Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

8 dicembre 2017

Trump a Gerusalemme: bomba a neutroni o petardo bagnato?

Di Fausto Giudice Фаусто Джудиче فاوستو جيوديشي
Lo sbruffone che occupa la Casa Bianca colpisce ancora: ha appena annunciato che riconoscerà Gerusalemme come capitale di Israele. Le reazioni non si sono fatte attendere, da Ramallah a Gaza, da Amman a Jendouba (Tunisia). Come per magia, gli “Arabi” si sono risvegliati. Gli Arabi, da un secolo non smettono di svegliarsi, per poi riaddormentarsi, nell’attesa della prossima occasione per risvegliarsi. Immaginate: la Lega araba forse terrà una “riunione straordinaria” sabato o domenica. Staremo a vedere.

Ma accipicchia, sono cinquant’anni che Gerusalemme, perlomeno la sua parte occidentale, fa da capitale di Israele! Cosa potrà mai cambiare se l’ambasciata USA viene spostata da Tel Aviv a Gerusalemme? È un simbolo, qualcuno mi risponderà. D’accordo, allora continuate pure ad indignarvi per i simboli, e lasciate perdere la realtà. I dirigenti arabi hanno tradito il popolo palestinese per quasi un secolo, e i loro cittadini hanno di fatto incassato il tradimento senza farsi troppi scrupoli. Qualche rodomontata qua e là da parte di deputati nazionalisti arabi o islamisti non cambierà nulla, in questa situazione.

Certamente non ci sarà una nuova intifada, solo tre brevi giorni di rabbia stabiliti dai poltronisti di Ramallah, giusto il tempo di un weekend prolungato. Il popolo palestinese si è fatto fregare a Oslo e ha capito la lezione. Non ci saranno nemmeno due Stati che vivono armoniosamente fianco a fianco in terra palestinese. Non ci sarà che un solo Stato, lo Stato “ebraico”, in cui gli ebrei saranno la minoranza e finiranno per dover piegarsi alla volontà della maggioranza, o a fare come il milione di loro simili che hanno già votato con i piedi e sono andati a vivere altrove.

Lo sbruffone della Casa Bianca entrerà indubbiamente nella storia come colui che ha dato una spinta decisiva verso la fine dello Stato “ebraico”.




Per concessione di Tlaxcala
Fonte: https://bastayekfi.wordpress.com/2017/12/07/trump-a-jerusalem-bombe-a-neutrons-ou-petard-mouille/
Data dell'articolo originale: 07/12/2017
URL dell'articolo: http://www.tlaxcala-int.org/article.asp?reference=22215 

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)