Sostieni la ricerca sulle polveri sottili

9 luglio 2009

DOVE SONO FINITI I MILIARDI DEI FONDI DI SALVATAGGIO DELLA FED?



Il senato blocca il disegno di legge per la revisione (
dei conti ndt) della FED mentre il governo si prepara per il secondo turno di saccheggio. Il senatore Jim DeMint critica duramente il monopolio della FED, e chiede dove sono finiti i miliardi dei fondi di salvataggio.

di Paul Joseph Watson

Un'emendamento del Senato basato sul riuscito disegno di legge alla camera da parte del membro del congresso Ron Paul per revisiore la FED è stato bloccato dal Senato ieri sera per motivi procedurali, così Jim DeMint critica duramente la FED per il rifiuto di rivelare dove sono finiti i miliardi dei fondi del salvataggio, mentre un importante consigliere dell'amministrazione Obama ha chiesto di preparare un secondo pacchetto “di stimolo”.

Il senatore repubblicano DeMint aveva tentato di ottenere un provvedimento legato al budget di spesa del 2010 che avrebbe eliminato le restrizioni in materia di controllo delle operazioni di riduzione della Fed, strutture di finanziamento, operazioni di mercato e gli accordi con le banche centrali e governi.
Tuttavia, l' emendamento è stato bloccato dalle autorità del Senato che hanno sostenuto la violazione delle regole per le disposizioni fissate ai budget di spesa.

Naturalmente, quando l'elite desidera ottenere la propria legislazione infilata dentro, come il disegno di legge alla camera sul clima, è perfettamente soddisfacente per i membri del congresso essere dispensati addirittura dal leggerlo, per avere 300 pagine aggiunte alle 3 del mattino prima del voto e per tutti i generi di porcate da inserire.
Ma Dio non voglia effettivamente che i rappresentanti dovessero cercare di far passare qualcosa di cui potrebbe beneficiare il popolo americano e non le banche private che sono al di là di ogni controllo e al di sopra della legge.

DeMint ha detto che negli Stati Uniti la FED ha goduto di un monopolio sul denaro e il credito dal 1913 e tuttavia non è mai stata trasparente o responsabile al congresso, mentre durante quel periodo il dollaro ha perso il 95% del relativo potere di acquisto.
“La FED genererà e sborserà miliardi di dollari in risposta alla nostra crisi finanziaria corrente” ha detto DeMint. "Gli americani in tutta la nazione, indipendentemente dal loro parere in merito al salvataggio, vogliono sapere dove è andato il denaro", desiderano conoscere dove sono andati a finire i soldi” ha aggiunto, riferendosi al rifiuto della FED di rivelare dove sono andati i miliardi dei fondi per il salvataggio.
“Permettere che la FED operi sul nostro sistema finanziario nazionale nella quasi completa segretezza porta ad abusi, inflazione e ad un abbassamento della qualità della vita” ha detto DeMint.

Un articolo della Reuters sul passaggio al senato per bloccare il disegno di legge ha detto che la FED stava “affrontando pressioni crescenti nel tentativo di guarire l’economia indisposta”.
In realtà, la FED non ha fatto niente per ”guarire” l'economia mentre la disoccupazione ha superato le aspettative ed il quadro finanziario sembra sempre più tetro ogni giorno. La corsa al profitto privato della FED ha preso milioni nei fondi “per lo stimolo” ed ha rifiutato persino di divulgare dove sono andati, anche sotto la minaccia di denuncia di Bloomberg.

Nel frattempo, persone come Ben Bernanke si sono impegnati nella minaccia del terrorismo finanziario minacciando un crollo economico se sarà permesso un controllo della FED.
Qualsiasi reale verifica sulla FED naturalmente genererebbe un gigantesco blocco stradale per i piani dell'amministrazione di Obama nel lanciare un nuovo programma di saccheggio e grande furto nelle sembianze di un secondo piano “di stimolo”.

"Ci dovrebbe essere una pianificazione di contingenza per una seconda tornata di stimolo", ha detto Laura D'Andrea Tyson, un membro del gruppo di consulenza Presidente Barack Obama, relativa alla lotta contro la crisi economica, il martedì, come riporta la CNBC.
Questo è precisamente il motivo per cui le autorità del Senato, comprate e pagate dai banchieri privati che ora possiedono gli Stati Uniti, hanno bloccato gli sforzi di controllare la FED, perché sanno che la ricaduta sarà un disastro per il loro posto sulla potente galleria delle noccioline (ndt http://en.wikipedia.org/wiki/Peanut_gallery) e a sua volta concluderà l’incessante dilettarsi nel bastonare, ferire e shakerare il contribuente americano.

Fonte: http://www.prisonplanet.com/

Tradotto e per Voci Dalla Strada da andreaatparma

Nessun commento:

Posta un commento

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog Voci Dalla Strada

Non sono consentiti:
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)