Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

12 maggio 2015

Accusa di genocidio: "scomparsi" 1,5 milioni di neri

Dove finiscono tutti i maschi neri? L'analisi dei dati sulla popolazione mostra che la mortalità in carcere dei maschi neri, per malattia, incidenti o cause violente, è talmente alta che nelle comunità il numero delle donne nere supera quello degli uomini, in una relazione di 10 a 6. Il fattore primario è la politica nazionale di incarcerazione di massa dei neri: una base concreta per l'accusa di genocidio.

Una nuova analisi dei dati sulla popolazione conferma ciò che è stato a lungo evidente a ogni persona di colore, dotata di un minimo di coscienza negli Stati Uniti: una percentuale enorme della popolazione maschile nera è scomparsa, fisicamente assente dalla vita quotidiana delle comunità. Molti sono morti prematuramente, ma il gruppo più numeroso è stato consegnato alla morte sociale in carcere. Secondo uno studio dell'unità Upshot del New York Times, se si escludono i detenuti di entrambi i sessi, il paese conta 1,5 milioni di donne di colore in età compresa tra 25 e 54 anni in più rispetto gli uomini. In alcune località - per esempio, Ferguson, Missouri - ci sono solo 6 uomini neri fisicamente presenti nella comunità per ogni 10 donne di colore.

Nell'America bianca, non c'è quasi squilibrio di genere nella fascia di età 25-54. Per ogni 100 donne bianche, ci sono 99 uomini bianchi.

E' maggiore il numero di uomini neri scomparsi dalle loro comunità rispetto al numero complessivo di maschi neri di Los Angeles, Philadelphia, Houston, Washington e Boston. Sono circa 600.000 in carcere, senza contare i detenuti maschi neri più giovani di 25 anni o più vecchi di 54 anni. Gli analisti stimano che circa la metà, e forse ben tre quarti, ossia gli altri 900.000 uomini neri mancanti, siano morti prematuramente a causa di malattie e incidenti, e che 200.000 siano spariti per omicidio.

"La guerra di logoramento è una guerra razziale"

La vita delle persone di pelle nera negli Usa non inizia con bizzarri squilibri tra i sessi. Non c'è un divario di genere tra i neri durante l'infanzia. Nascono circa lo stesso numero di ragazzi e di ragazze e il rapporto rimane stabile fino all'adolescenza, quando inizia una spietata guerra di logoramento ai danni dei maschi neri. In quali termini è possibile descrivere questo fenomeno se non come una guerra, in cui 600.000 persone sono detenute in carcere durante gli anni più produttivi della loro vita, altre 200.000 periscono per cause violente, mentre la maggior parte giace sotto terra, falciata da incidenti e malattie che colpiscono con molta più clemenza i bianchi?

I dati mostrano che la società statunitense è diventata oggi molto più letale per gli uomini neri, proprio in un periodo in cui avrebbero presumibilmente goduto di un inedito "progresso". I numeri attestano che il fenomeno degli uomini neri scomparsi è cominciato a crescere nei decenni centrali del XX secolo. Il rapporto crescente delle donne di colore rispetto agli uomini è soprattutto il prodotto dell'era della incarcerazione nera di massa. La guerra di logoramento è una guerra razziale, avviata deliberatamente e metodicamente dal governo degli Stati Uniti. Gli effetti sulla società nera sono devastanti, colpita al livello basilare: viene impedita la formazione delle famiglie nere e del gruppo nero americano nel suo complesso, rimuovendo o eliminando fisicamente gli uomini.

I dati corroborano un'accusa del tutto plausibile e fondata di genocidio, sulla base del diritto internazionale. Il governo degli Stati Uniti, attraverso la sua politica di incarcerazione di massa dei neri praticata nell'ultimo mezzo secolo, si è reso colpevole di a) "infliggere deliberatamente a un gruppo condizioni di vita intese a provocare la sua distruzione fisica, totale o parziale", nonché di b) "provocare gravi danni fisici o mentali ai membri del gruppo".

I fatti comprovano l'atto d'accusa. Così 1,5 milioni di uomini di pelle nera mancanti all'appello.


Fonte: Black Agenda Radio

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)