Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

30 agosto 2010

UNO "SFORZO GLOBALE" PER IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE

Le pubblicazioni di John Holdren del 1992, riaffermano l’intenzione di controllare la popolazione attraverso uno “Sforzo Globale”
Di Jurrian Maessen

Ancora un’altra opera è emersa dell’attuale zar della scienza John P.Holdren, dove egli  descrive dettagliatamente la sua visione persistente di un pianeta spopolato e lo sforzo a livello globale necessario a realizzarlo. Sebbene gia’ descritto dettagliatamente in Ecoscience e in altre pubblicazioni degli anni 70, quest’ultimo articolo, ancora una volta dimostra, oltre ogni dubbio  che la volpe non ha lontanamente abbandonato i suoi trucchi eugenetici.

In una pubblicazione della Cambridge Press del 1992 Energy Efficiency and Human Activity: Past Trends, Future Prospects (Energia Efficenza e Attivita’ Umana: Consuetudini Passate, Prospettive Future), cosponsorizzato dallo Stockholm Environment Institute, John P.Holdren ha scritto un prologo di 52 pagine intitolato ”The Transition to Costlier Energy” (La Transizione Verso Un' Energia piu’ Dispendiosa). In esso, egli ripete la sua visione a lungo accarezzata, di un regime planetario sotto il quale il controllo della popolazione sarebbe condotto in maniera piu’ efficiente.

Da pag 36 in poi:
  • “(…) la popolazione non puo’ essere congelata. Certo è che, resa fragile da una catastrofe, difficilmente può essere stabilizzata sotto di 9 miliardi. E' altresi’ vero che senza uno sforzo globale di limitare la popolazione, di gran lungo piu’ estremo di qualunque cosa tentata sino ad ora, la popolazione del pianeta potrebbe arrivare a 14 miliardi o piu’ entro l’anno 2100”.
Accanto all’idea di tentare di ridurre la popolazione mondiale a dei “livelli gestibili”, Holdren, inoltre invoca anche una riduzione del “ivario tra ricchi e poveri”. Suona abbastanza nobile, se non fosse che sta riproponendo all’Agenda 21: il programma delle Nazioni Unite per ridistribuire la ricchezza dal mondo sviluppato a quello in via di sviluppo. Holdren:
  • “Cio’ che colpisce di piu’(…) è che anche l’ipotesi piu’ ottimistica di una “prima” stabilizzazione della popolazione, incrementando l’efficienza energetica, e cancelli il divario ricchi-poveri, condurrebbe ancora ad un utilizzo energetico nel 2050 di più del doppio di quella del 1990"
La prima stabilizzazione della popolazione non è abbastanza veloce, secondo l’attuale Zar della scienza. Chiude il suo contributo ringraziando Mr Paul Ehrlich per “i suoi utili suggerimenti”. Questo, certamente, è lo stesso Ehrlich con cui Holdren ha realizzato il noto Ecoscience, nel quale entrambi apertamente invocano una pletora di misure disumanizzanti per ridurre la popolazione mondiale sotto una dittatura  planetaria. Oltre ad aver collaborato alla mostruosità di Ecoscience, Holdren e Ehrlich hanno anche lavorato assieme all’articolo  Human Population and the Global Environment (Popolazione Umana e Ambiente Globale). Nell’ultimo paragrafo del quale, Holdren ed Ehrlich proclamano un’accelerazione dello sforzo per controllare la popolazione:
  • “C’è  una tentazione “,dichiara l’autore,” di procedere “lentamente” sulla limitazione della popolazione perchè questo è un componente politicamente sensibile ed operativamente difficile, ma è necessario resistere a questa tentazione”
Noi sappiamo che queste idée non sono scomparse negli ultimi anni. Esattamente nel 2006, Holdren ha continuato a sostenere la necessita’ di contenere i nostri numeri e di introdurre una “sostanziale tassa sul carbonio". Difatti in PowerPoint presentation nel 2003, sotto il titolo ”Le mie personali conclusioni e raccomandazioni", Holdren addirittura richiede una tassa globale sul carbonio:
  • “Il modo piu’ efficace per ottenere cio’sarebbe attraverso una tassa globale sul carbonio o un equivalente approccio Cap-and-Trade *
Quanti esempi come questo sugli sforzi globali per la riduzione della popolazione globale e tasse sul carbonio che mostrano uno sforzo globale per ridurre la popolazione ci vogliono per detronizzare questo personaggio-e facendo cio’, mostrare al mondo che le regole eugenetiche ancora imperano?

Fonte: http://www.prisonplanet.com

*(Link inserito dalla redazione non presente nell'originale)

Tradotto per Voci Dalla Strada da Ludovica M

Leggi anche:  

1 commento:

  1. http://www.youtube.com/watch?v=aGVd5Ri2fUc

    Vanesa

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)