questa rete costituirebbe una minaccia per la salute o il fatto che sarebbe collegata al COVID-19“.

16 giugno 2020

COVID dalla pandemia reale alla vera farsa per vaccinarci?

Il titolo si chiude con un punto di domanda perché qua NON siamo complottisti, tantomeno nell'accezione negativa che questo termine ha assunto.Ma non siamo nemmeno i creduloni che prendono sempre e comunque per buone le verità dei TG nazionali.

Diciamo che siamo dei "dubitativi", delle persone a cui le esperienze di vita hanno insegnato a porsi dei dubbi. A mettere sempre tutto in discussione ed a verificare ogni cosa prima di prenderla per buona.
La vicenda del COVID ha in sotto fondo un chiaro obbiettivo che è quello di condurre tutta la popolazione mondiale, o comunque un ampia fascia di essa, alla vaccinazione obbligatoria.
Se non fosse che stiamo parlando di un business da 280 miliardi annui potremmo anche avere meno dubbi sugli intenti umanitari di chi mira a questo traguardo.

Un Piano per uscire subito dalla crisi...

Abbiamo un Piano per uscire subito dalla crisi economica.
L’Italia è uno dei paesi più ricchi al mondo, non solo per il grande patrimonio artistico, edilizio, culturale ed ambientale, ma anche e soprattutto per la ricchezza immobiliare e finanziaria degli italiani.

Ma quando cerchiamo di attuare politiche economiche a favore di cittadini e imprese, le nostre più nobili intenzioni si infrangono contro uno scoglio insormontabile: il debito pubblico ed i vincoli di bilancio che, supportati dalle fluttuazioni dello spread sui mercati finanziari, ci riportano alla cruda realtà di una coperta finanziaria troppo corta per realizzare i nostri sogni.

Sistema giustizia: Il coro del silenzio

A ventisette anni dalla caduta della Prima Repubblica abbiamo scoperto che chi ne sancì la fine aveva lo stesso modus operandi e la stessa organizzazione per correnti. 
La politica clientelare e correntizia del secondo dopoguerra, con i suoi grandi partiti storici, in cui vi erano comunque oggettivamente personaggi di ben altra levatura rispetto agli attuali, per quasi cinquant’anni non si era lasciata imbrigliare dalla magistratura, con cui aveva stabilito una sorta di patto di non belligeranza.
L’equilibrio tra i poteri, fulcro della democrazia, consisteva in un accordo di non ingerenza. 
Persino durante il periodo del terrorismo e dello stragismo il governo (potere esecutivo) evitò qualsivoglia ricorso ad atti attuativi amministrativi nel varare norme sull’emergenza rispettando il Parlamento (potere legislativo), che comunque, onorò il suo ruolo riunendosi in seduta permanente.

15 giugno 2020

Meluzzi: “Ci sono cretini al potere perché a comandare sono altre organizzazioni“



Il Potere e la Paura: Verso il Mondo Nuovo

Che i cosiddetti poteri occulti della massoneria internazionale, ben al di sopra dei governi, siano all’opera per imporre un nuovo ordine mondiale, è cosa assodata ed evidente anche ai più restii ad aprire gli occhi. Questi mesi di sedicente emergenza sanitaria sono stati un esperimento di controllo sociale eccezionale, nei quali il “modello Italia” si è dimostrato essere il migliore, nel senso che nessuno come noi è stato capace di farsi fregare e comandare a bacchetta, sospendendo la democrazia, la Costituzione e andando contro l’evidenza scientifica più elementare.

Dobbiamo però tenere presente, che questi personaggi oscuri hanno paura del popolo. Il potere che essi hanno, infatti, gli viene dato da noi. Sono le persone, le masse, il popolo a conferire autorità ad un ristretto numero di persone, delegando loro la possibilità di decidere delle loro sorti.

14 giugno 2020

Cina: Un mondo che nemmeno Orwell avrebbe immaginato

Siete pronti a partire per le vacanze, i vostri bagagli sono fatti, le camere sono prenotate, c'è solo un problema: il governo ha annullato i vostri biglietti. È ciò che succede in Cina e milioni di cinesi vengono sanzionati perché il loro "punteggio di credito sociale” è stato abbassato. Un metodo di sorveglianza orwelliano inventato dal Partito Comunista Cinese, per tenere la popolazione al guinzaglio.
La Cina si è appropriata della gestione delle nuove tecnologie e sta diventando, sotto i nostri occhi, un leader nel settore. Big data, riconoscimento facciale, algoritmi predittivi non hanno più segreti per i cinesi; ne sono diventati dei maestri. In altri paesi lo sviluppo delle nuove tecnologie è per migliorare la vita delle persone. Era il credo della Silicon Valley alle sue origini. Ma in Cina le nuove tecnologie sono destinate a sorvegliare la vita delle persone in ogni angolo della loro vita.

12 giugno 2020

Cina: uno straordinario spettacolo di arroganza

La Cina inquina il vertice del Monte Everest con stazioni 5G, costruzione di infrastrutture per spiare il mondo (Natural News)

La cima della montagna più alta del mondo sta per subire un rinnovamento tecnologico. In uno straordinario spettacolo di arroganza, il colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei e la China Mobile di proprietà statale stanno unendo le forze per erigere due stazioni 5G sulla cima del Monte Everest. Le stazioni 5G saranno doloranti per gli occhi, inquinando la bellezza visiva di una delle catene montuose più belle del mondo. 
"Le due installazioni saranno le stazioni base 5G terrestri più alte del mondo", ha vantato il Partito Comunista Cinese in un'edizione del 29 aprile del Global Times

Verso la dittatura globale! Il Nuovo Ordine Mondiale ora si studia a scuola

Sono passati ormai molti anni da quando si è sentito parlare per la prima volta di Nuovo Ordine Mondiale, e fino a ieri le persone che parlavano di questo apertamente in pubblico venivano derise da amici, parenti e conoscenti ed etichettate come paranoici complottisti.
Morale della favola: Nonostante fior di prove spuntate come funghi negli anni, dalle più svariate testimonianze, ai video di politici e capi religiosi che profetizzavano in pubblico l'avvento di un Nuovo Ordine Mondiale, la maggior parte della massa dormiente e ignorante non ci credeva lo stesso, forse non lo farà nemmeno adesso che tale argomento si insegna nelle scuole.

Pandemie, collasso economico, rottura sociale completa

"E la volontà di Zeus si muoveva verso la sua fine" - Omero

Disarmonia simbiotica
Il reclinarsi e il flauto della civiltà occidentale pulsa.  Pandemie, collasso economico, crollo della società.  La sequenza si snoda da uno all'altro con la disarmonia simbiotica di una scala pentatonica minore.

Proteste pacifiche devolute a sommosse, saccheggi e incendi di strutture nella nostra umile frazione domenica scorsa.  La polizia di Long Beach non è riuscita a fermare i vandali.  Così la Guardia Nazionale è stata convocata per sedare i saccheggi.  Alcuni guardiani sono rimasti anche per dare una mano a ripulire il giorno successivo.

Il ritornello - pandemia, collasso economico, crollo sociale totale - si è ripetuto in molte città del paese.  Per ognuna di esse: Il momento è adesso.  Il posto è qui.

11 giugno 2020

Il trionfo della Svezia: rimanere liberi in un mondo in “lockdown"

Perché i media sono così preoccupati per la Svezia? E perché sono così determinati a dimostrare che l’approccio svedese al coronavirus è sbagliato? Dobbiamo credere che gli stessi media “mainstream”che hanno accettato tutti i sanguinosi colpi di stato, interventi e guerre degli ultimi 30 anni, siano improvvisamente diventati sostenitori disinteressati degli anziani svedesi che combattono contro un’infezione letale?

Sciocchezze. La ragione per la quale i media pubblicano circa 15 articoli contro la Svezia per ogni articolo a favore è perché hanno un interesse a farlo. I media vogliono fugare l’idea che ci sia un’alternativa all’approccio autoritario del lockdown. Conseguentemente, il modello svedese che lascia aperte parti dell’economia e si fida della gente che segue le linee guida del governo sul “distanziamento”, deve essere stroncato. Questo è ciò che sta realmente accadendo. I media non hanno alcun interesse in un piccolo paese nordeuropeo di 10,4 milioni di persone. Quello che a loro interessa è l’esempio che la Svezia sta dando agli altri paesi del mondo.

9 giugno 2020

Italia: L'unico made in Italy è la crisi di Democrazia

Lo Stato nella palude: il controllo politico-giudiziario, il folle decentramento e il protagonismo del Presidente della Repubblica.

Tra il centro-sinistra e il centro-destra è stato quasi impossibile appianare le differenze per costruire una casa comune della Repubblica e, allo stesso tempo, elaborare uno spazio di esercizio democratico non solo nuovo, ma anche estraneo al bizantinismo del passato. Ha rovinato il progetto di passare da un tipo di Stato all'altro, preservando e correggendo il parlamentarismo e, comunque, rafforzando il ruolo dell'esecutivo, in un momento in cui la frenesia del mondo economico e finanziario richiede decisioni e risposte più rapide e commisurate alla sua complessità e ai suoi ostacoli. La trasformazione quantitativo-qualitativa su scala mondiale non è stata percepita dalla classe dirigente italiana, che ha portato a un'alterazione meramente formale, cioè con una evoluzione quasi nulla e secondo una linea ininterrotta dalla partitocrazia ai partiti personalisti.

8 giugno 2020

Covid-19 positivo, anzi negativo, anzi chi lo sa?

Su una cosa paiono tutti d’accordo: che sul virus SARS-CoV-2 e sulla associata sindrome CoViD-19 si sa poco. Tutti d’accordo a parole, ma sempre pronti a smentirsi su alcuni corollari fondamentali:
1) Che i tamponi erano e restano inaffidabili[1],[2],[3];
2) Che i test sierologici erano e restano inaffidabili[4],[5],[6];
3) Che tamponi e test sierologici così inaffidabili non sarebbero mai stati accettati nella pratica clinica ed epidemiologica se non fosse stato per i diktat mediatico-politici.

Perché sette miliardi di umani si sono sottomessi, come pecore condotte al macello, alla più feroce e ingiustificata tirannia mai vista a livello globale?
La pandemia da SARS-CoV-2, mai dichiarata ufficialmente dall’OMS[7], è stata fin dall’inizio una panicodemia per il battage anti-cinese scatenato dal mainstream USA, subito imitato dalle succursali occidentali.

7 giugno 2020

«I governi sfruttano il Covid per accrescere il controllo»

«La maggior parte dei governi ha avuto reazioni esagerate al rischio pandemico», comprensibili «nei primi giorni, non ad aprile-maggio». «La gente dovrebbe dire NO» a questa strumentalizzazione fatta per creare il “Mondo Nuovo” e diminuire la libertà. L’Ue, con i suoi fondi, sta facendo «un passo ulteriore verso un super-Stato europeo». Intervista a Václav Klaus, ex premier ceco e voce critica delle forme totalitarie.

Il vecchio leone, Václav Klaus, leader ceco che guidò da premier la transizione dal comunismo all’economia di mercato, avendo fatto la dura esperienza diretta di cosa vuol dire vivere sotto un regime totalitario è rimasto sempre una voce critica rispetto alle successive forme di accentramento di potere, da lui definite post-occidentali.