Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

22 febbraio 2012

LA VERITA' SULLA GRECIA

LETTERA ALL'OPINIONE PUBBLICA DI MIKIS THEODORAKIS
Esiste un complotto internazionale che ha l'obiettivo di cancellare il mio paese. E’ iniziato nel 1975 opponendosi alla civiltà neo-greca, è continuato con la distorsione sistematica della nostra storia contemporanea e della nostra identità culturale e adesso sta cercando di cancellarci anche fisicalmente con la mancanza di lavoro, la fame e la miseria. Se il popolo greco non prende la situazione in mano per ostacolarlo, il pericolo della sparizione della Grecia è reale. Io lo colloco entro i prossimi 10 anni.
Di Mikis Theodorakis
Spitha-kap.gr
Di noi, resterà solo la memoria della nostra civiltà e delle nostre battaglie per la libertà. Fino al 2009 il problema economico non era grave. Le grandi ferite della nostra economia erano la spesa esagerata per la difesa del paese e la corruzione di una parte dei politici e dei giornalisti. Per queste due ferite, però, erano corresponsabili anche dei paesi stranieri.
Come la Germania, la Francia, il Regno Unito e gli Stati Uniti che guadagnavano miliardi di euro da noi con la vendita annuale di materiale bellico. Questa emorragia continua ci metteva in ginocchio e non ci permetteva di crescere mentre offriva grandi ricchezze ai paesi stranieri.
Leggi tutto...

2 commenti:

  1. Ciao.
    La traduzione esatta e': "adesso sta cercando di cancellarci anche fisicamente".
    Perche' i traduttori italiani sono cosi' "timidi"?
    μας εξαφανίσουν και βιολογικά
    nell'originale in greco:
    http://www.iefimerida.gr/news/36880/μίκης-θεοδωράκης-υπάρχε-διεθνής-συνωμοσία-καταστροφής-της-ελλάδας

    exterminer physiquement nella traduzione francese sul sito di Theodorakis:
    http://fr.mikis-theodorakis.net/index.php/article/articleview/558/1/100/

    RispondiElimina
  2. Grazie Giuditta, ho corretto anche in Tlaxcala.
    Besos!

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)