Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

28 maggio 2010

IL SEGRETO PIU' SPORCO DELL'ECONOMIA

ALTERANO I MERCATI FINANZIARI E POSSONO PORTARE L'ECONOMIA DI UN PAESE NEL CAOS

Di Daniel Estulin

Alla fine degli anni '80, le maggiori banche del mondo (Citibank, Chase Manhattan, HSBC, Midland Bank e molte altre) sono state sull'orlo della bancarotta. Da qualche parte, qualcuno, -nessuno sa chi, oppure non lo dice- "ha preso la decisione di venire in soccorso di enti la cui spericolata politica di prestiti durante la fine degli anni '70 e '80 li aveva portati all' insolvenza, e salvare in questo modo il sistema bancario".
In questo modo si creò un sistema in cui quantità inimmaginabili di denaro sono apparse come per magia. Da allora stanno usando questo sistema segreto al momento di affrontare le crisi finanziarie.


Lo scorso 6 maggio, abbiamo visto con stupore come un calo del 9% a Wall Street è stato trasformato, alla fine della giornata in un calo molto più moderato. 
Che cosa è successo in realtà?
Per quanto gli analisti finanziari e le autorità statunitensi si affannino per offrire una spiegazione credibile, sono poche le persone che sanno cosa è successo.
La verità è alla portata di mano della sola élite.

Il Progetto Hammer, avviato nel 1988 e che durò approssimativamente fino al 1992, fu il primo di una serie di pratiche bancarie altamente segrete (note come Programmi di Negoziazione e Garanzia), che sono stati utilizzati per creare, come per magia, enormi quantità denaro per l'utilizzo in progetti specifici. Dietro Hammer ci sono la CIA, l' FBI, agenzie di sicurezza nazionale di tutti i generi, il Pentagono, il Tesoro statunitense e la Federal Reserve.

Hammer tratta di denaro. E 'una forma di creazione di denaro che sfugge a qualsiasi forma di controllo o di responsabilità pubblica. Tanto denaro, infatti, che metterebbe in dubbio qualsiasi certezza che si pensa di avere sul mondo delle banche, la finanza e l'economia.
E' anche il mondo sotterraneo della banca e della finanza, di cui si nega la loro esistenza. Però esiste.

Il mondo finanziario, bancario ed economico nell'ombra in cui il Progetto Hammer è vissuto, ha respirato e fabbricato soldi dall' aria ed è il segreto più sporco dell'economia occidentale. Spesso questa terra di nessuno del sistema bancario internazionale si nasconde dal controllo pubblico mediante l'uso intelligente di due tipi di libri: uno che viene reso disponibile al controllo pubblico e l'altro solo per uso privato.

Queste enormi quantità di fondi neri, occultate sotto la categoria dei Programmi di Investimento, ad Alto Rendimento, sono utilizzati per finanziare una serie di attività clandestine, che includono progetti militari segreti o necessità geopolitiche, senza dimenticare la salvaguardia della stabilità finanziaria globale. Successivamente si istituì una versione più sofisticata di Hammer, che è stato battezzato come EFG Jacobe.

Per avviare i programmi di trading vengono usati come garanzia grandi quantità di oro nero, contanti o altri strumenti convertibili. Rientrano tra queste anche alcune classi di cambiali ed obbligazioni emesse dal Tesoro USA che si collocano in via confidenziale tra le grandi banche occidentali.

Questi attivi non verranno mai alla luce e le grandi banche li usano per sostenere l'emissione delle proprie obbligazioni parallele, che possono ammontare a centinaia di miliardi. Si negoziano operazioni di compra/vendita concordate in anticipo con sconti sul valore nominale delle emissioni di attivi della banca.

Perché, al momento di negoziazione sui mercati finanziari è elettronica e si realizza in microsecondi, è impossibile individuare tali operazioni eccetto si si sta osservando lo schermo del computer nel momento stesso in cui si verificano. L'importo dei fondi illeciti generato in questo modo ammonta a centinaia di miliardi, secondo fonti interne, totalmente affidabili.

Una stima prudente indica che ci sono abbastanza soldi per pagare il debito nazionale degli Stati Uniti e quello di tutto il mondo, ma la stima è più alta.

Questi programmi costituiscono il fondamento stesso della copertura finanziaria per operazioni la cui esistenza i governi negheranno sempre. Ciò è confermato nella dichiarazione del generale di brigata Erle Cocke, che ha contribuito a creare l' Hammer originale.

Cocke, Gran Maestro dei Cavalieri di Malta, ordine segreto del Vaticano che vanta molti membri da parte dei militari e servizi segreti d'Occidente, morì di cancro al pancreas 10 giorni dopo la sua dichiarazione. Assicurò che il programma Hammer è stato valutato in un trilione di dollari nel 1989. Ciò è confermato da un documento rilasciato da un avvocato svizzero dell' ultimo barone Krupp, rivelando prestazioni "12.000 miliardi".

Secondo diversi partecipanti al sistema con i quali l'autore ha parlato, Hammer ha iniziato ad operare nel novembre 1989. Pochi di coloro che sono coinvolti nelle operazioni sanno esattamente che attivi sono utilizzati per garantire le operazioni, anche se tutti sono d'accordo sull'oro nero - l' oro che giapponesi e tedeschi hanno rubato e nascosto nelle Filippine e in Indonesia durante la II Guerra Mondiale è uno di questi attivi.

La quantità di questo oro nero sminuisce le cifre ufficiali sugli stocks e trasforma in uno scherzo la convinzione che l'oro è un metallo prezioso.

Una cabala segreta

Insieme ad Hammer e EFH Jacobe, ci sono altri programmi meno noti come Kadillak e Grandmother. Tuttavia, il Progetto Hammer sottolinea perchè i fondi sono stati sottratti illegalmente e fu utilizzata una cabala segreta chiamata Plunge Protection Team, che opera sotto la protezione del governo statunitense per salvare diverse grandi banche che, alla fine degli anni '80, erano vicine fallimento. Si stima che PPT può agire in qualsiasi momento in cui il Dow Jones scende per un lungo periodo di tempo.

Il Washington Post nella sua edizione del 23 Febbraio 1997, ha pubblicato un articolo intitolato Plunge Protection Team, in cui ha riconosciuto l'esistenza di un gruppo di quattro persone che potrebbero intervenire nei mercati per evitare enormi fuoriuscite di capitali e una debacle nelle azioni, che potrebbero causare un collasso economico se non ci fosse sufficiente liquidità nel corso di una massiccia vendita.

Il giornale identificò Alan Greenspan, presidente della Federal Reserve, Arthur Levitt, presidente della Securities and Exchange Commission (SEC, la CNMV statunitense), Brooksley Born, presidente della Commodities Futures Trading Commission (Commissione Futures Market materie prime) e Robert E. Rubin, segretario al Tesoro, come il team di giocatori chiave. Dalla creazione di Jacobe, entità private, come Goldman Sachs, JP Morgan Chase, Merrill Lynch e altre grandi banche sono state coinvolte.

In relazione con il crak del mercato azionario del 1987, la più grande caduta nella storia in una sola volta, il Washington Post ha osservato che "la Fed mantiene i mercati in funzione inondando il sistema bancario con riserve e dichiarando pubblicamente che è pronta a fornire crediti se necessario, alle più grandi istituzioni finanziarie".

Successivamente, il 5 Aprile, 2000, il New York Post ha riferito che la borsa era fuori dal baratro. Dopo una caduta di 500 punti che sembrava volesse provocare una vera crisi", qualcuno iniziò ad acquistare grandi quantità di contratti futures su indici azionari attraverso due società di intermediazione: Goldman Sachs e Merrill Lynch" pubblicò il giornale.

Siccome i dollari USA sono la pietra angolare di ogni attività del programma, il governo degli Stati Uniti, ovviamente, prende una parte. Una percentuale di entrate si riscuote attraverso accordi fiscali negoziati con entità off shore, ubicati in paradisi fiscali.

Parte della partecipazione del Governo agli utili delle operazioni erano destinati al Exchange Stabilisation Fund (Fondo di stabilizzazione dei mercati). Qui ci sono collegamenti con altri fondi e si utilizzano per sostenere l'economia americana, tra le altre manovre, manipolando il prezzo dell'oro per mantenerlo sotto un livello predeterminato.

Nella sua forma più semplice, è preso in prestito, ad un tasso d'interesse ridicolo, l'oro di un terzo- se è quello di America, Germania, Regno Unito o Goldman Sachs- e viene venduto sul mercato. Ciò fornisce un enorme profitto in dollari quasi esenti da interessi. Quando il mercato sembra agitato, o le azioni chiave sono sotto pressione, si lanciano a comprare, comprare, comprare.

I programmi di negoziazione come Hammer e Jacobe sono di proprietà di molti governi, i loro ministeri delle Finanze e delle più importanti banche a livello internazionale, in particolare delle nazioni del G-7.


Nel rivedere le tecniche utilizzate nella costituzione di Hammer, si rimane colpiti non solo dalla complessità di tutta la rete, ma anche per il modo in cui le banche e servizi segreti coinvolti, come la CIA, strutturano le cose per proteggere se stessi da ogni responsabilità.

Fonte: El Mundo

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)