Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

18 luglio 2012

USA: LA GRANDE SICCITA' DEL 2012

Perché il cuore degli Stati Uniti sta vivendo una siccità così terribile in questo momento? Al momento, circa il 61 per cento di tutta la nazione sta vivendo condizioni di siccità, e questo è assolutamente devastante per gli agricoltori e gli allevatori di tutto il paese. Meno di due settimane fa ho scritto un articolo chiedendomi che cosa accadrebbe se queste condizioni di siccità persistessero, e adesso lo stiamo scoprendo. Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti ha dichiarato la più grande area di disastro naturale nella storia degli Stati Uniti. 

L'USDA ha dichiarato 1.016 contee in 26 stati degli USA zone sinistrate. La dichiarazione USDA sostanzialmente comprende circa la metà della nazione, e ora non si puo negare quanto sia realmente orribile questa siccità. Potete vedere una mappa della zona del disastro proprio qui. Questa siccità senza fine viene paragonata alla siccità da incubo del 1988, e se dovesse persistere in agosto potrebbe diventare forse la peggiore siccità che l'America abbia mai visto. L'USDA afferma che circa il 60 per cento di tutto il mais nel paese sta vivendo condizioni di siccità da "moderate a estreme". Se questa siccità non finirà presto, le perdite saranno allucinanti. Già, si stima che gli agricoltori e gli allevatori abbiano subito miliardi di dollari di danni. Quanto possono peggiorare le cose?

All'inizio di luglio, molti speravano che avremmo avuto presto un po' di pioggia e che avremmo potuto ancora vedere un raccolto di mais decente.
Purtroppo, la siccità è peggiorata ancora da quel momento. Di seguito un estratto da un articolo del Chicago Tribune ....

L'intero stato dell'Iowa è stato classificato come eccessivamente secco il 10 luglio e il 12,7 per cento del principale stato produttore di mais e soia era in stato di grave siccità, lo 0,8 per cento in più  della settimana precedente.
Ancora più colpito l'Illinois, il secondo stato produttore di mais e di soia, era per il 66,28 per cento in uno stato di grave siccità o peggio, contro il 40 per cento della settimana precedente.
Una siccità eccezionalmente grave ha colpito l'80,15 per cento dell'Indiana, contro il 68,84 per cento della settimana precedente.
Anche le condizioni nel Missouri sono peggiorate, conl'82,54 per cento in stato di grave siccità o peggio, rispetto al 78,83 per cento della settimana precedente.
Questa non è una buona notizia.
Qui sotto c'è l'ultimo aggiornamento del Drought Monitor degli Stati Uniti. Come potete vedere, quasi tutta la metà meridionale del paese è estremamente arida in questo momento ....
Drought-Monitor-July-10-2012-460x346
Si prevede che in alcune delle aree principali di coltivazione del mais il 60 per cento dei raccolti possono andare perduti.
Molti agricoltori che avevano sperato enormemente nella pioggia si stanno rassegnando al fatto che le loro coltivazioni non ce la faranno. Di seguito un estratto da un articolo del New York Times ....
"Il mais ovunque ha un'altezza che arriva al ginocchio o alla vita", ha detto al The News-Sentinel Gonzalee Martin, educatore per l'agricoltura e le risorse naturali della Purdue University nell'ufficio della Contea di Allen. "Gran parte di essa si presenta già del tutto senza pannocchie. Gran parte di essa si sta perdendo completamente"
Quando il vostro sostentamento dipende dalle condizioni meteo, una siccità prolungata può essere estremamente stressante. Molti agricoltori che avevano previsto un raccolto eccezionale quest'anno, ora affrontano un disastro totale. L'estratto seguente proviene dalla CNN ....
Ora, mentre un'estenuante siccità attanaglia il Midwest, Villwock, 61 anni, percorre i suoi 4.000 acri duramente colpiti nel sud-ovest dell'Indiana, in stato di totale sbigottimento.
Dove ci sarebbero dovute essere piante alte, dalle foglie verde scuro, adesso ci sono fusti di mais che arrivano fino alla cintola, nella migliore delle ipotesi, fino al petto. Sono di colore pallido e sottili. Fragili. Stanche.
Sbucci una pannocchia, e non ci sono chicchi, dice. Con temperature che superano i 95 gradi (ndr: gradi Fahrenheit corrispondenti a 35 gradi Celsius), il polline inizia a morire.
"E' emotivamente logorante", ha detto. "Il raccolto era spuntato dal terreno molto bene. Eravamo così ottimisti. Ma forse alcuni di noi hanno venduto la pelle dell'orso prima di averlo ucciso."
Quindi non vi è alcuna speranza che le cose cambino?
Purtroppo, le cose non sembrano promettenti in questo momento. Si prevede che la Zona del Granturco sperimenterà temperature estremamente elevate e precipitazioni molto basse fino a metà agosto. Il seguente rapporto proviene da accuweather.com ....
I meteorologi agricoli di AccuWeather.com temono che nuove e frequenti ondate di temperature intorno ai 100 gradi (37,78 °C) e le scarse precipitazioni stresseranno ulteriormente i raccolti nell'Iowa, Illinois e Nebraska fino a metà agosto.
Quando le temperature sono molto alte e la piovosità è molto bassa, l'evaporazione avviene molto rapidamente. Come osserva AccuWeather.com, quando il terreno diventa molto, molto arido si può creare un circolo vizioso che si autoalimenta ....
I tassi di evaporazione sono molto alti nella prima parte di agosto. Sono necessarie piogge a cadenza regolare, invece di acquazzoni brevi  per avere benefici al di là di un paio di giorni.
E' difficile che le cose cambino completamente nel Midwest in quanto il terreno asciutto tende a portare temperature più elevate durante il giorno, che a loro volta alzano i tassi di evaporazione e così via.
Che cosa significa tutto questo per noi altri?
Significano prezzi dei prodotti alimentari più alti.
Venerdì scorso, il prezzo del grano ha raggiunto i 7,50 dollari al moggio.
Si pensava che il prezzo del grano sarebbe stato solo di circa 5 dollari al moggio quest'anno.
A questo punto, il prezzo del mais è aumentato del 48 per cento dalla metà di giugno, e potrebbe diventare molto più alto.
Alcuni analisti prevedono che se questa siccità intensa persiste, potremmo raggiungere i  dieci dollari per uno staio di grano e 20 dollari per uno staio di soia.
E sì, ce ne accorgeremo al supermercato.
In un precedente articolo, ho inserito una citazione da un recente articolo di Holly Deyo sul motivo per cui il prezzo del grano incide sul prezzo di tanti altri prodotti ....
Poichè il 75% dei prodotti nei negozi di generi alimentari contengono il mais come  ingrediente di base, ci si aspetta che i prezzi dei generi alimentari salgano alle stelle. Il mais viene adoperato  anche  in molti fast food. Il mais si trova nell'etanolo e nelle principali fonti di cibo o nei polli. Inoltre, il mais si trova in molte cose poco note come adesivi, alluminio, aspirina, amido per indumenti, cosmetici, sciroppo per la tosse, batterie a secco, buste, isolanti in fibra di vetro, capsule di gelatina, inchiostro, insetticidi, vernici, penicillina, polveri, tappeti, francobolli, talco, dentifrici, carta da parati, e vitamine. Questo è solo l'inizio ...
Si tratta di un grande avvertimento per voi di acquistare prodotti che contengono grano ORA prima che queste condizioni si riflettano sui beni alimentari. Sarà un'opportunità breve.
Questa immensa siccità  è un incubo completo e totale anche per gli allevatori.
In questo momento, circa il 50 per cento dei pascoli e dei campi americani sono in una condizione "scadente" o "molto scadente".
Nel mese di giugno, questa cifra era ferma solo al 28 per cento.
Quindi le cose sono peggiorate molto rapidamente.
Un sacco di allevatori stanno svendendo il loro bestiame, perché questa siccità sta rendendo molto difficile continuare a dar loro da mangiare. Di seguito un estratto da examiner.com ....
Rauhn Ansimando, dell'Università dell'Idaho, che lavora con gli allevatori e gli agricoltori, dice: "Stiamo restando a corto di erba. E' spaventoso." Gli allevatori sono stati invitati a lasciare le terre da pascolo, settimane o addirittura mesi prima, di quanto siano soliti fare.
Hanno solo due scelte, nutrirlo o vendere e molti stanno optando per la vendita del loro bestiame. Il mercato azionario Torrington nel Wyoming, ha registrato 36.000 bovini venduti a maggio e giugno di quest'anno. La media consueta per questi mesi è di 5.500. Gli allevatori di piccole dimensioni, con 30-50 mucche/coppie di vitelli, sono stati colpiti più duramente.
Quindi aspettatevi prezzi della carne più elevati in autunno e inverno.
Tutto questo avviene in un momento davvero brutto. Siamo già sull'orlo di una catastrofe finanziaria globale. L'agricoltura doveva essere uno dei pochi punti luminosi per l'economia degli Stati Uniti.
Purtroppo, gli Stati Uniti non sono gli unici ad avere problemi con le colture di quest'anno.
Ad esempio, in Germania gli agricoltori stanno vivendo una vera e propria invasione di ratti.
Sì, sul serio.
Di seguito un estratto da un recente articolo di Der Spiegel ....
Milioni di topi stanno invadendo gli stati della germania centrale della Turingia e Sassonia-Anhalt, con grande preoccupazione degli agricoltori locali. I roditori stanno devastando le colture alimentari, riducendo i rendimenti fino al 50 per cento. Poichè gli uccelli rapaci non sono stati di molto aiuto nella caccia alle bestioline, ora gli agricoltori vogliono il permesso di utilizzare un veleno per topi vietato.
Allora, perché accade tutto questo?
Perché la natura sta impazzendo all'improvviso?

Tradotto da Anna Moffa e pubblicato in I Lupi di Einstein

1 commento:

  1. LA MAPPA DELL' ETC - GROUP: LE SPERIMENTAZIONI GLOBALI DELLE PIOGGE ARTIFICALI ( MA è SENZ'ALTRO SOLO UNA PARTE DI QUELLO CHE SUCCEDE,LA PARTE UFFICIALMENTE AMESSA ) NOTATE ANCHE ITALIA-GRECIA... PIOGGE RIDOTTE ARTICFICIALMENTE ....

    http://www.guardian.co.uk/environment/graphic/2012/jul/17/geoengineering-world-map?intcmp=239

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)