Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

19 giugno 2012

La Grecia e il futuro del progetto europeo

L’esperimento economico neoliberista in corso in Grecia costruirà, o manderà in frantumi l’Unione europea, come noi la conosciamo. I Greci continuano ad aderire alle fila dei partiti politici orientati a sinistra, semplicemente alla ricerca di una valida “alternativa” [EPA] Per la sopravvivenza della zona euro e del capitalismo globale in generale, le elezioni del 17 giugno in Grecia costituiranno un ancora più importante punto di riferimento che il voto del 6 maggio. Il risultato elettorale del 6 maggio ha dimostrato che la maggior parte del popolo greco si rifiuta di accettare l’imposizione dello smantellamento delle loro infrastrutture sociali ed economiche, l’impoverimento flagrante di larghi strati della società, l’annientamento del futuro delle prossime generazioni, e la denigrazione di un intero stile di vita.
Di Stathis Gourgouris Στάθης Γουργουρής

Ancora più importante, la società greca ha dimostrato che non accetterà di essere utilizzata come cavia in un esperimento di livello mondiale dell’economia neoliberista.
Come abbiamo sostenuto in un recente articolo nel “The Wall Street Journal”, questo non costituiva solo un esperimento economico. La Cancelliera tedesca Angela Merkel viene citata per avere ammesso che, nell’imporre tali dolorose misure di austerità, la Troika ha scelto di punire la Grecia per impartire una lezione a tutte le altre società europee, che potrebbero prendere in considerazione l’opposizione e la resistenza ai suoi dettami.
Leggi tutto...

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)