Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

14 marzo 2010

ALTI FUNZIONARI DEL GOVERNO BUSH E DELLA CIA, DIETRO LA VENDITA DEI BODY-SCANNER


Sono già in funzione 150 body-scanner al prezzo di circa 200.000 euro per apparecchio. Come con l'influenza A, di nuovo un Segretario di Stato dell’amministrazione Bush beneficerà della vendita milionaria risultante dal “marketing della paura”.

La questione dei nuovi scanner non solo sta creando un dibattito riguardante i rischi per la salute e la privacy della cittadinanza. Come successe con Donald Rumsfeld (segretario della Difesa di Bush e anni prima di Ford) e la vendita del Tamiflu dopo l’ampio marketing della paura fatto contro l’influenza A e l’aviaria, nuovamente un ex alto funzionario del Governo Bush trae beneficio apportando soluzioni di fronte alle nuove minacce per la sicurezza. In questo caso si tratta di Micheal Chertoff, segretario della Sicurezza Nazionale dell’ultima amministrazione Bush.

Secondo il giornale The Boston Globe, negli aeroporti degli USA sono già in funzione 150 body-scanner. Tutti comprati per circa 25 milioni di dollari dall’azienda leader mondiale in questo tipo di apparecchiature, Rapiscan System. Dopo il presunto tentativo di attentato a Detroit il 25 dicembre, si è prevista l' installazione di altri 300, e tutto sembra indicare che la Rapiscan ne venderà parecchi nel resto del mondo se l’uso degli stessi si generalizza. Ogni scanner costa quasi 200.000 euro. La Rapiscan è il principale cliente della CIA e dell’Agenzia Nazionale della Sicurezza statunitense.

Pochi giorni dopo il tentato attacco, Chertoff fece circa mezza dozzina di apparizioni in diversi media, non solo per insistere sul bisogno di più sicurezza negli aeroporti ma con l’obiettivo di sottolineare che “se gli scanner fossero stati impiegati, avrebbero rilevato questo tipo di dispositivo”. "Siamo impegnati a fornire ai nostri clienti le migliori valutazioni di rischi e di servizi di gestione della crisi, disegnati per far fronte ai più allucinanti problemi di sicurezza di oggigiorno”, scrive Chertoff nel web della sua azienda. In questo sito web si constata anche che la Chertoff Group mantiene una stretta alleanza con l’azienda di relazioni pubbliche Burson-Marsteller, che ha rappresentato diverse imprese associate con attività portate avanti dalla CIA, come Blacwater. Da quanto sembra, la veloce apparizione di Chertoff nei mass media offrendo soluzioni non è stato qualcosa di spontaneo.

Sistemi meno invasivi

Alcuni esperti credono che ci sono sistemi più semplici, meno invasivi e più economici degli scanner. Per l’organizzazione della difesa dei consumatori di Flyersrights, studi realizzati da Kenneth G. Furton, del Forensic Research Institute dell’Università della Florida, sembrano dimostrare l' affidabilità dei cani nello scoprire gli esplosivi. Il body-scanner, anche se può rappresentare il corpo nudo di una persona molto dettagliatamente, non può vedere oggetti nascosti nelle cavità del corpo.
Per ultimo, anche il giovane detenuto, Abdul Faraouk Abdulmutallab, era di origine nigeriano, sembra essere appartenuto a un gruppo di Al Qaeda in Yemen. Una settimana dopo il suo fallito attentato, la segretaria di stato Hillary Clinton, affermava che lo Yemen è “una minaccia per la sicurezza mondiale”.


Traduzione per Voci Dalla Strada a cura di VANESA

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)