Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

13 gennaio 2011

Crisi neoliberale e sofferenza umana

Il bilancio che faccio sul 2010 sarà differente. pongo l'accento su un dato poco segnalato nelle analisi: l’immensa sofferenza umana, la distruzione soggettiva, soprattutto dei disoccupati, a causa della riorganizzazione economica- finanziaria mondiale.
di Leonardo Boff
El Pais
Da molto si è verificata la “grande trasformazione” (Polanyi), ponendo l'economia come la spina dorsale della vita sociale, subordinando la politica e annullando l’etica. Quando l’economia entra in crisi, come succede attualmente, si sacrifica tutto per salvarla. Si penalizza la società, come in Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna ed anche negli Stati Uniti, in nome del risanamento economico. Ciò che dovrebbe essere un mezzo si diventa un fine a sé stesso.
Situato in situazione di crisi, il sistema neoliberale tende a radicalizzare la sua logica e a sfruttare ancora di più la forza del lavoro. Invece di cambiare rotta, è sempre lo stesso, caricando una pesante croce sulle spalle dei lavoratori.

Non si tratta di quello relativamente studiato dell’”assedio morale”, cioè, delle umiliazioni persistenti e prolungate dei lavoratori e lavoratrici per sottometterli, intimorirli e portarli a lasciare il lavoro. La sofferenza adesso è più generalizzata e diffusa, a volte più e a volte meno, colpendo l’insieme dei paesi centrali. Si tratta di una specie di “malessere della globalizzazione” in processo di erosione umanistica. 

Si manifesta in una sorta di depressione collettiva, distruzione dell’orizzonte della speranza, perdita perdita della gioia di vivere, desiderio di sparire dalla terra, e in molti casi, dal desiderio di togliersi la vita. A causa della crisi, le aziende e i suoi manager portano la competizione ai limiti estremi, stipulano mete quasi irraggiungibili, infondendo nei lavoratori angosce, paura e volte attacchi di panico. Da loro si esige tutto:  una consegna incondizionata e piena disponibilità, danneggiando la loro soggettività e distruggendo le relazioni familiari. Si calcola che nel Brasile circa 15 milioni di persone soffrono questo tipo di depressione, legata ai sovraccarichi lavorativi.

La ricercatrice Margarida Barreto, medico specialista in salute del lavoro, ha osservato in un sondaggio realizzato lo scorso anno su 400 persone, che circa un quarto di loro hanno avuto idee suicide a causa dele eccessive richieste sul lavoro. E diceva: “è necessario vedere l’intento di togliersi la vita come una grande denuncia delle condizioni di lavoro imposte dal neoliberalismo negli ultimi decenni”. Sono colpiti soprattutto i lavoratori del settore finanziario, altamente speculativo e orientato verso la massimizzazione del profitto. Una ricerca del 2009 fatta dal professore dell’Università di Brasilia, Marcelo Augusto Finazzi Santos, scoprì che tra il 1996 ed il 2005 si era suicidato un impiegato bancario ogni 20 giorni, a causa delle pressioni per raggiungere gli obiettivi, eccessi di compiti e paura della disoccupazione. 
I dirigenti attuali sono insensibili alla sofferenza dei suoi funzionari.

L’OMS stima che circa 3 mila persone si suicidano giornalmente, molte di esse a causa dell’eccessiva pressione del lavoro. Le Monde Diplomatique a novembre 2010 denunciò che tra i motivi degli scioperi di ottobre in Francia si trovava anche la protesta contro l’accelerato ritmo di lavoro imposto nelle fabbriche, che era causa di nervosismo, irritabilità e ansia. Si è tornati ad ascoltare di nuovo la frase del 1968 che recitava: “metrò, lavoro, letto”, aggiornandola adesso come “metrò, lavoro, tomba”. Cioè, malattie mortali o suicidio come effetto del super sfruttamento capitalista.

Nell' analisi che oggi si fanno sulla crisi attuale è importante incorporare questo dato perverso: l’oceano di sofferenza che viene imposto alla popolazione, principalmente ai poveri, con lo scopo di salvare il sistema economico, controllato da poche forze, tremendamente forti, ma disumanizzate e senza pietà. Un motivo in più per superarlo storicamente, oltre a condannarlo moralmente. In questa direzione si avvia la coscienza etica dell’umanità, ben rappresentata nei diversi incontri del World Social Forum, tra le tante.

Tradotto e segnalato per Voci Dalla Strada da VANESA

7 commenti:

  1. “LA FABBRICA DEL DISSENSO” IL MOVIMENTO DI ANTI-GLOBALIZZAZIONE E’ FINANZIATO DALLE ELITE CORPORATIVE
    http://www.altrainformazione.it/wp/2010/10/04/la-fabbrica-del-dissenso-il-movimento-di-anti-globalizzazione-e-finanziato-dalle-elite-corporative/
    ______

    L'eretico, ex frate francescano LERONARDO BOFF (sposato con una ex
    suora) insieme all'arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz,
    sono tra i relatori al 1º Forum Espiritual Mundial che si riunirà a
    Brasilia tra il 6 e il 10 dicembre.


    Un nuovo passo nell'intento di costruire una nuova religione
    planetaria al servizio del Nuovo Ordine Mondiale verrà dato a
    Brasilia dove tra il 6 e il 10 dicembre si riunirà il Primo Forum
    Spirituale Mondiale
    http://www.forumespiritualmundial.org.br/Portugues/default.asp .

    Il tema dell'incontro è "Valorizzare la diversità per la costruzione
    di una solidarietà planetaria" .

    Tra i partecipanti si annoverano Nestor Masotti, presidente della
    Federazione Spiritista Brasiliana ; Ricardo Lindemann, presidente
    della Società Teosofica in Brasile, Hélio Pereira Leite, Gran
    Maestro del Grande Oriente; l'ex frate francescano e teologo eretico
    Leonardo Boff (1), - attivo propagandista della Carta della Terra
    (2) - e l'arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz (3). Il
    cinquantanovenne arcivescovo introdurrà i lavori del Forum con una
    conferenza che ha per titolo: "La costruzione di una società
    planetaria".

    In preparazione a questo incontro si è svolto il Forum Spirituale
    Interreligioso in Spagna a Estrella-Lizzara, dal 23 al 29 giugno
    scorso, a cui hanno partecipato anche due sette virulentemente
    anticattoliche, la Comunidad Baha'i e Brahma Kumaris.

    Gli organizzatori del Forum di Brasilia sono la Unione Planetaria,
    che è un'associazione di cui fa parte la URI (Iniziativa delle
    Religione Unite) e la UNIPAZ.

    La URI è stata creta nel 2000 da Kofi Annan, segretario generale
    dell'ONU, e da Ted Turner, apertamente anticattolico, uno dei
    finanziatori più in vista sia delle iniziative interreligiose, sia
    dei programmi dell'ONU per il controllo della popolazione. Ted
    Turner è il padrone non soltanto della Cnn, ma anche il magnate
    della Time-Warner.

    I principi fondamentali della URI sono: la condanna della nozione
    tradizionale di evangelizzazione cristiana e il rifiuto di qualsiasi
    principio morale immutabile , ossia della legge morale naturale.
    Considera l'evangelizzazione come una forma di proselitismo, che non
    tollera, perchè la ritiene una forma di dominazione. E' favorevole
    all'aborto, all'abolizione della patria potestà , perché gli
    adolescenti possano avere piena libertà sessuale, alla
    legalizzazione delle unioni omosessuali.

    Tutto ciò è stato inserito nel documento finale dell' Incontro dei
    Leader Religiosi del 2000, che è stato chiamato Dichiarazione per la
    Pace nel Mondo. Naturalmente il rappresentante della Santa Sede, il
    Cardinale Arinze, non ha firmato questo documento.

    Tra le istituzioni-partner che hanno dato il loro appoggio al Forum
    si annoverano anche: FEB – Federação Espírita Brasileira; WAMY –
    Assembléia Mundial da Juventude Islâmica; Sociedade Teosófica do
    Brasil; ABRAWICCA – Associação Brasileira de Arte e Filosofia da
    Religião Wicca; MAÇONARIA – Grande Oriente do Distrito Federal –
    GODF/GOB; Organização Brahma Kumaris; Comunidade Bahá'i; Rotary de
    Brasília; ONU Brasil; Programa das Nações Unidas para o
    Desenvolvimento – Brasil.

    Dopo questa sintetica panoramica non ci si meraviglia tanto della
    presenza dell'ex francescano Leonardo Boff, di cui conosciamo
    le "performances", ma ciò che lascia allibiti - a dir poco - è la
    presenza dell'arcivescovo di Brasilia.

    Si comprende allora meglio perchè da un decennio almeno a questa
    parte i vescovi brasiliani abbiano perso almeno il 10 per cento dei
    fedeli…
    http://www.facebook.com/topic.php?uid=78736385987&topic=9534

    m

    RispondiElimina
  2. L'eretico, ex frate francescano LERONARDO BOFF (sposato con una ex
    suora) insieme all'arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz,
    sono tra i relatori al 1º Forum Espiritual Mundial che si riunirà a
    Brasilia tra il 6 e il 10 dicembre.


    Un nuovo passo nell'intento di costruire una nuova religione
    planetaria al servizio del Nuovo Ordine Mondiale verrà dato a
    Brasilia dove tra il 6 e il 10 dicembre si riunirà il Primo Forum
    Spirituale Mondiale
    http://www.forumespiritualmundial.org.br/Portugues/default.asp .

    Il tema dell'incontro è "Valorizzare la diversità per la costruzione
    di una solidarietà planetaria" .

    Tra i partecipanti si annoverano Nestor Masotti, presidente della
    Federazione Spiritista Brasiliana ; Ricardo Lindemann, presidente
    della Società Teosofica in Brasile, Hélio Pereira Leite, Gran
    Maestro del Grande Oriente; l'ex frate francescano e teologo eretico
    Leonardo Boff (1), - attivo propagandista della Carta della Terra
    (2) - e l'arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz (3). Il
    cinquantanovenne arcivescovo introdurrà i lavori del Forum con una
    conferenza che ha per titolo: "La costruzione di una società
    planetaria".

    In preparazione a questo incontro si è svolto il Forum Spirituale
    Interreligioso in Spagna a Estrella-Lizzara, dal 23 al 29 giugno
    scorso, a cui hanno partecipato anche due sette virulentemente
    anticattoliche, la Comunidad Baha'i e Brahma Kumaris.

    Gli organizzatori del Forum di Brasilia sono la Unione Planetaria,
    che è un'associazione di cui fa parte la URI (Iniziativa delle
    Religione Unite) e la UNIPAZ.

    La URI è stata creta nel 2000 da Kofi Annan, segretario generale
    dell'ONU, e da Ted Turner, apertamente anticattolico, uno dei
    finanziatori più in vista sia delle iniziative interreligiose, sia
    dei programmi dell'ONU per il controllo della popolazione. Ted
    Turner è il padrone non soltanto della Cnn, ma anche il magnate
    della Time-Warner.

    I principi fondamentali della URI sono: la condanna della nozione
    tradizionale di evangelizzazione cristiana e il rifiuto di qualsiasi
    principio morale immutabile , ossia della legge morale naturale.
    Considera l'evangelizzazione come una forma di proselitismo, che non
    tollera, perchè la ritiene una forma di dominazione. E' favorevole
    all'aborto, all'abolizione della patria potestà , perché gli
    adolescenti possano avere piena libertà sessuale, alla
    legalizzazione delle unioni omosessuali.

    Tutto ciò è stato inserito nel documento finale dell' Incontro dei
    Leader Religiosi del 2000, che è stato chiamato Dichiarazione per la
    Pace nel Mondo. Naturalmente il rappresentante della Santa Sede, il
    Cardinale Arinze, non ha firmato questo documento.

    Tra le istituzioni-partner che hanno dato il loro appoggio al Forum
    si annoverano anche: FEB – Federação Espírita Brasileira; WAMY –
    Assembléia Mundial da Juventude Islâmica; Sociedade Teosófica do
    Brasil; ABRAWICCA – Associação Brasileira de Arte e Filosofia da
    Religião Wicca; MAÇONARIA – Grande Oriente do Distrito Federal –
    GODF/GOB; Organização Brahma Kumaris; Comunidade Bahá'i; Rotary de
    Brasília; ONU Brasil; Programa das Nações Unidas para o
    Desenvolvimento – Brasil.

    Dopo questa sintetica panoramica non ci si meraviglia tanto della
    presenza dell'ex francescano Leonardo Boff, di cui conosciamo
    le "performances", ma ciò che lascia allibiti - a dir poco - è la
    presenza dell'arcivescovo di Brasilia.

    Si comprende allora meglio perchè da un decennio almeno a questa
    parte i vescovi brasiliani abbiano perso almeno il 10 per cento dei
    fedeli…
    http://www.facebook.com/topic.php?uid=78736385987&topic=9534

    m

    RispondiElimina
  3. L'eretico, ex frate francescano LERONARDO BOFF (sposato con una ex
    suora) insieme all'arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz,
    sono tra i relatori al 1º Forum Espiritual Mundial che si riunirà a
    Brasilia tra il 6 e il 10 dicembre.

    Un nuovo passo nell'intento di costruire una nuova religione
    planetaria al servizio del Nuovo Ordine Mondiale verrà dato a
    Brasilia dove tra il 6 e il 10 dicembre si riunirà il Primo Forum
    Spirituale Mondiale
    http://www.forumespiritualmundial.org.br/Portugues/default.asp .

    Il tema dell'incontro è "Valorizzare la diversità per la costruzione
    di una solidarietà planetaria" .

    Tra i partecipanti si annoverano Nestor Masotti, presidente della
    Federazione Spiritista Brasiliana ; Ricardo Lindemann, presidente
    della Società Teosofica in Brasile, Hélio Pereira Leite, Gran
    Maestro del Grande Oriente; l'ex frate francescano e teologo eretico
    Leonardo Boff (1), - attivo propagandista della Carta della Terra
    (2) - e l'arcivescovo di Brasilia, Mons. João Braz de Aviz (3). Il
    cinquantanovenne arcivescovo introdurrà i lavori del Forum con una
    conferenza che ha per titolo: "La costruzione di una società
    planetaria".

    In preparazione a questo incontro si è svolto il Forum Spirituale
    Interreligioso in Spagna a Estrella-Lizzara, dal 23 al 29 giugno
    scorso, a cui hanno partecipato anche due sette virulentemente
    anticattoliche, la Comunidad Baha'i e Brahma Kumaris.

    Gli organizzatori del Forum di Brasilia sono la Unione Planetaria,
    che è un'associazione di cui fa parte la URI (Iniziativa delle
    Religione Unite) e la UNIPAZ.

    La URI è stata creta nel 2000 da Kofi Annan, segretario generale
    dell'ONU, e da Ted Turner, apertamente anticattolico, uno dei
    finanziatori più in vista sia delle iniziative interreligiose, sia
    dei programmi dell'ONU per il controllo della popolazione. Ted
    Turner è il padrone non soltanto della Cnn, ma anche il magnate
    della Time-Warner.

    I principi fondamentali della URI sono: la condanna della nozione
    tradizionale di evangelizzazione cristiana e il rifiuto di qualsiasi
    principio morale immutabile , ossia della legge morale naturale.
    Considera l'evangelizzazione come una forma di proselitismo, che non
    tollera, perchè la ritiene una forma di dominazione. E' favorevole
    all'aborto, all'abolizione della patria potestà , perché gli
    adolescenti possano avere piena libertà sessuale, alla
    legalizzazione delle unioni omosessuali.

    Tutto ciò è stato inserito nel documento finale dell' Incontro dei
    Leader Religiosi del 2000, che è stato chiamato Dichiarazione per la
    Pace nel Mondo. Naturalmente il rappresentante della Santa Sede, il
    Cardinale Arinze, non ha firmato questo documento.

    Tra le istituzioni-partner che hanno dato il loro appoggio al Forum
    si annoverano anche: FEB – Federação Espírita Brasileira; WAMY –
    Assembléia Mundial da Juventude Islâmica; Sociedade Teosófica do
    Brasil; ABRAWICCA – Associação Brasileira de Arte e Filosofia da
    Religião Wicca; MAÇONARIA – Grande Oriente do Distrito Federal –
    GODF/GOB; Organização Brahma Kumaris; Comunidade Bahá'i; Rotary de
    Brasília; ONU Brasil; Programa das Nações Unidas para o
    Desenvolvimento – Brasil.

    Dopo questa sintetica panoramica non ci si meraviglia tanto della
    presenza dell'ex francescano Leonardo Boff, di cui conosciamo
    le "performances", ma ciò che lascia allibiti - a dir poco - è la
    presenza dell'arcivescovo di Brasilia.
    .......
    http://www.facebook.com/topic.php?uid=78736385987&topic=9534

    RispondiElimina
  4. Anonimo,infatti l'articolo mi era piaciuto in linea generale ma l'ultima frase, quella sul Forum Mondiale mi ha fatto perdere l'entusiasmo per l'intero articolo che ormai però avevo tradotto.

    Vanesa

    RispondiElimina
  5. Mi permetto di aggiungere che è anche da considerare la fonte che è El Pais e quindi nella logica che diano qualche "speranza" attraverso il Forum Sociale Mondiale. Io spero sempre, quando si tratta di argomenti specialmente tanto delicati come quelli della vita o della morte, che vengano letti nell'ottica giusta e che non siano, come forse è loro scopo, un incitazione a togliersi la vita tanto la colpa è della crisi, cosa che nel fondo non fa altro che rafforzare l'idea di quanto siamo schiavi e che senza il lavoro non siamo nulla, quando è fondamentale sostenere e capire che valiamo e siamo oltre il lavoro che fonda questa società consumista e capitalista.
    Vanesa

    RispondiElimina
  6. Tunisia, c’è una strage sotto casa, fate finta di niente…
    http://kelebeklerblog.com/2011/01/13/tunisia-ce-una-strage-sotto-casa-fate-finta-di-niente/

    RispondiElimina
  7. okkio anche a questi:
    Il World Political Forum
    http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2010/01/il-world-political-forum.html

    m

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)