Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

6 agosto 2012

L'Australia si rifiuta di installare una base navale degli Stati Uniti sul proprio territorio

Il ministro della Difesa australiano ha detto che il suo paese non ospiterà la base navale militare degli Stati Uniti, la portaerei nucleare Oceanic, come menzionato in un rapporto commissionato dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, proposta che probabilmente avrebbe provocato il disappunto della Cina. 

Secondo la stampa australiana, il Centro per gli Studi Strategici e Internazionali (CSIS) di Washington, ha scritto un rapporto sulla questione, a seguito di una richiesta da parte del Dipartimento della Difesa statunitense, che è stato presentato al Congresso. La proposta, è contenuta in un rapporto commissionato dal Pentagono, in cui si fa riferimento all'intenzione di piazzare nella base militare di Sterling, costa nord-occidentale dell'Australia, una portaerei con nove squadroni, due cacciatorpedinieri, un sottomarino e una nave cisterna. Questo rapporto, pubblicato in parte dal quotidiano "Canberra Times" afferma che "la geografia dell'Australia, la sua stabilità politica e capacità già esistenti di infrastrutture, offrono vantaggi notevoli all'esercito statunitense nel momento in cui viene alla luce la crescente gamma di  sistemi di armamenti della Cina".
Leggi tutto...

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)