21 giugno 2019

Nino Galloni: “I minibot possono salvare l’euro”

La Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità una mozione che dà via libera all’introduzione dei minibot, titoli di Stato di piccolo taglio da utilizzare per pagare i debiti della pubblica amministrazione. Dalla Banca Centrale europea è arrivato un brusco stop, con il presidente Mario Draghi che li ha bollati come “valuta illegale” e “nuovo debito”. Nel governo il Premier Conte e il Ministro dell’economia Tria hanno già stoppato l’idea, tanto cara invece alla Lega, ed in particolare al Presidente della Commissione Bilancio di Montecitorio Claudio Borghi che è uno degli ideatori. Lo Speciale ha chiesto un commento in merito all’economista Antonino Galloni, già direttore generale del Ministero del Lavoro, della Cooperazione, dell’Osservatorio sul Mercato del Lavoro, Politiche per l’Occupazione Giovanile e Cassa Integrazione straordinaria nelle grandi imprese. Ha ricoperto anche l’incarico di sindaco all’INPDAP, all’INPS, all’INAIL in rappresentanza del Ministero del lavoro e all’OCSE. È presidente del Centro Studi Monetari, un’associazione per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico. La persona quindi più accreditata a parlare di minibot e di incidenza sul debito pubblico.

20 giugno 2019

ONU: L'Arabia Saudita colpevole dell'omicidio del giornalista Kashoggi

Il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman dovrebbe essere indagato per l'omicidio del giornalista, secondo il rapporto dell'ONU.

Come ha riferito dal quotidiano britannico, The Guardian, il principe ereditario dell'Arabia Saudita dovrebbe essere indagato per l'omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi perché ci sono "prove credibili" che lui e altri alti funzionari sono responsabili per l'omicidio, secondo un rapporto ONU.

In un'accorata analisi di 100 pagine su quanto accaduto a Khashoggi lo scorso ottobre, Agnes Callamard, la relatrice speciale delle Nazioni Unite, ha dichiarato che la morte del giornalista è "un crimine internazionale".

Libra Sì Minibot No?

Pierangelo Soldavini su IL SOLE 24 ORE di ieri, ci spiega le fantasmagoriche potenzialità di LIBRA, "la nuova moneta globale che facebook metterà in circolazione nel 2020". 
«Facebook vuole creare un nuovo sistema finanziario globale che sfrutti la blockchain per creare un sistema che sia economico, efficiente, accessibile a tutti e proprio per questo inclusivo, per cercare di includere quella fetta di popolazione mondiale che è esclusa dai servizi bancari e dai servizi finanziari».
Avete capito bene: LIBRA, la moneta di facebook è un'opera caritatevole, con cui si va in soccorso dei poveri del pianeta. Niente di nuovo sotto il sole: ogni porcata capitalistica, affinché sia accettata, dev'essere cosmeticamente e ideologicamente mascherata come un'opera pia.

Relazione tra intestino, epilessia, autismo e fibromialgia - Dott. Paolo Mainardi



Pubblichiamo un importante contributo alla diatriba sui vaccini, che sposta i termini del problema rispetto alla solita contrapposizione tra favorevoli e contrari basata da un lato sulla messa in discussione della loro utilità, e dall’altro sulla valutazione dei fattori di rischio. La voce questa volta è italiana, ed è quella del dott. Paolo Mainardi, secondo il quale, a prescindere dalla effettiva utilità dei vaccini (e a questo proposito, possiamo aggiungere, la cosa veramente sicura è che sono un bancomat per le multinazionali), occorre comprendere bene la loro pericolosità, che va valutata non tanto guardando a quello che può contenere il vaccino, come metalli, nanoparticelle o altri inquinanti dei vaccini dagli effetti controversi e non dimostrati, quanto all’azione infiammatoria del vaccino in sé, che un organismo ancora vulnerabile come quello dei bambini piccoli o comunque debole per varie cause, può non riuscire a gestire, aprendo la strada a gravi patologie come ad esempio l’autismo.

19 giugno 2019

Vaccini: chi sono i veri untori?

Quando una rivoluzione giunge a compimento, a che cosa servono poi i rivoluzionari? Ecco perché nessuna rivoluzione è mai davvero stata completata. Man mano che si rendono conto che cesserebbero di aver motivo di esistere, i rivoluzionari finiscono sempre col fare rivoluzioni al cui termine occorre proseguire, indefinitamente, la rivoluzione.

Per lo stesso motivo si prescrivono terapie che non guariscano, si annunciano eradicazioni che non eradichino. Perché se davvero eradichiamo una malattia, poi a che servono i farmaci o i trattamenti sanitari che sono stati brevettati e prodotti per combatterla?
È per questo che si è deciso con grande fanfara di debellare il morbillo. Il morbillo ha un tasso di infettività, quel che tecnicamente viene chiamato r0, o tasso di riproduzione, altissimo. E il vaccino ha una efficacia complessiva limitata. Cosa significa questo? Significa che non potrà mai venire debellato. [1]

Google Maps: le città palestinesi sono villaggi fantasma tra gli insediamenti

In ‘1984’ di Orwell, Winston Smith si imbatte in un vecchio ritaglio di giornale che rivela che il Grande Fratello aveva incastrato tre uomini per crimini contro lo stato. Tutte le prove del passato in contraddizione con la “verità” mutevole del regime avrebbero dovuto essere distrutte, ma questo scampolo era stato trascurato. Winston completò il lavoro – anche se alla fine, anche distruggendo le prove non poteva cancellarne la conoscenza dalla sua mente.

Ciò che Orwell non avrebbe potuto prevedere era un mondo in cui il Grande Fratello non avrebbe avuto bisogno di distruggere le prove, un mondo in cui le prove non esistono in forma fisica e possono essere cambiate a volontà senza lasciare traccia. Tutte le ‘copie’ di un giornale virtuale si aggiorneranno istantaneamente su ogni nuova ‘verità’. I criminali del pensiero potrebbero, naturalmente, aver salvato una copia del precedente file virtuale, o persino uno screen-grab, ma tutti questi non saranno altro che numeri sui media. Quale prova di quale serie di cifre fosse quella vera, quando non c’è traccia fisica e legale?

Lettera Aperta ai Legislatori sul DNA Fetale nei Vaccini

Mi chiamo Dr. Theresa Deisher. Sono Fondatore e Lead Scientist del Sound Choice Pharmaceutical Institute, la cui missione è educare il pubblico sulla sicurezza dei vaccini, nonché a spingere i produttori a fornire vaccini migliori e più sicuri per il pubblico. Ho conseguito il dottorato presso la Stanford University in Molecular and Cellular Physiology nel 1990 e ho completato il mio lavoro di post-dottorato presso l'Università di Washington. La mia carriera è stata spesa nel settore delle biotecnologie commerciali, e ho svolto attività di ricerca biologica e farmacologica di base attraverso lo sviluppo clinico.
Sto scrivendo su fatti scientifici non contestati sui contaminanti del DNA fetale nel vaccino contro morbillo-parotite-rosolia, che devono essere resi noti ai legislatori e al pubblico.

18 giugno 2019

Sudan: Awadeya, questa venditrice di tè che è diventata una figura di spicco della rivoluzione

RITRATTO. Awadeya Mahmoud Koko è una delle migliaia di sudanesi che si sono accampati fuori dal quartier generale dell'esercito. E' diventata una delle icone e delle anime del movimento.


Non ha il suo ritratto esposto su un gigantesco cartellone pubblicitario del sit-in come la studentessa e icona rivoluzionaria Alaa Salah, ma tutti sanno dove trovarla. "Accanto alla prima tenda sul marciapiede, subito dopo iol portale di sicurezza", indica un giovane che vende falafel, vicino a un mucchio di blocchi di cemento e filo spinato che formano una barricata. Su un lato del marciapiede, alcuni tappetini e un telone delimitano il quartier generale di Awadeya Mahmoud Koko, installata da oltre un mese, all'ingresso del raduno che ha fatto cadere il dittatore Omar al-Bashir, al potere dal 1989.

13 giugno 2019

La Terapia Di Bella e il reato di «guarigione indebita»

Chi rifiuta le cure istituzionali di «provata efficacia» e osa guarire con MDB, è dichiarato reo di guarigione indebita.
Nel 2002 ho pubblicato un volume «Come prevenire i tumori», Carlo Marconi Editore, oggi esaurito, evidenziando anche le controindicazioni allo screening mammografico annuale per il rischio di induzione tumorale da radiazioni ionizzanti. Fui colpito da scomuniche e anatemi dei luminari e lampadari della cosiddetta comunità scientifica. Alcuni giorni fa il Presidente dell’Ordine dei Medici di Bologna, Dr Giancarlo Pizza, scienziato noto a livello internazionale, ha inviato agli iscritti la documentazione scientifica, in allegato, dell’American College of Physicians (ACP) screening mammography, che evidenzia e documenta i rischi dello screening mammografico annuale, con relativa pubblicazione sulla massima banca dati biomedica internazionale, sconfessando così un Tabù così caro al regime e gelosamente tutelato.

Fiorella Belpoggi: I rischi del 5G

12 giugno 2019

Il Gardasil uccide: Lo dice una sentenza della Corte dei Vaccini negli Stati Uniti

La famiglia Tarsell ha combattuto il governo degli Stati Uniti per otto lunghi anni per convalidare l'onere medico della prova che il vaccino di Gardasil ha ucciso la loro figlia. Christina Richelle, 21 anni, "è morta per un'aritmia indotta da una risposta autoimmune" a Gardasil, un vaccino HPV che ha ricevuto solo pochi giorni prima della sua morte.

La sentenza finale è stata confermata dal Dipartimento della salute e dei servizi umani: il vaccino Gardasil della Merck causa problemi autoimmuni che causano improvvisa debilitazione e/o morte. Se la ragazza fosse stata uccisa da un folle con un fucile, allora ci sarebbero stati titoli su tutte le testate nazionali e una marcia su Washington. Dal momento che questa giovane donna è stata "colpita" a morte da un vaccino, tutta la storia viene nascosta.
Ad oggi si ritiene che il vaccino Gardasil sia responsabile della morte di 271 giovani donne e oltre 57.520 segnalazioni di eventi avversi ottenuti dal sistema di segnalazione degli eventi avversi vaccino (VERS).

4 giugno 2019

Il tuo smartphone sa di te più di quanto pensi...

Sa dove sei stato, sa qual è il regalo di compleanno che hai comprato per tua madre e per chi stai pensando di votare. Hai fatto sesso ieri sera? Sa anche questo.
Dalle applicazioni preinstallate che contano i tuoi passi e registrano le password per i conti bancari e i social media, gli smartphone si sono evoluti a dispositivi che inviano informazioni ai depositi digitali per rivelare i dettagli più intimi della vita quotidiana.

"È possibile estrarre abbastanza informazioni dal telefono di una persona tipica e permetterti di costruire un clone virtuale di quella persona", secondo Elad Yoran, presidente esecutivo di Koolspan Inc. una società di sicurezza delle comunicazioni. "Sono finestre, non solo nella nostra vita personale, ma anche nella nostra vita professionale".

3 giugno 2019

Vaccini obbligatori per tutti

Vaccinazione per tutta la vita, vaccinazione in tutte le farmacie, le scuole, sui posti di lavoro o nei supermercati: una politica di vaccinazione costante su scala globale, planetaria, si avvia ad alta velocità.​

Senza che ciò abbia scatenato alcun dibattito nei media o nelle assemblee, un programma di vaccinazione che organizzi l'istituzione di un controllo permanente sulle popolazioni e sugli individui di tutte le età. Questa strategia è stata sviluppata nel contesto della Global Health Security Agenda, o GHSA, spingendo la nostra società, a tutta velocità, verso "il migliore dei mondi"?

Strana passività


È l'Argentina che dà il via a questa politica di controllo totalitario attraverso la vaccinazione.

INSTEX: La parola che non piace agli americani

Tecnicamente significa Instrument In Support of Trade Exchanges, ovvero strumento di supporto per gli scambi commerciali, ma nella realtà INSTEX è la sigla di un meccanismo inventato da Germania, Francia e Regno Unito per bypassare le sanzioni economiche imposte di recente dagli USA per gli scambi commerciali con l'Iran.

Il blocco americano infatti si basa sulla rimozione delle maggiori banche iraniane dal circuito dello SWIFT, il circuito bancario internazionale che permette transazioni fra banca e banca. Ma ora il trio Germania-Francia-UK si è inventato un circuito parallelo, indipendente dal dollaro, che permette di praticare scambi commerciali anche senza il sistema SWIFT. 

2 giugno 2019

Lettera di Julian Assange dal carcere

The Canary ha avuto accesso esclusivo a una lettera scritta a mano, presumibilmente di Julian Assange, nella prigione di Belmarsh. La lettera, datata 13 maggio 2019, rivela le condizioni di prigionia di Assange e le sue difficoltà nel costruire la propria difesa. È anche una critica ai tentativi di Washington di soffocare la libertà di stampa, ed è una chiamata all’azione per i suoi sostenitori.

17 nuovi capi d’imputazione

Il governo statunitense oggi ha incriminato Assange di 17 nuovi capi d’imputazione riferibili al Espionage Act. Daniel Ellsberg, l’informatore che nel 1971 rilasciò al New York Times e ad altri giornali i Pentagon Papers sulla guerra del Vietnam, ha dichiarato al proposito a Democracy Now!:
“Non c’era stato un attacco così sostanziale alla libertà di stampa… dal 1971, quando ci fu il mio caso dei Pentagon Papers “.

1 giugno 2019

Nuova Nakba?

Il martirio del popolo palestinese va avanti da 71 anni ed è lungi dall'essere finito. I falchi di guerra stanno attaccando. I governi di Stati Uniti e Israele distruggono palesemente tutti gli accordi, le risoluzioni delle Nazioni Unite, la legalità internazionale. In Medio Oriente, L'Iran è annunciato come il nuovo obiettivo di una politica assassina che minaccia di trascinare il mondo intero in una catastrofe mostruosa.

A 71 anni della Nakba, la pulizia etnica che ha accompagnato la creazione dello Stato di Israele, nuvole nere si addensano su Palestina, Iran e oltre. I falchi da guerra stanno attaccando. I governi degli Stati Uniti e di Israele distruggono palesemente tutti gli accordi, le risoluzioni delle Nazioni Unite, la legalità internazionale.

26 maggio 2019

Quando raglia l'asino col camice bianco

a) La medicina non è una scienza.
La matematica, la logica, la biologia, la chimica e la fisica sono scienze. La medicina è una pratica. 
E il motivo di questa distinzione non è piccolo né insignificante: le scienze sono esatte nella misura in cui fanno riferimento a modelli teorici. In teoria, infatti, 2+2 farà sempre 4 all'interno di un determinato sistema di calcolo. In medicina però non si lavora su modelli teorici, su numeri e teorie astratte, ma sul corpo delle persone, che è tutt'altro che teorico o astratto. Per chi avesse difficoltà a capire la differenza: le teorie sono basate su modelli teorici, calcoli matematici. 
La pratica si confronta con contesti reali: un corpo umano che reagisce in modo sempre e comunque diverso da qualsiasi altro corpo umano allo stesso medicinale, allo stesso trattamento, perché ogni singola persona è diversa da un'altra. Figurarsi poi considerando gli infiniti elementi di contesto: alimentazione, età, stato di salute, abitudini, anamnesi – solo per dirne alcune.

25 maggio 2019

Elezioni europee: Un voto irrilevante

Le elezioni europee di domenica saranno particolarmente irrilevanti.
Il voto non decide assolutamente niente, visto che il Parlamento Europeo non conta molto. Oltretutto  il sistema UE che decide quasi tutto ciò che è fondamentale  nella politica dei paesi membri non è sottoposto al voto. 

La politica economica e monetaria la decidono le banche, la BCE e la Commissione; la politica estera e quella della sicurezza continua ad essere affare del Pentagono attraverso la NATO e il quadro generale viene determinato da alcuni trattati europei che sono blindati dal suo principale beneficiario, la Germania, perché non possano venire cambiati.
La commedia è evidente.

La plastica negli oceani, diminuisce l'ossigeno sul pianeta

Uno studio pubblicato il 14 maggio sulla rivista scientifica Nature mostra gli effetti dell'inquinamento plastico su un batterio marino che produce fino al 10% dell'ossigeno che respiriamo.

Ogni minuto, 18 tonnellate di plastica vengono scaricate nei mari e negli oceani, mettendo in pericolo gli ecosistemi marini. Questa triste situazione è ulteriormente aggravata da un nuovo studio pubblicato su Nature il 14 maggio. Quest'ultimo conclude che l'inquinamento plastico negli oceani minaccerebbe il proclorococco, batteri che da soli producono il 10 per cento dell'ossigeno che respiriamo.

Il debito è la questione nascosta di queste elezioni europee

I cittadini dell'Unione europea sono chiamati a votare questa settimana per il Parlamento europeo. Questo non è un vero parlamento, e non ha alcuna possibilità di diventarlo, poiché tutte le decisioni importanti sono prese dai capi non eletti della Commissione Europea e della Banca Centrale Europea, alias "la banca centrale peggio gestita del mondo".

Tuttavia, queste elezioni riflettono un sentimento generale di frustrazione nei confronti delle politiche attuali. I partiti conservatori e di estrema destra progrediranno, riflettendo un diffuso scetticismo nei confronti dello sviluppo economico dell'UE e della mancanza di benefici per la gente comune. Purtroppo, la sinistra dominante trascura questi problemi e ne pagherà il prezzo.

23 maggio 2019

Giovanni Falcone, i misteri della strage di Capaci 27 anni dopo.
L’esplosivo, i mandanti, una donna nel commando

Nonostante le sentenze abbiano condannato più di venti mafiosi, sull'attentato del 23 maggio 1992 restano ancora molte ombre. Buchi neri, dettagli mai chiariti, piste mai battute. E poi fantasmi che compaiono e scompaiono sullo sfondo del cratere aperto dall'esplosivo sull'autostrada tra Palermo e Capaci. Già, l'esplosivo: che tipo di esplosivo? E perché Riina non fa uccidere il giudice a Roma, dove girava spesso senza scorta? E ancora: c'era davvero una donna sul luogo della strage?

Sulla carta è la”più ovvia“delle stragi. Il nemico numero uno di Cosa nostra ucciso da Cosa nostra. E invece di ovvio nella strage di Capaci c’è poco, molto poco. In 27 anni si sono celebrati quattro processi, con più di venti mafiosi condannati all’ergastolo. Un quarto di secolo d’indagini ha ricostruito passo passo la fase esecutiva dell’Attentatuni, il più grande attentato della storia di Cosa nostra. Eppure su quel botto spaventoso che uccise Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro Vito Schifani, restano ancora molte ombre. Buchi neri, dettagli mai chiariti, piste mai battute.

''Globalizzazione devastante: La tecnologia prende il comando su di noi''


"La Globalizzazione ha abbassato la potenza intellettuale dell'uomo con la tecnologia che ha preso il comando su di noi. Un semplice cellulare ha cambiato il nostro tempo e non l'ha aumentato ma ridotto, abbassando la nostra capacità di controllo".

Giulietto Chiesa: "Così andiamo verso una guerra di sterminio mondiale"


Dalla lettura dei documenti prodotti dal Pentagono già lo scorso novembre è sempre più evidente il rischio di uno scontro mondiale, anche con utilizzo di armi atomiche, che vede il contrapporsi degli Stati Uniti d'America contro Russia e Cina. È possibile fermare la deriva?

22 maggio 2019

Vaccini a 5 stelle: cronaca di un tradimento

Il documento che segue è un dossier di 70 pagine che documenta il trasformismo di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle nell'arco del tempo, nei confronti delle politiche vaccinali nazionali. Iniziando come i più coraggiosi divulgatori dei problemi delle vaccinazioni, quando il Movimento 5 Stelle non si faceva problemi a dire la cosa giusta anche se scomoda, ha poi attraversato una fase di ipocrisia che è approdata, ora che sono al governo, nel dire la cosa comoda anche se è ingiusta. Anche su temi di primaria importanza, come la salute dei nostri figli e dei nostri nipoti.

20 maggio 2019

La McDonaldizzazione della Filosofia

Mentre le società si evolvevano oltre l’era pre-industriale, sono diventate sempre più dominate dalla burocrazia. In ogni caso, la forma finale della burocrazia è la McDonaldizzazione (Ritzer, 1996). Rappresenta un’ampia gamma di burocrazie dominate dai principi del settore del fast food, ovvero: efficienza, valutabilità, prevedibilità e controllo. Questi principi stanno piano piano arrivando a dominare sempre più settori della società, sia in America che all’estero. Sfortunatamente, la McDonaldizzazione adesso sta influenzando la stessa filosofia.

Come uomini e donne di pensiero, non dobbiamo trascurare questo pericolo. Non dobbiamo permettere che il campo della filosofia divenga permanentemente McDonaldizzato da potenti amministratori, burocrati ritualistici, imprenditori alla ricerca del profitto e politici dilettanti. È tempo di usare il potere delle idee per combattere questa usurpazione della saggezza.

Privacy: Dal Pre-Crimine di Minority Report alla società del controllo orwelliana, quando la realtà supera la fantasia

Non si può scappare, non ci si può nascondere: la tecnologia di riconoscimento facciale sta avanzando ad un ritmo sempre più veloce, sta diventando sempre più diffusa e precisa, e stiamo entrando nella fase del non ritorno.

Secondo i ricercatori di Georgetown le agenzie di Chicago e Detroit hanno acquistato sistemi di riconoscimento facciale. Nel frattempo, a San Francisco, un'attesa legge sulla privacy è stata approvata. Nel Regno Unito un uomo non identificato è stato arrestato per aver nascosto il suo volto dalla tecnologia di riconoscimento facciale ed è stato multato con ammenda di 90 sterline per comportamento insano e disordinato.

19 maggio 2019

€uro: una questione di classe

Nell'ambito del dibattito sull'Europa pubblichiamo un interessante intervento di Thomas Fazi

[Ringraziando Stefano Tancredi, Robin Piazzo e Domenico Cerabona Ferrari per il bell'incontro di ieri a Settimo Torinese, riporto il testo del mio intervento, in cui rispondevo alla seguente domanda: «Un singolo Stato può “reggere” dal punto di vista economico l’uscita dalla realtà economica neoliberista dell’UE? Se “no” perché? È più opportuno un processo di riforme economiche nel contesto europeo? Come rapportarsi ai vincoli economici imposti dall’UE? Se si può “reggere” questa uscita come? Quali strategie adottare? Si deve ritornare alla propria moneta? È possibile un’alleanza economica con altri Stati dalla struttura economica più simile alla nostra?»].

18 maggio 2019

Siria, Roger Waters dopo il rapporto su Douma pretende le scuse del Guardian

E ai governi Usa e Ue: "Che le immagini di queste vittime innocenti possano perseguitarvi"
La leggenda del rock Roger Waters si è riferito al recente studio presentato dal "Gruppo di Lavoro, Propaganda e Media" sulla Siria, omesso dall'OPCW che ha, di fatto, confermato che l'attacco con armi chimiche a Douma, in Siria, ad aprile 2018, è stata una messa in scena dei sedicenti "caschi Bianchi" per incolpare il governo siriano e scatenare una guerra contro Assad. Per Waters, adesso, i Governi di Francia Gran Bretagna e USA saranno perseguitati dalle immagini di innocenti morti per la farsa dei 'caschi bianchi', creduti dai governi occidentali.

11 maggio 2019

Venezuela: 37 crimini di odio per mano del fascismo nel 2019

Finora, quest'anno, una crescita accelerata dei crimini motivati dall'odio ha segnato la tabella di marcia dell'anti-chavismo degli operatori per il cambio di regime.

In ciascuno dei momenti più alti degli ultimi mesi (autoproclamazione di Guaidó, sabotaggio elettrico e colpo di stato fallito), gruppi estremisti emergono per assediare la popolazione Chavista. Ad oggi, almeno 37 di questi crimini sono stati eseguiti sotto la promozione diretta dell'alto comando politico degli Stati Uniti e della leadership locale del fascismo venezuelano. 

CHE COS'È UN CRIMINE D'ODIO E CHI LO COMMETTE?

I crimini motivati dall'odio sono quegli attacchi che mettono a rischio la vita di gruppi di persone perché hanno una ferma identità culturale, religiosa o politica.

10 maggio 2019

Più di 100 scienziati di 50 paesi prevedono una "sesta estinzione di massa" sulla Terra

Più di 100 scienziati di 50 paesi credono che la Terra sia all'inizio di una nuova "estinzione di massa" segnata dalla scomparsa di specie ad un ritmo allarmante, principalmente a causa dell'azione umana.

Ma non è la prima: negli ultimi 500 milioni di anni, il pianeta ha vissuto cinque episodi in cui almeno la metà di tutti gli esseri viventi è stata sradicata in un batter d'occhio, nella prospettiva della storia geologica. In totale, più del 90% degli organismi che hanno camminato, nuotato, volato o strisciato sono scomparsi.

3 maggio 2019

Notre Dame di Gaza

Mentre i 93 metri della guglia della cattedrale di Notre Dame de Paris precipitavano tragicamente in diretta televisiva, i miei pensieri si sono diretti al campo profughi di Nuseirat, il luogo della mia infanzia nella Striscia di Gaza.
Poi, pure in televisione, ho visto un piccolo bulldozer darsi da fare senza speranza attraverso le macerie della moschea del mio quartiere. Sono cresciuto accanto a quella moschea. Vi ho trascorso molte ore insieme con mio nonno, Mohammed, un profugo dalla Palestina storica. Prima che il nonno diventasse profugo era un giovane imam di una piccola moschea nel suo villaggio da lungo tempo distrutto di Beit Daras.

1 maggio 2019

Glifosato: Un nuovo studio dimostra che gli effetti sulla salute possono essere trasmessi ad altre generazioni

Un nuovo studio pubblicato su Nature (23 apr 2019) ha scoperto che i danni causati dal glifosato, l'erbicida più usato in agricoltura e giardinaggio in tutto il mondo, possono essere trasmessi ai ratti di seconda e terza generazione se esposti ad esso.
È il primo studio nel suo genere a documentare gli effetti transgenerazionali della sostanza chimica tossica

Questa analisi mostra come i discendenti dei discendenti dei discendenti esposti all'erbicida avessero maggiori probabilità di sviluppare malattie della prostata, dei reni e delle ovaie, obesità e anomalie alla nascita.
Secondo lo studio le valutazioni dei rischi dovrebbero tener conto della capacità delle sostanze chimiche di influenzare le generazioni future attraverso effetti transgenerazionali, piuttosto che limitarsi a considerare gli impatti sulla salute derivanti dall'esposizione diretta:

30 aprile 2019

Clima: Catastrofe ineluttabile

Gli interventi di Leonardo Mazzei sul cosiddetto "riscaldamento globale" — Clima 1 - E se fosse la lobby nucleare? (18 marzo 2019). Clima 2 - Quelli che non se la bevono(25 marzo 2019). Clima 3 - Nessuna catastrofe in vista (1 aprile 2019). Clima 4 - La bufala dell'aumento degli "eventi estremi" (11 aprile 2019). Clima 5 - Tutta colpa della CO2?(26 aprile) — hanno suscitato apprezzamenti e critiche.
Tra le critiche pubblichiamo quella appena giunta in redazione.

LA TEORIA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE CRITICA DEL NEGAZIONISMO
in risposta a LEONARDO MAZZEI
Prima di iniziare vorrei inviare un caldo ringraziamento all’amico Maurizio Fratta che mi ha accompagnato in questo studio con preziosi suggerimenti. Invito altresì il lettore a non perdere la lettura delle note dove ho trasferito lunghe citazioni che avrebbero appesantito il testo. 

29 aprile 2019

Antisemitismo: "Un trucco che funziona sempre"

Persino il grande New York Times ha dovuto chinare la testa di fronte al ricatto dell' "antisemitismo". Dopo aver pubblicato la vignetta che vedete a margine, nella quale il presidente Trump viene ritratto al guinzaglio di un Netanyahu che lo porta a spasso a piacimento, il giornale newyorkese ha dovuto fare ammenda, ritirando la vignetta in questione. 

In un annuncio dato sul loro account di Twitter, il New York Times ha scritto:

28 aprile 2019

USA: La polizia riceve droni per il controllo della folla e ricerca di sospetti

I dipartimenti di polizia degli Stati Uniti continuano a fare del loro meglio per acquisire droni per una serie di usi a tutto campo, grazie al fatto che il Department of Homeland Security sta finanziando il loro arrivo nelle comunità locali.

Portsmouth, New Hampshire, è l'ultima a ricevere fondi federali per un importo di 75.000 dollari, per "un grande drone, due droni medi e alcuni più piccoli", secondo un rapporto del Portsmouth Patch.

C'è stata una resistenza ai piani per l'uso di droni in molte delle città in cui sono apparsi, in particolare a Los Angeles, Sacramento e Chicago, dove alcuni dettagli sull'uso dei droni non sono stati completamente trasparenti.

27 aprile 2019

Wikileaks: "Le autorità statunitensi vogliono accusare Assange di spionaggio", ovvero pena di morte

L'11 aprile, l'Ecuador ha ritirato l'asilo diplomatico ed espulso Julian Assange dalla sua ambasciata a Londra, dopo di che è stato arrestato dalla polizia britannica e imprigionato nel carcere di Belmarsh.

"Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta cercando di costruire un'accusa contro Julian Assange basata sull'accusa di spionaggio, le condanne per spionaggio possono essere punite con la morte", ha denunciato oggi WikiLeaks attraverso il suo account Twitter.

26 aprile 2019

«NATO: dal welfare al warfare»

70 anni di Nato. Intervista a Michel Chossudovsky sui 70 anni della Nato: «Non è un'Alleanza, comandano gli Usa, vogliono più spesa militare in tutta Europa, pronti a nuovi conflitti armati, anche nucleari»

Al convegno internazionale «I 70 anni della Nato: quale bilancio storico? Uscire dal sistema di guerra, ora», svoltosi a Firenze la scorsa settimana - più di 600 i partecipanti dall'Italia e dall'Europa -, ha partecipato quale principale relatore Michel Chossudovsky, direttore di Global Research, il centro di ricerca sulla globalizzazione (Canada), copromotore del Convegno insieme al Comitato No Guerra No Nato e ad altre associazioni italiane. A Michel Chossudovsky - uno dei massimi esperti internazionali di economia e geopolitica, collaboratore dell'Enciclopedia Britannica, autore di 11 libri pubblicati in oltre 20 lingue - abbiamo rivolto alcune domande.

24 aprile 2019

Paolo Bellavite: è il morbillo la nuova peste?


Claudio Messora, su Byoblu, intervista Paolo Bellavite, medico chirurgo specializzato in ematologia clinica e di laboratorio, con un diploma di perfezionamento in Statistica Sanitaria ed Epidemiologia, collaboratore di un gruppo tecnico della Lega per contribuire al superamento del famigerato DDL Lorenzin sull'obbligatorietà dei vaccini. Bellavite ha contribuito attivamente a migliorare il DDL 770, che dovrebbe vedere la luce in Senato entro l'estate. In questa intervista vi parlerà del temibile morbillo, dell'efficacia dei vaccini, del problema degli immunodepressi, di case farmaceutiche e di molte altre cose interessanti.

18 aprile 2019

Piccoli Frankenstein: tutto quello che non sapete sulla transizione di genere

Farmaci che bloccano la pubertà, mastectomie, chirurgia vaginale e finti peni, il tutto senza alcuna possibilità di ripristino, sono solo alcuni dei drastici metodi sperimentali utilizzati sui bambini. Questa follia deve finire.

Immaginate di essere il genitore di un bambino di cinque anni che un giorno, innocentemente, vi dice di essere una ragazza. Ovviamente, la reazione naturale sarebbe quella di sorridere, non di telefonare alla più vicina clinica per la transizione di genere. Non avete idea di come il vostro bambino sia arrivato a credere a una cosa del genere, forse era stato qualcosa che aveva sentito a scuola, o forse un programma visto in televisione. In ogni caso, [il vostro bambino] continua a dire che si “identifica” come una femmina.

Bamiyan, Babilonia, Palmira, Notre Dame

I Budda di Bamiyan sono stati distrutti da una setta intollerante che pretendeva di seguire l’Islam. Tutta l’Asia buddista era in lutto. In Occidente è stato a malapena notato.

Quello che restava delle rovine di Babilonia e del museo Nabucodonosor è stato occupato, saccheggiato e vandalizzato da una base di Marines usamericani durante l’operazione Shock and Awe [Colpisci e terrorizza] nel 2003. L’Occidente non ha notato niente.

A Palmira, un’oasi leggendaria sulla Via della Seta, vaste parti della città sono state distrutte da un’altra setta intollerante che pretendeva di seguire l’Islam, sotto la protezione di certi « servizi d’intelligence » occidentali. Anche in questo caso, l’Occidente non ha notato niente.

17 aprile 2019

17 Aprile: Giornata Internazionale dei Prigionieri Palestinesi

All’inizio del secolo XXI lo spirito delle leggi di Israele indica che l’obiettivo dello Stato è servire gli ebrei, ... chiunque non provenga da viscere ebraiche e viva a Jaffa o a Nazareth sentirà che lo Stato in cui è nato non sarà mai suo”.  (dal libro ‘L’invenzione del popolo ebreo?  Aurore: Shlomo Sand)
Il fascismo consiste soprattutto nel non limitarsi a fare politica e pretendere di fare storia” (dichiarazione dello scrittore rafael Sànchez Ferlosio).

“Assassinare 300 palestinesi a Gaza è stata una decisione saggia” ha dichiarato Netanyahu, l’assassino. Ha dichiarato anche che invaderà tutta la Palestina e se la prenderà. L’assassino dichiara che continuerà a rubare. Lo stesso assassino che è stato rieletto dalla maggioranza dei sionisti nelle ultime elezioni, perchè continui ad ignorare il Diritto Internazionale ed i diritti del Popolo Palestinese.

16 aprile 2019

80 colpi: l’esercito può sparare su chi vuole, a Rio de Janeiro

Fermarsi ed identificarsi al posto di blocco militare non è stato sufficiente. La pattuglia dell’esercito apre il fuoco contro la vettura in cui viaggiavano quattro persone della stessa famiglia accompagnate da una amica. Il conducente agonizza sul posto tra le grida e le suppliche delle moglie. I soldati pur rendendosi conto della situazione non offrono alcun aiuto, anzi, arrivano a deridere e insultare le vittime. Il conducente muore.

Dopo una settimana di silenzio delle autorità oggi il vice presidente della repubblica, il generale Hamilton Mourão, ha aperto una inchiesta interna per sapere il motivo di una azione così disastrosa: “come mai di ottanta colpi sparati c’è stata soltanto una vittima? Se i soldati avessero avuto una buona mira non si sarebbe salvato nessuno”.

15 aprile 2019

Benlysta, il farmaco GSK per il lupus che provoca il suicidio e può causare la morte

La farmaceutica GlaxoSmithKline ha inviato ai medici una lettera in cui afferma di aver osservato negli studi clinici un aumento del rischio di gravi episodi psichiatrici (depressione, ideazione/comportamento suicida o autolesionismo) nei pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES) in trattamento con il farmaco Benlysta (belimumab).

La società è giunta alla conclusione dopo aver condotto uno studio randomizzato di un anno su 4.003 pazienti con LES. Benlysta è indicato come trattamento per gli adulti con lupus eritematoso sistemico attivo nonostante il trattamento standard.

Perché il FMI adotta la lotta al Riscaldamento Globale?

Il Fondo Monetario Internazionale è un’istituzione benemerita che lavora instancabilmente da settantacinque anni per la salvezza dell’Umanità. Purtroppo le solite menti astiose e sospettose attribuiscono al FMI ogni genere di crimine e nefandezza, accusandolo di essere la maggiore agenzia di lobbying delle multinazionali. Tanta ingenerosità dovrebbe arrendersi di fronte alla constatazione che attualmente la maggiore preoccupazione delle anime belle del FMI è il riscaldamento globale dovuto alle emissioni di CO2. 
Il FMI ha addirittura svolto un ruolo pionieristico nella segnalazione e nella denuncia di questa emergenza ecologica. È infatti il FMI, dall’alto della sua illuminata preveggenza, a dettare al mondo l’agenda delle emergenze.

14 aprile 2019

La battaglia per l'alimentazione del futuro

Come faremo a garantire l'alimentazione di una popolazione di 8 miliardi e mezzo di persone per il 2030? La maggior parte della popolazione pensa che l'unico modo per ottenere questo risultato sia attraverso l'agricoltura commerciale su larga scala, che ora domina il mercato mondiale degli alimenti. Questa è la risposta sbagliata. La lotta per il cibo di domani inizia oggi. 

Il modo di produrlo ora influisce sulla produzione di un'alimentazione nutriente e un ambiente sano in futuro. L'agricoltura commerciale su larga scala, intensiva in capitale e in prodotti agrochimici, non solo non è la risposta alle esigenze produttive e di conservazione, ma mette anche a rischio l'approvvigionamento alimentare globale del futuro. È urgente rivalutare l'agricoltura governata dai principi della produzione agroecologica.

Il martirio di Julian Assange

L’arresto, giovedì scorso, di Julian Assange mette a nudo tutta la finzione del principio di legalità e dei diritti di una stampa libera. Le illegalità commesse dai governi ecuadoriano, britannico e statunitense nel sequestro di Assange sono inquietanti. Sono il presagio di un mondo in cui i meccanismi interni, gli abusi, la corruzione, le menzogne e i crimini, specialmente quelli di guerra, commessi dagli stati corporativi e dall’élite dominante mondiale saranno nascosti al pubblico.

Sono il presagio di un mondo in cui quelli che avranno il coraggio e l’integrità per denunciare l’uso improprio del potere verranno braccati, torturati, sottoposti a processi fittizi e condannati a pene detentive in isolamento. Sono il presagio di una distopia orwelliana, in cui le notizie sono sostituite da propaganda, futilità e intrattenimento. L’arresto di Assange, temo, segna l’inizio ufficiale del totalitarismo corporativo che condizionerà tutte le nostre vite.

13 aprile 2019

Così l’Unione Europea ha soffocato la libertà di Internet

Addio link facili, fine della libertà di circolazione dei contenuti sul web. Il Parlamento Ue ha infatti approvato la direttiva europea sul copyright. Con 348 voti a favore e 274 contrari, gli articoli 11 e 13 sono diventati realtà. «Non vi è stata nemmeno la possibilità di votare per gli emendamenti che avrebbero proposto la rimozione dei singoli articoli – possibilità persa per soli 5 voti contrari», scrive Riccardo Coluccini su “Motherboad”.

Gli sforzi dei cittadini, degli attivisti e degli esperti di Internet – culminati con la pubblicazione di una lettera contraria agli articoli 11 e 13, firmata dagli accademici di tutta Europa che si occupano di diritto informatico e proprietà intellettuale – non sono bastati a convincere la maggioranza degli europarlamentari a votare contro una direttiva «che introduce una macchina della censura preventiva, che dovrà filtrare ogni contenuto caricato online».

L’ignaro (?) Jovanotti, entusiasta dei “nemici” che denunciava

Oggi, non so come mai, mi è tornata in mente la favola dell’Ignaro Jovanotti. La conoscete? L’Ignaro Jovanotti era quello che a Sanremo 2000 cantava Cancella il debito” in riferimento ai debiti insostenibili dei paesi africani. Successivamente, nel 2005, cantava in concerto a Roma insieme a Piero Pelù e a Ligabue il pezzo pacifista “Il mio nome è mai più” in riferimento alla guerra in Iraq e alla crudeltà delle guerre in generale. Uno dei passaggi faceva più o meno “Io non le lancio più, le vostre sante bombe
Poi però, nel suo bel girovagare pallido e assorto tra Tv, radio e giornali, un giorno l’Ignaro Jovanotti fu invitato ad un incontro annuale tra i potenti economici del mondo, che si svolge praticamente a porte chiuse, e dove i giornalisti che possono entrare devono firmare delle liberatorie su quello che possono dire e quello che non possono dire. L’Ignaro Jovanotti dopo qualche settimana viene intervistato sull’accaduto. E racconta di aver incontrato «perFone per bene, perFone che non sono mantenute, capisci?». E continua: «Queste sono perFone che il lavoro lo creano, non aspettano mica la manna dal cielo…».

11 aprile 2019

Julian Assange andrebbe premiato non arrestato

L’arresto di Julian Assange era prevedibile perché oramai tutte le voci fuori dal coro, tutti i personaggi che sfidano il pensiero unico sono inaccettabili e vanno eliminati come si fa con un prodotto di fabbrica mal riuscito. L’accusa di un crimine orribile come lo stupro, temo sia il solito e puntuale pretesto per tentare di delegittimare chi si è permesso di sfidare certi poteri occulti. Così, dopo ben 7 anni in cui Assange è stato costretto a vivere da sequestrato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, oggi l’arresto.
A mio avviso la “colpa” di Assange e della sua Wikileaks è quella di aver svelato quei poteri che proliferano dietro le quinte della politica estera e che puniscono chi si permette di rendere note le loro gesta. La “colpa” di Assange è quella di aver palesato ciò che si cela dietro la maschera che i mass media costruiscono. Assange è come il personaggio che nel mito della Caverna di Platone si libera dalle catene e, uscendo in superficie, riesce a comprendere la verità. Una verità che Wikileaks ha reso nota, cercando di svegliare le coscienze assopite.

10 aprile 2019

Fino a quando pioveranno le bombe su Gaza?

Le equazioni sembrano sempre risolversi perfettamente per Benjamin Netanyahu. Il primo ministro israeliano, accusato di corruzione dalla giustizia del suo paese, non ha esitazioni ad ordinare una cataratta di missili sulla Striscia di Gaza quando sente che la sua credibilità è in gioco. Ma Netanyahu non si muove solo per semplice istinto di sopravvivenza; la sua formazione all’interno del sionismo, un’ideologia di ultra-destra e razzista, lo definisce come un leader cosciente che uno dei suoi principali obiettivi è reprimere (se possibile anche fino allo sterminio) il popolo palestinese.

9 aprile 2019

La soluzione a un unico stato ... ebraico!

Alcuni dei commentatori più avanzati sulla questione israelo-palestinese hanno convenuto tra loro che la "soluzione a uno stato" equivale a retorica vuota per la semplice ragione che la Palestina è già uno "stato unico": ha confini naturali, una rete elettrica e persino un prefisso internazionale (+972). Ma questa bellissima terra storica, che si estende dal fiume al mare, è dominata da un'ideologia straniera e ostile, razzista, suprematista e ignobile per gli indigeni del paese.

8 aprile 2019

Bruxelles e il nuovo strumento di tortura contro l'Italia

Se credevate che dopo il Trattato di Maastricht, il Fiscal Compact e l'Output Gap l'Entità Europoide avesse esaurito il suo già ricchissimo arsenale di proiettili da utilizzare contro l'Italia vi sbagliate di grosso.
Andiamo con ordine: la Cassa Depositi e Prestiti è una fondamentale istituzione finanziaria italiana che dall'unità d'Italia amministra il risparmio postale generalmente finanziando gli Enti Locali ma anche acquistando quote di assets nazionali considerati strategici. Ormai si tratta di uno dei pochi polmoni finanziari in mano allo stato per indirizzare e coordinare l'attività economica della nazione. Altra cosa da aggiungere è che la sua proprietà è in buona parte in mano al Ministero del Tesoro ma ci sono anche delle piccole partecipazioni in pano alle fondazioni bancarie italiane.

7 aprile 2019

Sovranità = Democrazia = Libertà: Una lunga guerra in seno all'U€


La sovranità, a seguito di centocinquant’anni di lotte, coincide con la democrazia, e la democrazia è la libertà di un popolo che possa decidere di sé. Quindi io ritengo che l’imperativo morale cui dovremmo attenerci è considerarci solidali come popolo nella ricerca della nostra sovranità, intesa come dignità sociale degli italiani in quanto tali.

4 aprile 2019

L'U€ sopravviverà alla sua stessa censura?

Secondo Tom Luongo, l’approvazione della Direttiva sul diritto d’autore (con il solito metodo-Juncker) è l’estremo e futile tentativo di un’oligarchia di eurocrati di controllare l’informazione attraverso la cooptazione delle maggiori piattaforme digitali. In particolare la link-tax e il filtro di upload, oltre ad essere normative liberticide, finiranno per essere del tutto inadeguate allo scopo di  bloccare le informazioni non allineate al mainstream.

La nuova, pervasiva, Direttiva UE sul diritto di autore è stata approvata dal Parlamento europeo, garantendo che il modo in cui usiamo internet cambierà in futuro. 
E non in meglio.
Le parti controverse sono l’articolo 11 e 13: la “link tax” e il “filtro di upload”. Per avere un’idea di quanto siano terribili queste nuove regole, potete guardare un po’ ovunque su internet, soprattutto quest’articolo di Gizmodo (che spero non mi addebiti la link tax per aver messo questo link!).