Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

2 gennaio 2013

COME L'€URO HA FATTO PRECIPITARE LE ESPORTAZIONI ITALIANE

Mario Draghi è molto contento. La bilancia commerciale dell'Italia, ha affermato giorni addietro, è migliorata del 21% dal 2009 ad oggi. E sono previsti ulteriori miglioramenti per il 2013. [2] La verità però è che l'Italia presenta una bilancia commerciale pessima e il trend è al ribasso [vedi tabella n.1]. Dal 2000 al 2012 mancano quasi 100 miliardi di euro cumulativi. Tutto punti PIL che si spostano all'estero. La più grande colpa della bilancia negativa è del più grande mercato dell'Italia, la Germania. [Vedi Tabella n.2] Perché la Germania non è solo il più grande mercato per l'esportazione, ma soprattutto è il paese dal quale l'Italia importa di più in assoluto. E facendo una semplice somma del disavanzo della bilancia siamo per il 2011 a -137.000.000.000. -137 miliardi di euro.

Cioè un anno dopo l'entrata di Italia nell'Euro l'equilibrio commerciale con la Germania che in qualche modo durava dal 1971 si è interrotto. Praticamente da subito c'è stato un divario che non si è più chiuso. Questo potrebbe dipendere da una produzione industriale tedesca tanto più importante di quella italiana. Oppure potrebbe essere il risultato di un euro che in 12 anni non è riuscito a diventare una sola valuta, in combinazione con tassi d'interesse tedeschi sbagliati.

Leggi tutto...

3 commenti:

  1. LA VOGLIAMO CAPIRE UNA VOLTA PER TUTTE CHE L'UNIONE EUROPEA HA PORTATO SOLO UN IMPOVERIMENTO GRADUALE DI TUTTI GLI STATI, TRANNE LA GERMANIA CHE CON LE SUE ESPORTAZIONI E' IL LEADER INDISCUSSO....L'UNIONE EUROPEA NON HA FUNZIONATO E NON STA' FUNZIONANDO TUTT'ORA: TASSE, DISOCCUPAZIONE, SPESE PUBBLICHE ASSURDE E NON RENDICONTATE...A TUTTI I POLITICI FALLITI, MA DOVE CAZZO CI STATE PORTANDO?

    RispondiElimina
  2. Non posso che elogiare questo post: i numeri, l'analisi e le conclusioni sono esattamente quanto conosco e sostengo da sempre.
    Abbiamo necessità di sganciarci dal sistema Euro(pa), perchè semplicemente non esiste; e laddove esiste (leggi burocrazia o imposizione di mercato norreno o mittel-tedesco) è un gravame impossibile quanto illogico e insostenibile per il Sud Europa e per il Mediterraneo tutto.
    Il Nord Europa - ivi inclusi scandinavi, anglosassoni - tanto quanto gli USA hanno tentato di e infine sono riusciti a colonizzare il Sud Europa, il Mediterraneo e il Medio Oriente: ovvero il nucleo logistico per gli scambi di merci a breve e medio raggio, oltre che piattaforma ideale per le basi militari e l'indotto armigero e guerrafondaio.
    Chiudo sottolineanando ancora una volta come sia VITALE che il Mediterraneo tutto torni a vivere un momento di libero scambio di idee e di unione civile, tralasciando e condannando le politiche imperialiste (Francia inclusa), affrancandosi per sempre da un disegno che lo ha voluto asimmetrico, condannandolo a tradire la propria vocazione e storia. Solo così aiuteremo le Sorelle e i Fratelli che patiscono momenti drammatici a causa di quattro imparrucati sionisiti e massonici.
    Costruire e ricostruire un progetto comune, che forse potrebbe servire da leva e spiraglio DEMOCRATICO ad altre aree sottomesse.
    MEDITERRANEO LIBRE!!

    RispondiElimina
  3. Mi conforta vedere che qualcuno la pensa esattamente come me e condivido a pino la lega mediterranea, riprogettiamo la nostra geopolitica e che la Germania si tenga surgelati e ghiaccioli.

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)