1 aprile 2021

Deputato dell’Ontario ► "I lockdown finiranno quando la gente “si alzerà e rivendicherà le proprie libertà”

"Dobbiamo renderci conto che tutto questo finirà solo quando lo decideremo noi… e la sottomissione e l’obbedienza perpetuano i lockdown”, afferma il deputato Randy Hillier.

Il deputato indipendente dell’Ontario Randy Hillier ha detto in un energico messaggio video che “l’osservanza e l’obbedienza” della gente perpetuano i lockdown per il coronavirus di Wuhan e finirà solo quando la gente “si alzerà in piedi” e si riprenderà le proprie libertà.

“Dovrebbe essere chiaro a tutti, ormai, che mentre entriamo nel nostro secondo anno di isolamento, indipendentemente da quanto si obbedisca, indipendentemente dal fatto che ci si conformi a queste oltraggiose misure e ordini illegali, il lockdown Covid non finirà. Non finirà fino a quando le persone non si alzeranno in piedi e affermeranno le proprie libertà e sosterranno la nostra costituzione e lo stato di diritto“, ha commentato Hillier in un messaggio video pubblicato sulla sua pagina Twitter lunedì.Nel suo messaggio video, Hillier ha detto che le attuali misure in vigore “ostentatamente anti-Covid non hanno nulla a che fare con il Covid“, e che non c’è “nessuna ragione per temere o considerare gli altri pericolosi“.

“Il rischio di contrarre la malattia è minimo per chiunque, a meno che non si sia molto anziani, molto malati e in lungodegenza. Quelle sono le persone che stanno affrontando un grave rischio. Dobbiamo renderci conto che tutto ciò non finirà finché non lo decideremo noi“, ha ribadito Hillier.

“Per tutti coloro che stanno conformandosi … La vostra obbedienza e osservanza perpetua le chiusure, i lockdown e la fine delle nostre libertà. Unitevi alla resistenza. Unitevi a No more lockdowns.ca. Uniamoci e viviamo le nostre vite“.

La provincia dell’Ontario ha un sistema di lockdown a cinque livelli codificati a colore. Tutte le sezioni “colorate” prevedono alcune restrizioni ai raduni all’aperto.

Hillier è deputato per il distretto Lanark – Frontenac – Kingston, che è passato al livello di blocco “rosso” il 22 marzo.

Ha criticato aspramente il passaggio della sua area in zona “rossa” e si è anche scagliato contro il premier dell’Ontario Doug Ford e il primo ministro Justin Trudeau.

“Tutte le nostre strutture sanitarie sono state incoraggiate e potenziate da un premier debole, da un primo ministro debole, da premier e rappresentanti eletti deboli ovunque nel nostro paese“, ha detto Hillier. “Sono codardi, sono pavidi, sono disinformati e hanno permesso alle nostre strutture sanitarie pubbliche e ai relativi funzionari di adottare misure oltraggiose e ingiustificate che sono il segno distintivo dei regimi autoritari“.

Ford aveva espulso Hillier dal Partito Progressista Conservatore dell’Ontario prima del coronavirus, nel 2019, per presunti commenti fatti a un genitore di un bambino autistico. Hillier ha dichiarato che è sua opinione che sia stato espulso dal partito a causa di divergenze con due consiglieri anziani di Ford.

Per quanto riguarda Hillier, è stato un accanito critico dei lockdown come risposta al virus di Wuhan e delle misure messe in atto dal governo, e ha ripetutamente dichiarato che “il rischio di ammalarsi di coronavirus è minimo a meno che non si sia anziani, molto malati o in una casa di cura a lunga degenza.”

Hillier fa parte del gruppo apartitico “End the Lockdowns National”, che afferma di essere un gruppo “unito nella ricerca della verità e deciso a garantire un dibattito aperto, onesto e pubblico sulla risposta del governo al COVID-19”.

I membri fondatori del gruppo includono Hillier, il leader del People’s Party of Canada Maxime Bernier e il deputato indipendente Derek Sloan, che è stato recentemente allontanato dal partito conservatore federale.

Hillier non è l’unico politico dell’Ontario che si è espresso contro il lockdown per il virus di Wuhan.

Il deputato indipendente dell’Ontario Roman Baber è stato recentemente espulso dal partito PC da Ford per essersi opposto ai lockdown COVID. Ora sta facendo causa al governo per le restrizioni relative agli incontri di preghiera all’aperto.

La dottoressa dell’Ontario Kulvinder Gill, che si è espressa sui social media contro i lockdown e i vaccini, è stata avvertita dal proprio collegio medico locale che i suoi punti di vista rappresentano un “comportamento irresponsabile” che diffonde “informazioni fuorvianti” sul virus.

In ottobre, il dottor Stephen Malthouse, un medico canadese della Columbia Britannica con più di 40 anni di esperienza come medico di famiglia, ha fatto scalpore per aver scritto al responsabile medico della sua provincia denunciando la politica dei lockdown del governo.

A gennaio, Malthouse ha fatto parte del gruppo di 13 medici che hanno scritto a Ford per criticare i lockdown e il licenziamento di Baber.

Il dottor Gil Nimni, un medico del pronto soccorso di York, Ontario, ha detto che i lockdown che mandano le persone in “rovina finanziaria”, non sono la “risposta” alla crisi del coronavirus e che è in pieno disaccordo con i colleghi che vanno sui social media “farneticando” di pronto soccorso pieni.

Anthony Murdoch – LifeSiteNews – 24 marzo 2021

Fonte: https://www.lifesitenews.com/news/ontario-mpp-lockdowns-will-end-when-people-stand-up-and-assert-their-freedoms

Tradotto da Arrigo de Angeli e Cinthia Nardelli per ComeDonChisciotte

Seguici sul canale telegram  @VociDallaStrada

3 commenti:

  1. GUERRA ALL’UMANITA’
    estratto dal taqquino dei Rockefeller per i loro sicari e demoni, attenzione il Virus COVID19 è una invenzione, nei loro laboratori hanno creato un’arma biologica che chiamano COVID19 E VIENE SPRUZZATO dagli aerei proprio come le scie chimiche. Il Virus è solo una copertura per giustificare tutti i provvedimenti liberticidi e omicidi che stanno facendo. Il virus presunto non è mai stato ne isolato, ne sequenziato e tutti i tamponi sono falsi. Sottolineo che COVID19 e WIFI 5 G sono strettamente collegati. LE VACCINAZIONI SERVONO S TRASFORMARVI IN CYBORG.

    Prima fase ( già eseguita): creare e diffondere un virus estremamente contagioso, ma con un basso tasso di mortalità. Far sì che i media causino un'isteria di massa al riguardo facendo esplodere il numero dei decessi, falsificando i certificati dei decessi, utilizzando dei kit per i test già pre-contaminati, contando i test due volte e classificando la maggioranza dei decessi non collegati come COVID19. Un confinamento totale di circa 3 mesi lentamente prolungato nel tempo a più intervalli condizionerà la popolazione a vivere sotto misure di restrizione draconiane e si ripeterà a più riprese che un vaccino è necessario. Reprimere attivamente le manifestazioni e isolare gli istigatori per mezzo di severe sanzioni finanziarie e giudiziarie. Mantenere la quarantena per così tanto tempo che sia possibile, in modo da distruggere l’economia dei paesi, spaccare la catena degli approvvigionamenti per procurare penurie alimentari, disordini cvili e altre manifestazioni. Finalmente, mettere fine al confinamento della fase 1 allorché aumenta la repressione pubblica. Indicare chiaramente nei media che mettere fine al confinamento è forse troppo presto, ma autorizzatelo lo stesso.

    RispondiElimina
  2. Seconda fase ( in corso) : il confinamento, la paura e il distanziamento sociale comprometteranno progressivamente il sistema immunitario della popolazione, amplificato dal dover portare le maschere, una esposizione più lunga al WIFI 5G all’interno, e una esposizione ridotta al sole, a l’aria fresca, dei batteri sani e l’assenza di intimità e di cibi sani. Allorché le genti riappariranno nella società, più persone si ammaleranno, e ciò sarà imputato al COVID19 e sarà di nuovo sottolineato dalle autorità della salute. Evocate il bisogno potenziale di un secondo confinamento, sostenuto da un numero di infezioni sovraestimato verso Agosto 2020. Tutto questo si produce prima che la vaccinazione non sarà pronta, per giustificarla. Verso Ottobre-Novembre, infliggete un confinamento più lungo ( 6 mesi o di più) e più potente seguirà fino a che tutto il mondo prende il vaccino. Questa volta, le pene per la disobbedienza civile saranno aumentate e le ammende sono rimpiazzate con pene di imprigionamento. Incolpate i manifestanti per la nuova ondata della pandemia. Istituite più punti di controllo con l’assistenza dei militari, introducete applicazioni obbligatorie Track & Trace e prendete il controllo degli approvvigionamenti e dei servizi del cibo, del gas per i quali i civili hanno ormai bisogno di una autorizzazione per potervi accedere. Continuate ad estendere il confinamento, a degradare la catena di approvvigionamento ed a amplificare le penurie alimentari. Calmate l’indignazione pubblica utilizzando una azione e una forza estrema e designate i capi dell’opposizione come il nemico pubblico n.1. Distribuite dei programmi di vaccinazione in grande scala e rendete la certificazione sanitaria obbligatoria e una condizione prima per entrare dentro una nuova normalità. La minoranza che sfida l’ordine del giorno si vedrà rifiutare l’accesso al lavoro o alle forniture e non sarà autorizzata a viaggiare.

    Terza fase: Se la maggioranza delle genti resiste al vaccino, sarà rilasciato un virus SRAS/VIH/MERS con un tasso di mortalità del 30% più elevato che il COVID19 e sarà di nuovo data la colpa ai manifestanti. Questa sarà l’ultima spinta poiché ciascuno accetterà la vaccinazione e le regole del nuovo sistema. Un sistema di Cripto-moneta ( brevetto internazionale wo/2020/060606) sarà messo in opera in combinazione con l’attività dell’organismo di sorveglianaza numerico ID2020, il nuovo sistema economico userà per sottomettere l’umanità e il comportamento umano per mezzo del cibo/dell’alloggio/dell’accesso all’acqua. Fondamentalmente: fate quello che noi vogliamo e sarete ricompensati con dei crediti e otterrete dei privilegi altrimenti andrete contro il sistema e sarete penalizzati e perderete l’accesso ai mezzi di sussistenza necessari.

    RispondiElimina
  3. Hai dei link,riferimenti a riguardo?

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)