Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

31 marzo 2014

SPAGNA: Manifestanti e giornalisti brutalmente pestati dalla Polizia

Circa 200 persone hanno sostenuto questo Sabato a Plaza de Neptuno , vicino al Congresso dei Deputati , una protesta contro la monarchia convocata dal Coordinatore 25S, che accusa “il sistema attuale è già totalmente incapace di qualsiasi soluzione al grave le questioni sociali e democratiche “sofferenza cittadini. Dopo la protesta , la maggior parte dei manifestanti aveva lasciato la piazza Nettuno. Tuttavia, un gruppo di giovani è rimasta nelle vicinanze e ci sono stati momenti di tensione e scontri con la polizia antisommossa. Mario Munera, giornalista dell’agenzia di stampa RT, Ruptly, è rimasto ferito durante la violenta azione repressiva.

«LA VIA TECNOCRATICA DELL'U€ E' ARRIVATA AL CAPOLINEA»

Lo storico Wilfired Loth commenta la politica europea di Angela Merkel, la paura degli uomini di Stato europei davanti ai loro popoli e l'idea di giustizia a senso unico dei tedeschi. Loth, 65 anni, è lo storico tedesco in carica per l'integrazione europea e professore all'università di Duigsburg-Essen.  E' appena uscito il suo ultimo lavoro "Europas Einigung. Eine unvollendete Geschichte" (L'unificazione dell'Europa. Una storia incompiuta) Loth afferma che la via tecnocratica dell'UE, priva di un coinvolgimento democratico, è arrivata al capolinea.

SPIEGEL: Professore, le Elite europee criticano il referendum svizzero, mentre molti cittadini europei condividono la stessa ansia degli svizzeri per gli immigrati. La sorprende la distanza fra le parti?

Loth: No, l'unificazione europea è sempre stata un progetto delle Elite. Fin dall'inizio, gli uomini di stato in carica non han voluto interferenze causate dalla partecipazione popolare e da varie associazioni d'interessi. Una politica di questo tipo porta naturalmente ad una discrepanza tra le Elite e le popolazioni.

SPIEGEL: La paura nei confronti della partecipazione popolare, è giustificata?

30 marzo 2014

NAPOLITANO E "IL RILEVANTE PROBLEMA POLITICO DELL'€UROPA"

Bettino Craxi e Giorgio Napolitano
Per trenta anni, dal 1945 al 1978, il PCI era stato all’opposizione. Ma negli anni settanta sfiorava il consenso della D.C. e quindi, di fatto, teneva fuori dalla dinamica politica e dal governo del paese più di un terzo degli italiani. Enrico Berlinguer aveva cercato una soluzione al problema posto dal Golpe Cileno nel lungo e sofferto compromesso con le forze più disponibili della parte cattolica, rappresentate da Aldo Moro. Ma a dicembre Aldo Moro era morto da sette mesi.
Erano stati mesi difficili, sia Andreotti che il PSI si opponevano. L’accordo di governo che aveva portato alla formazione del gabinetto Andreotti IV, un monocolore democristiano con appoggio del PCI, durò solo un anno, e naufragò proprio a cavallo di questa decisione (anche se non solo per questa).
 
Tutto questo pesava sulle spalle di Giorgio Napolitano, Responsabile Economico del PCI, quando prende la parola e con un lungo e sofferto discorso esprime la dichiarazione di voto contrario alla ratifica dell’entrata dell’Italia nello SME.

29 marzo 2014

LA CATTIVA GESTIONE DELLA GLOBALIZZAZIONE

Gli accordi commerciali come il TPP mirano solo a proteggere i profitti delle multinazionali a discapito di tutti noi


Gli accordi commerciali sono un argomento che merita attenzione, avverte Joseph Stiglitz in uno dei suoi ultimi interventi sul New York Times. In questo momento, prosegue il Premio Nobel per l'economia del 2001, ci sono proposte commerciali che minacciano di mettere la maggior parte degli americani sul lato sbagliato della globalizzazione. Opinioni contrastanti su questi accordi attraversano il Partito Democratico, anche se non si conosce l'opinione del presidente Obama.  Nel suo discorso sullo Stato dell'Unione, infatti, Obama ha fatto un vago riferimento a "nuove partnership commerciali" che creerebbero più posti di lavoro. Uno degli accordi in questione è il Trans-Pacific Partnership, o TPP, che legherà 12 paesi lungo il Pacifico nella più grande zona di libero scambio al mondo.

I negoziati per il TPP sono iniziati nel 2010, allo scopo, secondo il Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti d'America, di incrementare il commercio e gli investimenti attraverso l'abbassamento delle tariffe e l'eliminazione delle altre barriere commerciali tra i paesi partecipanti. Ma i negoziati TPP hanno avuto luogo in segreto e ciò, prosegue Stiglitz, ci costringe a fare affidamento su bozze trapelate per carpire le disposizioni proposte.

28 marzo 2014

IL TRENO DELLA MORTE

IL CONSUMISMO E LA MANIPOLAZIONE DELLE MASSE

Nato negli Stati Uniti D'America e diffuso su larga scala prima in Europa e poi sempre di più nel mondo intero, attualmente il consumismo è il sistema economico dominante, anche se negli ultimi anni è sempre più in rapida discesa e si prospetta per il futuro un suo graduale superamento. L'era consumista è legata a quella che viene definita come la "società dell'immagine", che ha favorito la progressiva mercificazione di ogni aspetto della vita sociale e non.
Un fattore imprescindibile per l'affermazione su vasta scala e per il consolidamento del sistema consumista è stato ed è tutt'ora il massiccio utilizzo dei mezzi di comunicazione di massa, a partire dalla televisione, per orientare e plasmare i cittadini, in modo da aumentare a dismisura la massa di potenziali clienti e/o consumatori utili per vendere sempre di più prodotti e illusioni a buon mercato, e in questo modo ricavarne un'abbondante profitto nonchè una cospicua dose di influenza e potere.
In questo articolo mi occuperò dell'origine di questo sistema e di come si è potuto imporre concentrandomi principalmente sulla figura di Edward Bernays , considerato come il pioniere di tutto questo.

27 marzo 2014

Solo 9 Paesi hanno una Banca Centrale che non appartiene ai Rothchild!

Sono solamente 9 i Paesi che hanno la Banca Centrale che non appartiene ai Rothschild. Sono: Cina, Russia, Iran, Venezuela, Ungheria, Siria, Cuba, Islanda e Corea del Nord. Tre di questi Paesi, nell'ordine Russia, Iran e Venezuela, sono anche le tre più grandi riserve energetiche del mondo, considerando le riserve di petrolio, gas e carbone.
Direttamente o indirettamente tutte le altre banche centrali appartengono o sono controllate dai Rothschild. Ci sono addirittura quattro banche centrali che sono quotate in borsa: le banche centrali di Belgio, Grecia, Giappone e Svizzera. La Banca centrale di Grecia oltre che essere quotata alla Borsa di Atene è quotata anche alla Borsa Tedesca.
Da queste brevi considerazioni, penso sia comprensibile a tutti perchè i paesi che hanno una banca centrale indipendente siano costantemente attaccati mediaticamente dai media di tutto il mondo, tutti al servizio ovviamente delle grandi potenze imperialistiche dell'occidente.

26 marzo 2014

« BIOCOMBUSTIBILI? UN CRIMINE CONTRO L'UMANITA' »

Bruciare centinaia di tonnellate di cibo per produrre biocombustibili è un crimine contro l’umanità: a dirlo è Jean Ziegler, relatore per le Nazioni Unite sul diritto al cibo dal 2000 al 2008, ora nella commissione dell’Onu sui diritti umani. Ziegler si è fatto portavoce di tantissimi altri e lo ha fatto in occasione delle recenti Giornate Europee per lo Sviluppo.
«Bruciare centinaia di tonnellate di cibo per produrre biocombustibili è un crimine contro l’umanità. Fin dal 2007, l’Unione Europea e il governo statunitense hanno dato enorme supporto all’agribusiness per riempire di cibo i serbatoi delle auto -  obiettivi vincolanti, sgravi fiscali e sussidi (1) di miliardi ogni anno. Il risultato? Più fame, land grabbing, danni ambientali e centinaia di migliaia di vite perdute». Parole brucianti e che non lasciano il minimo dubbio sulla sua posizione: Jean Ziegler è stato chiarissimo.

La cura proibita di Simpson, l’olio di cannabis che uccide le cellule cancerose

“Voglio che la gente impari a curarsi da sola”: è questa l’idea portata avanti da Rick Simpson, abitante di una piccola cittadina vicino a Nova Scotia, in Canada. L’interessante storia di quest’uomo comincia nel 1975 quando in un programma alla radio scopre che il Thc ha un forte potenziale nell’uccidere le cellule cancerogene. La cosa interessa particolarmente Rick, il quale un paio di anni prima aveva perso il fratello venticinquenne proprio per un cancro incurabile. In seguito, non sentendo più notizie a riguardo, accantona l’idea pensando si trattasse solamente di una trovata che non aveva risvolti concreti nella realtà. Qualche anno dopo (nel 2002) Simpson è vittima di un incidente sul lavoro che gli provoca problemi e dolori alla testa che comincia a curare con medicinali i quali, non solo non alleviano la sofferenza, ma hanno anche innumerevoli effetti collaterali. 

25 marzo 2014

Vaccino Epatite B obbligatorio dal 1991 grazie ad una tangente

Il vaccino dell’Epatite B è obbligatorio in Italia dal maggio 1991: a prendere questa decisione è stato l’allora Ministro della Sanità Francesco de Lorenzo. Quest’ultimo, insieme al responsabile del settore farmaceutico del ministero, Duilio Poggiolini, intascò ben 600 milioni di lire dall’azienda Glaxo -SmithKline,  unica produttrice del vaccino Engerix B. La somma servì per rendere il vaccino obbligatorio in Italia. Entrambi i ministri sono stati condannati in via definitiva con sentenza della Cassazione per questo e per altri gravi reati. La Corte ha deciso di condannarli 
“avendo percepito somme da numerose case farmaceutiche, producendo un danno erariale derivato dalla ingiustificata lievitazione della complessiva spesa farmaceutica, determinata dalla violazione degli obblighi di servizio riferibili a ciascuno”.

24 marzo 2014

LA MONETA COMUNE EUROPEA NEL PENSIERO DI GIACINTO AURITI

Nel 1977 Giacinto Auriti descriveva le linee guida per l’adesione ad una moneta unica europea. A distanza di trentasette anni le soluzioni del professore abruzzese sono ancora lontane dall’essere adottate dall’establishment tecnocratico europeo, ma rappresentano una prospettiva economica, politica e geopolitica necessaria per superare l’empasse politica e strutturale dell’Unione Europea.

Nel 1977, l’allora presidente della Commissione europea, il socialista britannico Roy Jenkins, strutturò una proposta per l’istituzione dell’Unione economica e monetaria (UEM), che fu adottata come Sistema monetario europeo (SME) nel 1979. Lo SME, patrocinato politicamente dal presidente francese Valéry Giscard d’Estaing e da quello tedesco-occidentale Helmut Schmidt, è l’antenato della Banca Centrale Europea. Con puntuale e lucida visione pionieristica, il professor Giacinto Auriti, allora Presidente del Centro studi politici e costituzionali, nel dicembre dello stesso anno ha dato alle stampe il pamphlet “Principi ed orientamenti per una moneta europea”, per Marino Solfanelli Editore.

Auriti, riprendendo le analisi anti-usurocratiche di Ezra Pound ed elaborando un’innovativa teoria della moneta (la “teoria del valore indotto della moneta”) ha rivestito fino alla sua morte, avvenuta nel 2006, il ruolo di “economista eretico” rispetto agli studi economici “istituzionalmente riconosciuti”.

IL SAN RAFFAELE LICENZIA LA DOTT. DE PETRIS DOPO IL SERVIZIO DELLE "IENE"

La mia amica Dott.ssa Michela De Petris mi ha chiesto di diffondere questo importante accadimento:
Mercoledì 5 marzo a “Le Iene” su Italia1 è andato in onda un interessante servizio tutto documentato su come un signore malato di tumore sia riuscito a bloccare la malattia grazie anche all'introduzione di una alimentazione vegana, in gran parte crudista. Michela, dott.ssa sia privata ma anche specialista al San Raffaele di Milano, ha dato la sua disponibilità a spiegare alle telecamere in che modo tutti i suoi pazienti siano riusciti a trarne tanto beneficio. Consiglio di vedere il servizio. Il giorno dopo ha iniziato a ricevere migliaia di chiamate da tutta Italia a cui lei sta cercando di dare risposte, perché è una persona eticamente corretta. L'ho incontrata oggi e mi ha detto che ieri il suo primario del S.Raffaele l'ha chiamata e l'ha licenziata in tronco. Lei mi ha spiegato che il suo ospedale prende molti soldi dalle cure farmacologiche che danno ai pazienti malati di tumore e quindi, per interessi prettamente economici, il suo intervento ha danneggiato la struttura. Capite? Se ne fottono della salute dei pazienti!

VENEZUELA: TENTATIVO DI "RIVOLUZIONE COLORATA"

Quando c’è una guerra esistono due teatri: un teatro di guerra vero e proprio ed un teatro virtuale; ossia esiste una guerra vera e propria combattutta con le armi ed una guerra virtuale combattutata a colpi di informazioni false. La guerra virtuale, che in molti casi precede la guerra vera e propia è “combattutta” per preparare l’opinione pubblica e convincerla ad accettare la guerra (quella vera).

E’ questo uno schema ormai consolidato e sperimetato in tutte le guerre moderne e soprattutto nelle rivoluzioni colorate, sviluppate principalmente in alcuni stati post-sovietici. Nelle guerre virtuali grazie all’aiuto dei media si fabbricano “regimi repressivi” da abbattere, ossia il nemico, il governo di turno da abbattere viene mostrato dai media internazionali come profondamente disumano e repressivo nei confronti di una parte della popolazione che protesta pacíficamente; il fine è giustiuficare un intervento esterno, una guerra contro questo regime.
Repressioni insesistenti, bombardamenti fasulli contro civili inermi, fosse comuni inventate, testimoni di torture del “regime” preso di mira che spuntano come funghi, ossia tutta una serie di azioni che giustificano appunto l’intervento esterno. E’ successo ad esempio in Serbia, in Libia ed altri paesi.

23 marzo 2014

L'IPOCRISIA DI BONO E LA FALSA COSCIENZA UMANITARIA DELL'ELITE

"IN THE NAME OF POWER"
La star degli U2 «Ha creato un’Africa che funziona come fantasia di redenzione per le élite occidentali». Verso la fine dell’estate del 2010 Louis Vuitton pubblicò una pubblicità per una serie di valigie in tela Monogram prodotte in numero limitato, le Keepall 45, dal costo di mille dollari al pezzo. La pubblicità mostra Bono e la moglie, Ali Hewson, nella savana africana, portando le borse dietro di sé, come se fossero appena scesi da un aeroplanino. “Ogni viaggio comincia in Africa”, dice il sottotitolo, nel caso avessimo dubbi su quale continente fosse reso importante dalla presenza di Bono. La coppia è molto glamour (Ali mostra un velato décolleté), ma al tempo stesso risulta molto sobria, impegnata. Non sembrano in vacanza: non c’è altro da vedere se non erba, montagne basse e cielo. Il lettore è portato a immaginare che, appena fuori dall’inquadratura, ci sia un campo di rifugiati o un orfanotrofio o un pozzo, con bambini pronti a essere salvati, vaccinati o dissetati dalla grazia avvincente della coppia.

22 marzo 2014

UN SITO MILITARE USA PROPONE LO SPOPOLAMENTO DELLA TERRA

Questo scioccante video è appena emerso dal sito Defense Intelligence Agency (DIA) e promuove apertamente lo spopolamento globale, aggiungendo che stanno prendendo provvedimenti per evitare che più persone popolino la Terra. Elenco dei modi in cui stanno attualmente implementando il loro ordine del giorno:

1 - OGM (Organismi Geneticamente Modificati)
"Lo spopolamento dovrebbe essere
la massima priorità della politica
estera verso il Terzo Mondo"
Vi siete mai chiesti perché la Cina, la Russia, e circa 60 altri paesi richiedono l'etichettatura degli OGM, ma l'America non lo fa? Oggi ci chiediamo perché la FDA mette un timbro di approvazione su un prodotto che provoca tumori, cancro e infertilità negli animali da laboratorio? La domanda è perché gli OGM sono consentiti e messi sugli scaffali quando sono stati conosciuti come portatori allo sviluppo di tumori e cancro negli esseri umani? Inoltre ci chiediamo perché i tassi di natalità sono in un costante declino negli ultimi 12 anni?
La risposta è semplice, coloro che cercano di controllarci stanno attuando i loro protocolli subdoli sulla popolazione che inizia con la sterilizzazione di massa e lo spopolamento attraverso OGM. Mentre la ricerca continua a dimostrare che consumare OGM conduce alla mutazione delle cellule nel corpo umano, le nostre élite continuano ulteriormente la produzione del prodotto. L'unica risposta, ci vogliono morti!

2 - Chemtrails Scie chimiche (Geo-ingegneria)

21 marzo 2014

LA FRANCIA VIETA LA COLTIVAZIONE DI MAIS OGM "MON 810"

Questo sabato (15.03.2014) il Ministero dell'Agricoltura francese ha bandito per decreto la commercializzazione, l'uso e la coltivazione di mais geneticamente modificato MON 810, prodotto dal gruppo statunitense Monsanto.   "La commercializzazione, l'utilizzo e la coltivazione di varietà di semi del mais geneticamente modificato MON 810 (...) sono vietati fino all'adozione (...) di una decisione finale", afferma il decreto pubblicato nella Gazzetta ufficiale.
Era stato già previsto un disegno di legge che vieta la coltivazione di mais OGM da discutere nel parlamento francese il 10 aprile. Ma il ministero dell'Agricoltura ha rilevato che vi era "urgenza", "a causa della prossimità dell'inizio della stagione della semina", di stabilire un divieto, invocando il "principio di precauzione".
"Secondo dati scientifici affidabili e ricerche internazionali molto recenti, la coltivazione di mais MON 810 (...) presenta seri rischi per l'ambiente, nonché il rischio di diffusione di organismi nocivi diventati in resistenti" dice il testo.
Gli Stati membri dell'Unione europea hanno il diritto di vietare nel loro territorio OGM autorizzati dall'UE.

MAIS OGM BLOCCATO DA UN TRIBUNALE IN BRASILE

Una decisione che apre nuovi paradigmi in materia giuridica e potrà servire a far riconsiderare tutte le altre delibere commerciali che regolano gli OGM in Brasile, dal momento che in nessun caso si è mai valutato il rischio per i bioma su tutto il territorio nazionale.   
Giovedì scorso (13 marzo) i giudici della Corte Federale d'Appello – TRF4 – hanno deciso all'unanimità di annullare la decisione della Commissione Tecnica per la Sicurezza Nazionale – CTN-Bio – sulla autorizzazione all’uso del mais transgenico Liberty Link, della multinazionale Bayer. La decisione è stata presa sulla base  della mancanza di studi di valutazione dei rischi da OGM. La sessione ha emesso un giudizio sulla Azione Pubblica Civile promossa nel 2007 da Terra de Direitos, dall'Istituto Brasiliano per la Difesa dei Consumatori - IDEC e dall'Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori, la AS-PTA, che avevano contestato la legittimità della licenza commerciale rilasciata alla Liberty Link.

20 marzo 2014

NEOLIBERISMO E PLUTOCRAZIA: ITALIA ALLA DERIVA

Noam Chomsky lo ha detto chiaro e tondo a Firenze: siamo schiavi del neoliberismo, la democrazia in Italia è finita, destra e sinistra inseguono le stesse idee politiche
Noam Chomsky, filosofo e linguista, nella sua estrema lucidità, non ha dubbi: in Italia la democrazia è virtualmente terminataquando si è insediato un governo non scelto dagli elettori. La destra e la sinistra portano avanti le stesse idee politiche e subiamo il frutto amaro del neoliberismo, distruttivo per i popoli d’Europa. Chomsky ha poi rincarato la dose durante la sua recente conferenza a Firenze:  il welfare state è stato annientato; nei suoi discorsi Mario Draghi parla di banche, ma le persone dove sono?  Perfino il Wall Street Journal ha scritto che la democrazia è collassata.

E gli intellettuali? Fondamentalmente, ha aggiunto Chomsky, i cosiddetti intellettuali servono il potere, ecco perchè vengono rispettati. Ma ci sono anche intellettuali che sfidano il potere e allora vengono combattuti, messi ai margini. “Il 70% della popolazione non ha nessun mezzo di influire sulle politiche adottate dai vari livelli delle amministrazioni, ha proseguito Chomsky. 

19 marzo 2014

Cosa ha salvato la Cina dalla recessione? La spesa pubblica e le aziende di stato

Se c’è un paese che ha applicato politiche keynesiane per combattere la “Grande Recessione” iniziata nel 2008, quel paese è la Cina. Di più, lo ha fatto in maniera innovativa, attraverso la spesa in investimento delle aziende pubbliche. E’ questa, in sintesi, la tesi di due studiosi, Yi Wen e Jing Wu, in un recentissimo paper pubblicato dalla Federal Reserve di St. Louis e intitolato “Withstanding Great Recession like China” (resistere alla grande recessione come la Cina).
“La Grande Recessione – spiegano i due economisti – è stata caratterizzata da due fenomeni correlati: (1) una ripresa senza creazione di posti di lavoro e (2) una riduzione permanente della produzione aggregata. I dati mostrano che gli Stati Uniti, l’Europa, e anche i paesi meno legati al sistema finanziario internazionale hanno subito perdite ingenti e durevoli di produzione aggregata e di occupazione a cominciare dalla crisi finanziaria, nonostante le iniezioni monetarie senza precedenti.

"L'ARTE DELLA GUERRA" E LA RUSSIA DI OGGI...

Cosa ci viene insegnato nelle scuole di strategia militare? Accomodatevi, vi porterò in viaggio sui banchi di una scuola di strategia militare. Studieremo la crisi ucraina dal libro di strategia militare ampiamente utilizzato nell’addestramento dei militari russi e cinesi. Ma anche in alcune scuole del business. Questo libro è “l’arte della guerra” del pensatore e stratega militare cinese Sun Tzu (544-496 aC). L’idea centrale della strategia militare di Sun Tzu è utilizzare l’inganno per indurre il nemico a deporre le armi e arrendersi ancor prima di cominciare a combattere. In altre parole, per Sun Tzu il miglior stratega militare vince la guerra senza dover combattere, semplicemente usando trucchi, bluff, false informazioni diffuse in tempo per confondere il nemico, infondendo false speranze al nemico all’inizio delle ostilità, prima di disilluderlo completamente alla fine. Ora analizziamo il caso della crisi ucraina, come si fa nelle scuole militari. Useremo le 10 principali strategie raccomandate da Sun Tzu per vincere una guerra senza combattere, per sapere chi in Ucraina ha le migliori possibilità di vincere il braccio di ferro tra Stati Uniti d’America e Russia.

1- “Quando si può, fingere incapacità. Quando si agisce, fingere inattività. Quando si è vicini, fingere distanza. Quando si è lontani, fingere prossimità”. Quando s’identificano i piani del nemico da combattere, bisogna dare sempre l’impressione di agire contrariamente all’atteggiamento bellicoso atteso in tali circostanze.

TAV: ALLARME POLVERI CHIMICHE

Val Susa. Nelle aree vicine ai cantieri dell’Alta velocità rilevati forti aumenti dell’inquinamento
Le nuvole di pol­vere che avvol­gono il can­tiere di Chio­monte in val Susa nelle belle gior­nate di sole sono visi­bili da chi­lo­me­tri di distanza. Per que­sta ragione i dati recen­te­mente pro­dotti da Ltf, la società respon­sa­bile della parte inter­na­zio­nale della fer­ro­via Torino-Lione, rela­tivi alle pol­veri sot­tili che si spar­gono sul ter­ri­to­rio trac­ciano un qua­dro a tinte fosche.

Ogni giorno, da marzo a set­tem­bre 2013, sono stati effet­tuati da un cen­tra­lina cam­pio­na­menti sulla qua­lità dell’aria; quasi cen­to­no­vanta giorni di ana­lisi durante i quali sono stati rile­vati ottan­totto sfo­ra­menti di Pm 10, Mate­ria Par­ti­co­lata. La peri­co­lo­sità di que­ste micro­pol­veri è con­na­tu­rata alla loro com­po­si­zione chi­mica, ma in gene­rale la comu­nità scien­ti­fica non ha dif­fi­coltà a rite­nere che pos­sano essere fonte di pato­lo­gie quali asma e affe­zioni cardio-polmonari. La nor­ma­tiva vigente pre­vede che gli sfo­ra­menti gior­na­lieri com­ples­sivi non pos­sano essere supe­riori a tren­ta­cin­que nell’arco di un anno. I risul­tati quindi non lasciano molti mar­gini di inter­pre­ta­zione: in soli sei mesi di ana­lisi i limiti sono stati supe­rati di quasi tre volte. Una pro­ie­zione media annuale di que­sti dati porta ad un numero di sfo­ra­menti pari a cen­to­set­tanta giornate.

UN MANIFESTO SULL'ETICA DEL LAVORO?

Su LinkedIn ho trovato per caso un articolo che ha questo titolo: “How to Get a Job – No Matter What!”("Come trovare un lavoro - non importa quale"). Ho subito pensato che avrei scritto l’opposto: non cercate qualunque lavoro. Soprattutto, non fatelo. Molti lavori non sono adatti a voi. In altri lavori invece soffrireste, fareste le cose mal volentieri, con pessimi risultati. Dunque non vi conviene. Ma c’è di più: molti lavori sono nocivi alla società, e tantissimi sono inutili, dunque sprecano la vostra prestazione, le vostre fatiche non costruiscono nulla. Noi siamo mal messi anche e soprattutto per questo.
Di Simone Perotti
Quando dico che potremmo vivere già oggi, domattina, in un mondo più simile all’idea che ne abbiamo, intendo dire proprio questo: fare un lavoro rispetto a un altro non è la stessa cosa, cambia tanto, e non solo per voi, anche per il mondo. Non lavorate nell’industria bellica o collegata ad essa, siete corresponsabili della morte delle persone su cui quelle armi verranno usate. Non credete alle balle sulle deterrenze, pensate a cosa dice Gino Strada: “cominciamo a non fare questa guerra…”. Non lavorate nelle banche dove si strozzano i clienti, dove si propongono derivati alle amministrazioni comunali o dove si vendono fondi speculativi alle vecchie signore.

18 marzo 2014

NIKOLA TESLA, IL PIU' GRANDE GENIO DIMENTICATO DELLA STORIA

Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta dei raggi cosmici. Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione. Ora presumo che la storia si ripeterà quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un’ energia senza limiti, che può essere incanalata [1]“.
Così Nikola Tesla apre il primo capitolo della propria autobiografia, un volumetto polveroso fuori catalogo, comprato oltreoceano per pochi soldi in un negozio di libri usati. Sembrava proprio che questo libro fosse un “fondo di magazzino”, riguardante qualcuno poi non così importante. Peccato però che a questo “qualcuno non così importante” si debbano molte invenzioni che ognuno di noi usa tutti i giorni nella vita quotidiana e quasi tutte le più grandi scoperte del XX secolo come ad esempio la prima grande centrale idroelettica del mondo (cascate del Niagara), i sistemi elettrici polifase a corrente alternata della nostra rete elettrica, i motori a campo magnetico rotante dei nostri elettrodomestici, il tubo catodico dei vecchi televisori, il tachimetro/contachilometri delle automobili, le lampade a vuoto luminescenti (neon) degli uffici, le porte logiche dei pc, il radar per il controllo del traffico aereo o indispensabili strumenti di comunicazione moderna come la radio[2]
Ed infatti anche se i libri di scuola, le istituzioni e i mass-media celebrano ancora solennemente il nostro Guglielmo Marconi come l’inventore del telegrafo senza fili (il nome della radio di allora) esiste una sentenza della Corte Suprema USA che ha riconosciuto la vera paternità della radio a Nikola Tesla [3]. 

OGM: La tossina BT può provocare la Leucemia

A rivelarlo è la rivista scientifica Journal of Hematology & Thromboembolic Diseases secondo cui la tossina Bt ingegnerizzata in gran parte dei cereali ogm per il consumo anche umano ha un potenziale “leucemogeno”.
Già a creare un enorme scalpore era stato lo studio di Seralini che aveva dimostrato come topi alimentati con cibo ogm sviluppassero tumori; ora un altro studio pubblicato sul Journal of Hematology & Thromboembolic Diseases indica che la tossina ingegnerizzata nei cereali ogm, nota come Bacillus Thuringensis (Bt), può contribuire ad anomalie del sangue, dall’anemia ai tumori ematici maligni come la leucemia. Un gruppo di ricercatori del Dipartimento di genetica e morfologia, Istituto di Scienze Biologiche, dell’università di Brasilia hanno valyutato la tossicità e la patogenicità di questo agente, dato che si sa molto poco sugli effetti prodotti sugli organismi non-bersaglio della manipolazione stessa, come ad esempio gli esseri umani. Con l’avvento della tecnologia ricombinante, i geni che producono questa tossina sono stati inseriti nelle piante ad uso commerciale, entrando quindi di fatto nella catena alimentare degli Stati Uniti dove appunto la coltivazione ogm è permessa. Lo studio ha scoperto che la tossina Bt è in grado di indurre modifiche sui globuli rossi inducendo un danno significativo e che può sopprimere la proliferazione del midollo spinale creando comportamenti anomali dei linfociti compatibili con la leucemia.

17 marzo 2014

L’Italicum? Peggio della legge elettorale del Duce

«Fra le questioni costituzionali non v’è n’è una tanto vitale per l’ordinamento delle garanzie pubbliche e che tocchi tanto da vicino la vita politica di tutto il popolo quanto la legge elettorale», affermava Togliatti, intervenendo alla Camera nella discussione in corso sulla “legge truffa”, l’8 dicembre 1952. Del resto, già duecento anni fa Gian Domenico Romagnosi aveva scritto che «la teoria delle elezioni altro non è che la teoria della esistenza politica della Costituzione», e che quindi «è manifesto essere la materia delle elezioni l’oggetto più geloso che l’ordinamento dello Stato deve statuire». Con parole più moderne, sostiene Domenico Gallo, potremmo dire che il sistema elettorale produce la “Costituzione materiale”, cioè determina l’ordinamento costituzionale vivente. L’Italicum, «legge elettorale concordata fra Renzi e Berlusconi ma effettivamente scritta da Verdini», secondo Gallo «ripropone gli stessi vizi di incostituzionalità del Porcellum», ovvero liste bloccate, maxi-premio di maggioranza e soglie d’accesso raddoppiate.

RON PAUL: "Putin ha il diritto dalla sua parte"


Il politico americano accusa gli Stati Uniti di coinvolgimento nella deposizione di Yanukovich 

16 marzo 2014

L'Unione €uropea salva i profitti dei monopoli liquidando i Diritti Lavorativi

L'Unione Europea nasce per amministrare gli affari comuni dei monopoli europei, migliorare la loro posizione nella lotta interimperialista e organizzare la spoliazione della classe operaia elevando il tasso di sfruttamento, per mantenere la sua quota di profitto nelle condizioni di decomposizione e di crisi generale del capitalismo. I governi borghesi dell'Europa imperialista deregolamentano i rapporti di lavoro a tappe forzate sotto la guida della Commissione europea. In coincidenza con l'inizio della crisi attuale, nella sua Comunicazione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni, del 27 giugno 2007, la Commissione formulò i cosiddetti "principi comuni di flessicurezza: più e migliori (!) posti di lavoro grazie alla flessibilità e alla sicurezza".

L'attuazione di questi "principi comuni" è stata sviluppata nelle successive controriforme del diritto del lavoro dei governi borghesi, sia della destra conservatrice che della socialdemocrazia sostenuta dal riformismo. Le conseguenze che si sono avute e si continuano ad avere sulla quantità e qualità dell'occupazione sono ben note. Si rende meno costosa la manodopera sia attraverso la contrattazione precaria, sia modificando le normative del lavoro, in costanza di lavoro o con la riduzione delle tutele del licenziamento attraverso una moltitudine di norme che hanno reso la mobilità in uscita sempre più facile e meno costosa per gli imprenditori. Si abbassano i costi di produzione riducendo il prezzo della forza-lavoro al di sotto del suo valore di riproduzione (i salariati hanno sempre ricevuto molto meno del valore che producono: la novità è che adesso ricevono meno di ciò che è necessario per sopravvivere). L'aumento della competitività e della produttività delle imprese monopolistiche si ottiene distruggendo massicciamente le forze produttive e gettando nella disoccupazione e miseria decine di milioni di persone in tutta Europa.

14 marzo 2014

"La BCE è irrilevante e l'€uro è un fallimento''

Sulla rivista pieria.co., Frances Coppola finalmente esce allo scoperto e dice quello che pensa DAVVERO sull'euro. I dati economici dell’eurozona sono terribili, il progetto dell’euro è stato un enorme errore, prima di tutto da un punto di vista storico e culturale. L’euro è “il più grande pericolo per la pace in Europa occidentale che io abbia mai visto in tutta la mia vita” ed è “tempo di relegarlo nella polvere della storia”. 
L'aggregato monetario M3 va particolarmente male.[....]


Anche se la BCE cerca di sembrare ottimista, "meno negativo" significa semplicemente "che scende più lentamente". Il fatto è che il credito in tutta l'Eurozona sta subendo una grave contrazione.
Questo non fa ben sperare. La crescita di M3 è rallentata nell'ultimo anno a causa dei rimborsi LTRO e ora è scandalosamente bassa, all’1,2%, anche se è un po’ meglio dell’1,0% di dicembre. Questa non è proprio deflazione, ma ci va pericolosamente vicina, e i dati M3 suggeriscono che la deflazione è probabile, qualsiasi cosa Draghi possa pensare.

La vera domanda per la BCE è se deflazione sarà di breve durata. Il suo obiettivo è la prospettiva di inflazione a medio termine, non le modifiche a breve.

12 marzo 2014

“Con il Governo Renzi vedo il realizzarsi del programma di Rinascita Nazionale di Gelli”

Un autorevolissimo esponente politico della ormai defunta (?) Prima Repubblica si è scagliato, violentemente, contro l’attuale Premier, che incarnerebbe – a suo dire – il vero erede di Licio Gelli: “Renzi sta ultimando la realizzazione del Piano di Rinascita Nazionale”.

Dopo 35 anni vedo realizzarsi il programma di Rinascita Nazionale del toscano Licio Gelli”.
 Il commento di Rino Formica, socialista, ministro delle Finanze e del Lavoro in tre diversi governi della prima repubblica, oltre che lapidario appare inquietante. La dichiarazione è stata rilasciata alcuni giorni prima dell’annuncio della lista definitiva dei ministri, a trattative ancora in corso; del resto le motivazioni che hanno spinto l’ex ministro a spingersi in una considerazione così azzardata non avevano bisogno di nomi specifici, ma risiedevano nell’acuta osservazione dei fenomeni politici degli ultimi due decenni.
In un’intervista rilasciata al sito Sussidiario.net Formica spiega “la crisi di governo è in realtà una crisi di sistema, con un’accumulazione di detriti che ci portiamo dietro da vent’anni, e in un’epoca come la nostra, nella modernità di questi tempi, vent’anni equivalgono più o meno a due secoli dei tempi passati. La crisi è di sistema e si continuano ad affrontare gli effetti, non le cause”.

11 marzo 2014

IL FMI SACCHEGGIA L'ORO DELL'UCRAINA

33 tonnellate d'oro ucraino in volo verso l'occidente? 
Jesse riporta un articolo di Newswire che si rifà e commenta un altro articolo della russa Iskra News. Ovviamente il tutto va preso con le pinze. Sempre Jesse ci ricorda che le riserve ufficiali ucraine d'oro ammonterebbero a 33 tonnellate. Newswire 24 - Ukrainian gold reserves loaded on an unidentified transport aircraft in Kiev . Secondo iskra-news.info dell’altra notte, le riserve d’oro ucraine (40 scatole sigillate) sono state caricate su un aereo non meglio identificato all’aeroporto Borispol di Kiev. Il volo è partito immediatamente.

Una fonte al governo ucraino ha confermato che il trasferimento delle riserve aurifere Ucraine avrebbe come destinazione gli Stati Uniti, secondo un ordine del Primo Ministro attuale Arseny Yatsenyuk.
Secondo la mia opinione (di Markus Books) se questo report è vero significa che o la nuova elite al potere ha rubato l’oro del paese oppure lo sta solo proteggendo contro la possibilità che finisca in mano ai russi. Comunque sia la storia sembra piena di ombre.

10 marzo 2014

PIANO USA: GUERRA IN EUROPA PRIMA CHE CROLLI IL DOLLARO

«C’è l’intento del Pentagono di colpire la Russia prima del collasso planetario del dollaro». In questa chiave Carlo Tia inquadra i drammatici sviluppi che oppongono Mosca e Washington in Ucraina. «Gli scambi tra la Cina e la Russia sono ormai in yuan, fra la Cina e l’Iran in oro», scrive Tia su “Megachip”. «La stessa Cina si sta liberando di circa 50 miliardi di dollari al mese – trasformati in obbligazioni “ricomprate” forzosamente dal Belgio, non si sa esattamente da chi – per sostenere il dollaro (più esattamente, i petrodollari). Lo stesso George Soros sta pesantemente speculando al ribasso a Wall Street. Sono tutti segni di una prossima depressione mondiale, da cui forse gli Stati Uniti potrebbero uscire solo con una prolungata guerra in Europa». A conferma del “pilotaggio” della crisi esplosa a Kiev, lo scoop del “Giornale”: in una telefonata alla “ambasciatrice” dell’Ue, Catherine Ashton, il ministro degli esteri dell’Estonia, Urmas Paet, dice che i cecchini che hanno sparato sulla folla di piazza Maidan non erano uomini di Yanukovich ma probabilmente «della coalizione appoggiata dall’Occidente».

8 marzo 2014

IL PIANO BILDERBERG PER DISTRUGGERE L'UMANITA'

Recentemente ho intervistato Daniel Estulin, autore di un futuro best seller: “Transevoluzione – l’imminente era della decostruzione umana".
La nuova opera di Estulin si basa per lo più su un libro bianco del Bilderberg, che gli è stato passato da un informatore. Il documento era ricco di informazioni che indicavano la fine della razza umana come la conosciamo.
Hollywood prepara il pubblico Americano per l’inevitabile
Hollywood ha prodotto centinaia di film come Terminator, Blade Runner, e RoboCop, solo per citarne alcuni. In effetti, Robocop verrà ridistribuito nelle prossime settimane. Estulin sostiene che i robot o macchine umane rappresentino il futuro del mondo post umano. Sì, avete letto bene, presto potremmo trovarci a vivere in un mondo post umano.

Forse conoscete la nuova serie della FOX, Almost Human, in cui uno dei personaggi principali è un robot poliziotto. Nel prossimo futuro potremo osservare interazioni molto simili tra umani e non umani (es. Robocop).

Le regole sono per voi, non per me
Grazie alla transevoluzione esisterà una vera e propria “fonte della giovinezza”, dato che presto, con la trasformazione in robot, sarà possibile acquistare l’immortalità. Ma nessuno tranne la super elite potrà farlo.

7 marzo 2014

MENS INSANA IN CORPORE INSANO

Intossicazione da metalli, patologie e deterioramento cerebrale
Tra le varie sostanze inquinanti al giorno d’oggi diffuse in massa nell’ambiente, i metalli pesanti sono i più dannosi: infatti si legano con le strutture cellulari in cui si depositano, ostacolando lo svolgimento di determinate funzioni vitali. I gruppi sulfidrici (SH), normalmente presenti negli enzimi che controllano la velocità delle reazioni metaboliche nel corpo umano, si legano facilmente ai metalli pesanti. Il complesso metallo-zolfo risultante interessa tutto l'enzima che non può funzionare normalmente, giacché perde la propria funzionalità di catalizzatore.

L'eliminazione di tali metalli avviene solo in minima parte per salivazione, traspirazione ed allattamento. Il carente smaltimento dei metalli porta al fenomeno della bioaccumulazione. La bioaccumulazione implica un aumento nella concentrazione di un prodotto chimico in un organismo con il passare del tempo, confrontata alla concentrazione del prodotto chimico nell'ambiente.

I residui si accumulano negli esseri viventi ogni volta in cui sono assimilati ed immagazzinati più velocemente di quanto sono scomposti (metabolizzati) o espulsi.

6 marzo 2014

UNIONE EUROPEA E STATI UNITI COMPLICI DEL FASCISMO UCRAINO

In Ucraina sta accadendo qualcosa di inimmaginabile pochi anni fa. Il fascismo agisce come potere reale in un paese che sta vivendo una situazione di caos politico e sociale. Alcuni dei principali leader fanno discorsi anche incappucciati, ma sulle magliette mostrano una svastica stilizzata come simbolo delle loro scelte ideologiche. Bande di questa feccia umana assaltano e distruggono sedi del Partito Comunista, chiedendo l'espulsione dei russi e degli ebrei, l'esecuzione sommaria degli oppositori politici, invadono la Rada (Parlamento) e lì rimuovono ed umiliano i deputati che li criticano. Queste bande operano con disciplina militare, esibendo un armamento moderno fornito da organizzazioni dei paesi centrali dell'Unione europea, secondo alcuni osservatori, della Cia.
Il sostegno ufficiale dell'Occidente al fascismo è evidente.

I leader di Germania, Francia, Regno Unito non nascondono la loro soddisfazione. La baronessa britannica Catherine Ashton, responsabile delle relazioni internazionali della Ue, è corsa a Kiev per offrire il supporto al "nuovo ordine" ucraino.
Van Rompuy, presidente dell'Unione, ha espresso anch'egli la sua gioia per la nuova direzione dell'Ucraina. Già si parla di un aiuto finanziario di 35 miliardi di dollari da parte dell'Ue, degli Stati Uniti e del Fmi nel momento in cui sarà installato a Kiev un "governo democratico".

5 marzo 2014

IL ROUNDUP DI MONSANTO HA UCCISO 20.000 AGRICOLTORI

L'erbicida Roundup della Monsanto è responsabile di una grave patologia renale tra gli agricoltori
La grave patologia renale CKDu ha colpito 400000 agricoltori dello Sri Lanka, causando ventimila morti. La malattia insorge con esposizione all'erbicida glifosato (roundup) della Monsanto nelle persone che bevono acqua calcarea e sono esposte a metalli nefrotossici. Secondo uno studio appena pubblicato dell’università dello Sri Lanka, il glifosato, principio attivo dell’ erbicida Roundup della Monsanto è responsabile di una grave patologia renale che sta colpendo gli agricoltori singalesi dell’isola.
La malattia, nota come CKDu (Chronic Kidney Disease of Unknown Etiology), ha colpito 400mila contadini, il 15% della popolazione della provincia srilankese del centro nord, causando circa 20 mila morti.

UCRAINA: L'ARGOMENTO CONTRO LA RIVOLUZIONE

Il presidente ucraino Viktor Yanukovich era un criminale e un truffatore, come Saddam Hussein!” ha esclamato il giornalista sullo schermo del televisore mentre mangiavo la mia zuppa al pollo e cercavo di mantenere il controllo.
Questo è avvenuto durante un programma di finanza e business su una rete televisiva pubblica polacca, ma non sembrava che le notizie economiche fossero all’ordine del giorno. “Possedeva una grande casa ei suoi due figli erano milionari che possedevano un sacco di auto!” Ho cercato di non guardare lo schermo, ma non potevo farne a meno. Ho osservato un paio d’auto d’epoca, Ford d’anteguerra.

Come Saddam Hussein, Gheddafi e l’ex presidente della Tunisia, Yanukovich ha prosperato mentre la nazione soffriva di estrema povertà!” Mi sono chiesto a quel punto se fosse una coincidenza che il presidente dell’Ucraina sia stato improvvisamente messo in compagnia di uomini uccisi da un’invasione americana o di una sanguinosa rivoluzione di ispirazione americana nel mondo arabo.
Il giornalista andava avanti, citando un sito dell’opposizione anti-Yanukovich come sua fonte. “L’Ucraina è sull’orlo della bancarotta, il suo governo in debito e la sua gente povera, ma Yanukovich viveva nel lusso! Guardate questo lampadario!

4 marzo 2014

Niscemi. La protesta di cui i media non vogliono parlare. Manifestanti presi a manganellate.

Attendiamo a momenti i seguenti commenti, dato i precedenti di Tunisia, Egitto, Libia, Siria, Venezuela e Ucraina:
Casa Bianca: “I Manifestanti di Niscemi hanno bisogno del sostegno internazionale”.

3 marzo 2014

RENZI CI CONFISCHERA' I DEPOSITI ... CE LO CHIEDE L'EUROPA!

«I risparmi dei 500 milioni di cittadini dell’Unione Europea saranno usati per finanziare investimenti a lungo termine per stimolare l’economia e contribuire a riempire il vuoto lasciato dalle banche dall’inizio della crisi finanziaria». Così si legge in un documento riservato della Commissione Europea, che però la Reuters ha potuto leggere. Tradotto dalla lingua di legno, significa questo: la confisca dei risparmi depositati in banca. Ossia la «cura» usata per Cipro a danno dei depositanti, estesa all’Europa. Ma non alla Germania, ovviamente: soltanto a quella parte dell’Europa dove i privati hanno tanti soldi da parte, eppure non li investono nelle loro economie reali (perché le banche preferiscono mettere i soldi in titoli di Stato senza rischio); Paesi che, inoltre, nonostante questo tesoro in cassa, sono in stato di indebitamento astronomico.

Indovinate a quali paesi si alluda.

Naturalmente, non è una novità. Da tempo la Merkel ripete che gli italiani, in banca e in case, hanno più patrimonio dei suoi tedeschi. Eugenio Scalfari deve aver avuto più di qualche sentore di quel che si prepara, perché giusto qualche giorno fa – atteggiandosi a profeta o a manovratore – ha proposto «un’imposta patrimoniale sui beni immobili e anche mobili. Ma si dovrebbe applicare non solo ai ricchi ma anche agli agiati; per intendersi, non solo a chi ha redditi al di sopra della soglia di mezzo milione l’anno ma a partire dalla soglia di 70 mila euro e cioè alla ricchezza patrimoniale della quale questi redditi sono il segnale.

2 marzo 2014

L’AVVENTO DEL TOTALITARISMO “DEMOCRATICO”

Il grande saggista e scrittore inglese Aldous Huxley morì cinquant’anni fa, lo stesso giorno dell’assassinio di John F. Kennedy a Dallas. Malgrado il suo pessimismo di fondo sulla natura umana (si legga, a riprova, l’opera principale “I diavoli di Loudun”, in cui i veri diavoli sono gli esseri umani tutti), Huxley era un democratico convinto e piuttosto tradizionalista, che considerava comunismo e capitalismo alla stregua di ideologie totalitarie e perniciose: non a caso i protagonisti del suo “Mondo nuovo” (1932) hanno cognomi come Marx, Bakunin, Rothschild, e nomi come il buffissimo Lenina dell’avvenente miss Crowne. La trovata, tanto spiritosa quanto rivelatrice delle idiosincrasie dell’autore, è stata presa a prestito da Altieri per il suo Magdeburg, ma il lascito di Aldous Huxley non è solamente ideologico-letterario. Il nostro è, infatti, un attento e preoccupato osservatore dell’animo umano che, alla maniera di uno psicostorico (figura inventata dal suo quasi collega Isaac Asimov), anticipa le tendenze evolutive della società, tracciando un quadro cupo ma attendibile del futuro. 
Nell’ultimo capitolo – significativamente intitolato “Che fare?” - di “Ritorno al mondo nuovo”, del ’58, Huxley scrive: 
“Crescendo senza controllo popolazione e organizzazione, è probabile che nei paesi democratici noi assisteremo al rovescio del processo che fece dell’Inghilterra una democrazia, serbando intatte le forme esteriori della monarchia. (…) crescendo l’efficacia dei mezzi per la manipolazione dei cervelli, le democrazie muteranno natura; le antiche, ormai strane, forme rimarranno: elezioni, parlamenti, Corti Supreme eccetera. Ma la sostanza, dietro di esse, sarà un nuovo tipo di totalitarismo non violento. Tutti i nomi tradizionali, tutti i vecchi slogan resteranno, esattamente com’erano ai bei tempi andati. Radio e giornali continueranno a parlare di democrazia e libertà, ma le due parole non avranno più senso. Intanto l’oligarchia al potere, con la sua addestratissima élite di soldati, poliziotti, fabbricanti del pensiero e manipolatori del cervello, manderà avanti lo spettacolo a suo piacere.” 

1 marzo 2014

LA GUERRA SEGRETA DEL CIBO, AVVELENATO DI PROPOSITO PER NOI...

Dopo aver analizzato al Natural News Forensic Food Labs [un progetto di analisi in laboratorio che Mike Adams sta portando avanti da tempo] 1000 cibi, tra cui “superfoods”, vitamine, junk foods (cibi da fast food) e note bevande, per misurare la presenza o meno di metalli pesanti in essi, le mie conclusioni sono così allarmanti ed urgenti che posso solo dirle fuori dai denti. Sulla base di ciò che sto vedendo attraverso l’analisi con spettroscopio atomico, riguardo alle sostanze alimentari che le persone stanno consumando quotidianamente, devo annunciare che la battaglia per l’umanità è quasi persa. Le forniture di cibo sembra siano intenzionalmente progettate per porre fine alla vita umana, piuttosto che nutrirla. 

Tossine per dustruggere la vita, inserite intenzionalmente nel cibo
Il mio laboratorio ha scoperto prova scientifica che le sostanze sono intenzionalmente formulate e messe nei prodotti alimentari, per indurre nei consumatori disturbi mentali, causando al contempo infertilità a largo raggio, danno agli organi e perdita di ogni abilità di poter pensare in modo razionale e consapevole. Queste sostanze tossiche si possono trovare in tutta la catena alimentare, inclusi cibi convenzionali, cibi biologici, prodotti “naturali”  e integratori alimentari.
Questo va ben oltre la semplice contaminazione da metalli pesanti nei cibi: un tema in sè che comunque si scava la fossa da solo. Si tratta invece di una formulazione intenzionale di sostanze tossiche nei prodotti consumati regolarmente dalle masse.
Leggi tutto...

OLTRE LA GLOBALIZZAZIONE PER UNA SOCIETA' A DIMENSIONE "UMANA"

La Nazione è Indipendenza e Libertà delle comunità
Di Vàturu Erriu Onnis Sayli
SaDefenza
Da dove partire? Ovviamente dalla concezione di nazione, il  significato da cui deriva la parola nazione (nascita in latino) oppure dalla sua implicazione sociale?
Una nazione (dal latino natio, in italiano "nascita") può riferirsi ad una comunità di individui che condividono alcune caratteristiche comuni quali la lingua, il luogo geografico, la storia ed un governo.  
^Il World Book Dictionary definisce la nazione come “la popolazione che occupa uno stesso luogo geografico, unita sotto lo stesso governo, e parlante usualmente la stessa lingua”. Un'altra definizione considera la nazione come uno "stato sovrano" che può far riferimento ad un popolo, a un'etnia, a una tribù con una discendenza, una lingua e una storia in comune."
Avendo chiaro il significato che abbiamo sopra riportato, pensiamo a che tipo di società deve assumere una nazione sovrana, come si determina, che aspetto istituzionale deve avere e quali i valori deve esprimere per essere tale. 
Mancini: le nazioni costituiscono una dimensione naturale e necessaria della storia umana, la cui vitalità storica dipende tuttavia dalla loro libertà e indipendenza, dal fatto cioè di essere non un mero aggregato di fattori naturali e storici (territorio, lingua, ecc.), bensì un corpo politico e di possedere un governo, una volontà giuridica e leggi proprie. Senza lo Stato la nazione rischia di restare un corpo inanimato.